Rincari bollette 2022. Da quando aumenta la bolletta del gas

Rincari bollette autunno 2022 in Italia. Percentuale e data aumento gas in bolletta. Ipotesi nuovo decreto aiuti del governo.

Rincari delle bollette in arrivo nei prossimi mesi del 2022, a causa dell’aumento del prezzo delle materie prime. Su tutte quello del gas, arrivato a toccare il massimo delle quotazioni alla borsa di Amsterdam, ma non solo.

Rincari bollette da quando aumenta la bolletta del gasVediamo allora da quando ci sarà un aumento della bolletta del gas e cosa potrebbe fare il governo per diminuire l’impatto dei rincari sulla tasche degli italiani.

VEDI ANCHE: PREZZO GAS PREVISIONI BOLLETTE 2022-23

Quando e quanto aumentano le bollette del gas

Come riporta Ilsole24ore l’aumento scatterà a partire da ottobre 2022, in virtù dell’aggiornamento trimestrale delle tariffe da parte dell’Arera (autorità dell’energia). L’adeguamento dei costi arriverà a fine settembre e scatterà dal primo giorno del mese successivo.

Con le quotazioni del prezzo del gas aumentate fino a quasi 300 euro al megawattora negli ultimi giorni alla borsa di Amsterdam, l’incremento delle tariffe appare inevitabile. Su questo pesa la diminuzione delle forniture di gas dalla Russia, ancora impegnata con la guerra in Ucraina.

Ora però il rischio per gli italiani è di un aumento del 100% o quasi. In altre parole le bollette del gas potrebbero addirittura raddoppiare da ottobre. Al momento però si tratta solo di stime frutto dell’andamento delle quotazioni sui mercati, per averne la certezza bisognerà attendere fine settembre. Tuttavia di sicuro un incremento ci sarà, come lasciato intendere dal numero uno di Arera Stefano Besseghini.

Nuovo decreto bollette, le ipotesi del governo

Visto l’arrivo di aumenti molto pesanti, il Governo Draghi potrebbe intervenire con nuove misure economiche in favore di famiglie e imprese. Non è certo si ricorra ad un nuovo decreto (anche in ragione delle elezioni del 25 settembre 2022), ma è possibile come dichiarato dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Roberto Garofoli.

Ciò significa che oltre alle misure già varate con il DL aiuti e decreto aiuti bis, l’esecutivo Draghi potrebbe effettuare nelle prossime settimane:

  • nuovi interventi per ampliare la platea dei beneficiari del bonus sociale
  • nuovi aiuti a famiglie e lavoratori (come già accaduto con il bonus 200 euro)
  • un piano di razionamento dell’energia nelle abitazioni e per l’illuminazione pubblica (ipotesi da applicare solo in caso di estrema necessità, ovvero carenza di gas).

Cosa vuol dire tetto al prezzo del gas?

Fra le altre ipotesi avanzate per contenere l’aumento delle bollette, c’è anche il tetto al prezzo del gas in Europa proposto dai partiti, che tuttavia sono in piena campagna elettorale.

Ma cosa significa praticamente mettere un tetto al prezzo del gas? Molto semplicemente con questo meccanismo, denominato anche “price cap“, si stabilisce un limite al prezzo del gas per megawattora (per esempio 150 euro). Così facendo si stabilisce che i consumatori non potranno pagare più di 150 € al megawattora per le loro utenze. In teoria una soluzione ottimale per gli utenti, ma molto difficile da applicare soprattutto a livello europeo.

Ricapitolando, abbiamo visto da quando scatta l’aumento della bolletta del gas. Per contenere questo incremento il governo Draghi è pronto a varare nuove misure, senza aspettare l’insediamento del nuovo esecutivo, che nella migliore delle ipotesi potrebbe avvenire a metà novembre 2022. Ma gli italiani hanno bisogno di risposte più rapide per evitare un vero e proprio salasso economico nei prossimi mesi.

VEDI ANCHE: PREZZO BENZINA PREVISIONI QUANTO COSTERA’

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!