Pensioni 2021 cosa cambia

Pensioni 2021. Ecco tutte le ultime novità pensione: opzione donna, Ape sociale, quota 100 e quota 102.

Pensioni 2021, novità in arrivo per lavoratori e lavoratrici prossimi al pensionamento. Il governo è pronto ad intervenire sui meccanismi che consentono l’accesso alle pensioni anticipate.

Proviamo dunque a capire come si potrà andare in pensione e cosa cambia nel 2021 in base alle ultime notizie.

Vedi anche: Ultime pensioni 2021

Pensioni anticipate 2021, opzione donna

Per il 2021 la nuova legge di bilancio quasi certamente porterà delle conferme importanti per le pensioni donne. In particolare dovrebbe arrivare il rinnovo di opzione donna per tutto il 2021.

Questo scivolo pensionistico, che consente alle lavoratrici di andare in pensione con 58-59 anni di età anagrafica e 35 di contributi, attualmente scade a fine 2020. Ma il ministro del lavoro Catalfo ha già ottenuto un sostanziale via libera dal governo per una proroga anche nel 2021. Quindi le lavoratrici dovrebbero poterne usufruire anche il prossimo anno.

Vedi anche Età pensionabile donne

Pensioni 2021 novità, Ape Sociale

Come per opzione donna, anche per l’Ape sociale si prospetta un rinnovo per tutto il 2021. Si tratta del finanziamento dello stato per accedere anticipatamente alla pensione, ma solo per lavoratori in particolari casi di disagio.

Il prossimo anno questo meccanismo potrebbe essere esteso anche ai disoccupati senza Naspi o i lavoratori in difficoltà per le conseguenze del covid.

Pensioni ultime notizie quota 100

Per quanto riguarda quota 100, il premier Conte ha già confermato che resterà in vigore fino al 31 dicembre 2021, ma non verrà rinnovata.

Questo significa che i lavoratori in possesso dei requisiti attualmente previsti (62 anni di età anagrafica e 38 di contributi), potranno usufruirne fino alla fine del prossimo anno. Per il 2022 invece entrerà in vigore una nuovo meccanismo, attualmente ancora al vaglio dell’esecutivo.

 Novità pensioni dopo quota 100

Novità pensioni 2021, arriva quota 102?

Durante il 2021 il governo dovrà decidere il dopo quota 100, da adottare dal 1 gennaio 2022.

In base alle ultime novità sulla pensione, una delle ipotesi più concrete è quella di una quota 102. In pratica i requisiti attualmente previsti per quota 100 scalerebbero di due anni. Così facendo si andrebbe in pensione con 64 anni di età e 38 di contributi.

Ma ci sarebbe anche un’altra differenza con l’attuale quota 100, quello di un taglio significativo dell’assegno. Si parla di una riduzione fra il 2,8 e il 3%, per ogni anno necessario a raggiungere i requisiti previsti dalla pensione di vecchiaia.

Questo il quadro della situazione attuale sulle pensioni 2021 e cosa cambia per i lavoratori che puntano alla pensione anticipata. In attesa di conoscere le decisioni finali del governo.

Vedi anche:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!