Legge di bilancio 2022. Novità pensioni oggi

Legge di bilancio e riforma pensioni 2022. Indicazioni Ocse su quota 100, opzione donna e scatti aspettative di vita. Ultimissime notizie sulla pensione.

Legge di bilancio 2022. Il ministro dell’economia Daniele Franco ha confermato che la riforma pensioni arriverà all’interno della nuova manovra finanziaria. L’intenzione è quella di inserire alcune forme di prepensionamento. Ma attenzione perché l’ultimo rapporto Ocse fornisce delle indicazioni ben precise sulle possibili scelte del governo.

Legge di bilancio 2022 pensioni

Ecco quali sono le novità di oggi sulle pensioni e come potrebbero cambiare nella manovra 2022.

VEDI ANCHE: PENSIONE ANTICIPATA 2021

Ocse pensioni 2022

Secondo l’Ocse, come riporta l’Economic Outlook sull’Italia di settembre 2021, la riforma pensioni dovrebbe tenere conto di alcuni aspetti. Questi i 3 principali:

1- no alla proroga di quota 100

2- no al rinnovo di opzione donna

3- si al riavvio degli scatti legati alle aspettative di vita (attualmente bloccati fino al 2026).

Vediamo in breve quali sono le motivazioni. Sul no al rinnovo di quota 100 pesano gli eccessivi costi. Stando al rapporto Ocse una misura permanente di questo tipo, farebbe aumentare la spesa pensionistica dell’11% entro il 2045.

Anche l’eventuale proroga di opzione donna è bocciata. In questo caso il motivo riguarda la forte penalizzazione sull’assegno pensionistico, che per l’Ocse rischia di aumentare la povertà nella terza età.

Viceversa il ritorno agli scatti legati alle aspettative di vita viene vista di buon occhio, perché abbasserebbe il costo del sistema previdenziale. Tuttavia si rischia un aumento eccessivo dell’età necessaria per la pensione. Quindi bisognerebbe comunque trovare nuove forme di flessibilità in uscita dal lavoro.

Riforma pensioni governo Draghi ultime

L’esecutivo dal canto suo ha già fatto sapere che quota 100 non ci sarà nella manovra 2022, come confermato dal ministro Franco. Quindi il problema posto dall’Ocse non si pone in questo caso.

Diverso è invece il discorso relativo ad opzione donna, con il governo che valuta la possibilità di rendere strutturale la misura. Il motivo è che permetterebbe alle lavoratrici in possesso dei requisiti di anticipare la pensione, ma con una formula poco costosa per le casse dello stato. Un discorso simile vale per l’Ape Sociale, che consentirebbe l’anticipo pensionistico a più lavoratori, ma a spese ragionevoli.

Novità pensioni 2022

Insomma, l’intenzione del consiglio dei ministri è quella di garantire ai lavoratori ancora qualche forma di scivolo pensionistico. Ma inevitabilmente la spesa necessaria per attuare tali misure influirà sulle decisioni finali. Al riguardo il ministro Franco ha dichiarato: “sono fiducioso che troveremo una soluzione equilibrata nella prossima legge di bilancio”.

Queste le ultime novità di oggi sulle pensioni. In attesa che il governo decida il contenuto della riforma pensionistica da inserire nella manovra 2022, l’Ocse ha fornito indicazioni ben precise, che in parte potrebbero essere recepite al fine di contenere la spesa previdenziale italiana.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!