Home»Economia»Economia News»Tutti i bonus casa 2017. Regole e requisiti

Tutti i bonus casa 2017. Regole e requisiti

4
Shares
Pinterest Google+

I bonus casa 2017 riguardano affitti, bollette di corrente e gas, ristrutturazioni, mutui. Ecco tutte le guide per le domande e per ottenere i contributi

bonus casa

I bonus casa 2017 e i bonus che danno sostegno per pagamenti di bollette e affitti sono molti e c’è il rischio di essersene perso qualcuno per strada. Come abbiamo fatto per i bonus famiglia e i bonus bebè 2017, cerchiamo perciò di darvi un quadro il più possibile completo, con i collegamenti a tutte le guide specifiche, in modo da poter agevolmente presentare le domande e accedere ai preziosi sostegni.

Bonus ristrutturazioni 2017

La legge di stabilità 2017 ha prorogato un importante provvedimento che consente un buon risparmio sugli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica della propria abitazione. Il bonus ristrutturazione 2017 è una detrazione del 50% sulle spese di ristrutturazione, manutenzione ordinaria e straordinaria di edifici residenziali, costruzione di autorimesse, installazione ascensori per abbattere le barriere architettoniche, ripristino di alloggi dopo eventi calamitosi, lavori per cablatura e insonorizzazione, installazione di porte blindate o sistemi di antisfondamento e videosorveglianza, interventi per il risparmio energetico o che minimizzino i rischi di infortuni domestici. La detrazione sale al 65% in caso di lavori in funzione antisismica, con un massimale di 96.000 Euro.

Vedi la guida completa per il bonus ristrutturazioni ed efficientamento energetico 2017.

Bonus corrente e bonus gas 2017

Si tratta di due importantissimi bonus che sono in vigore da qualche anno (precisamente dal 2014) e che permettono un buon risparmio sulle bollette elettriche e del gas delle sole utenze domestiche (cioè delle case di prima abitazione). Per avere questo sostegno occorre avere un reddito famigliare Isee che non sia superiore a 8.107,5 Euro/anno che salgono a 20 mila euro/anno in presenza di tre figli a carico. L’ammontare del bonus elettrico è proporzionale al numero dei componenti della famiglia (es. con 2 componenti sono 112 Euro per anno, oltre i 4 componenti si prendono 168 Euro per anno).

L’ammontare del bonus gas invece è regolato in base al numero dei componenti della famiglia, alla zona climatica dove ha sede la casa e alla tipologia di utilizzo del gas (se per riscaldamento o per acqua sanitaria e di cottura). I due bonus possono essere cumulati.

Vedi la guida completa per bonus energia elettrica 2017 e bonus gas 2017.

Detrazioni interessi sui mutui 2017

Sugli interessi per i mutui stipulati per l’acquisto della prima casa si può apportare in dichiarazione dei redditi una detrazione pari al 19%. La detrazione è valida anche per mutui accesi per finanziare opere di ristrutturazione, purché sempre per case di prima abitazione. La detrazione può arrivare ad un massimale di 4.000 euro.

Vedi la guida completa per la detrazione sugli interessi dei mutui 2017.

Bonus casa 2017 -Contributi per l’affitto

Il Fondo per la morosità incolpevole 2017 aiuta le famiglie con redditi Isee sotto i 26 mila Euro annui e che hanno ricevuto una notifica di sfratto per morosità nel pagamento dei canoni di un alloggio dove vivono con contratto regolare. Il contributo viene erogato in presenza di perdita del lavoro, di cessazione di un’attività da libero professionista o per fine della prestazione lavorativa a causa di eventi indipendenti dalla volontà come ad esempio l’insorgere di una patologia grave o un infortunio. Il contributo arriva ad un massimo di 8.000 Euro.

Vedi la guida completa per i contributi all’affitto 2017.

Esenzione canone Rai 2017

Il canone radiotelevisivo è un balzello non certo amato dai contribuenti ma sono previste specifiche esenzioni. In primis se non si ha un televisore (o attrezzatura elettronica equiparabile: radio, riproduttori multimediali, Pc e chiavette con sintonizzatore televisivo) si può presentare una dichiarazione sostitutiva anno per anno all’Agenzia delle Entrate e ottenere l’esenzione dal pagamento del canone Rai. Sono previste anche esenzioni per il reddito: se si hanno più di 75 anni e un reddito annuale inferiore a 6713 Euro non si deve versare il canone.

Vedi la guida: Come avere l’esenzione dal Canone Rai 2017

No Comment

Leave a reply

Previous post

Tutti i bonus bebè e famiglia 2017

Next post

Pippa e Kate eroine del 21esimo secolo e la noia della monarchia britannica