Ylvis alla conquista del Web: la comicità surreale dei fratelli norvegesi

Arrivano dalla Norvegia e fanno canzoni dai testi demenziali ma dalle melodie molto orecchiabili. Sono il nuovo travolgente successo del Web.
ylvis

Il fenomeno Web dell’anno sono due fratelli norvegesi poco più che trentenni. Chi l’avrebbe mai detto? Dopo Psy e il suo “Gangnam Style” gli Ylvis travolgono tutti con i loro tormentoni basati su una perfetta produzione musicale, bellissimi video, ritornelli irresistibili e testi totalmente surreali e demenziali. Al momento il loro pezzo più famoso, “The Fox”, ha 191 milioni di visualizzazioni su Youtube. La formula dei due comici e cantanti norvegesi è quella di fare video serissimi – dove si fa la parodia di molti video pop e r’n’b americani – aggiungendoci una buona dose di follia. Come in “The Fox”, appunto, dove ci si chiede quale sia il verso che fa la volpe (un po’ come il nostro “il coccodrillo come fa?”) tentando di dare un’assurda risposta nell’ormai celebre ritornello.

Ma gli Ylvis non sono solo “The Fox”. I due fratelli, Bård and Vegard Ylvisåker, sono da tempo due star della tv norvegese grazie al loro programma “I kveld med Ylvis”. Tra i loro video, tra gag comiche e pezzi satirici, spiccano quelli musicali, come “The cabin”, dove il protagonista tenta in tutti i modi di convincere la compagna a passare una vacanza nella sua capanna nel bosco: un testo surreale e irresistibile, se riuscite a leggere i sottotitoli in inglese, ma anche un ottimo pezzo pop.

Stesso discorso per “Massachusetts”, un folle video dove si celebra lo stato americano paragonandolo al paradiso in Terra, con un ritornello che vi ritroverete a canticchiare subito dopo aver visto il video

In “Stonehenge” invece uno dei due fratelli avrebbe anche una vita felice, se non fosse che è tormentato da una domanda: qual è il significato del sito neolitico inglese di Stonehenge? Un dubbio che tormenta il povero protagonista, in una canzone che – se non fosse totalmente demenziale – sarebbe una perfetta hit pop di quelle strappalacrime.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!