Bonus smart tv: a chi spetta e come riceverlo

Bonus smart tv 2019 2020: cos’è, a quanto ammonta e i requisiti per riceverlo.

Bonus smart tv. Dal mese di dicembre 2019 partono i contributi per l’acquisto delle nuove smart tv e dei decoder, capaci di supportare la tecnologia DVBT2. Essi si sono resi necessari perché tale tecnologia diventerà l’unica utilizzabile fra qualche anno.

Dunque, visto che le tv sono un oggetto presente in tutte le case degli italiani, è evidente che un bonus simile abbia una grande importanza. Perciò vediamo qui di seguito tutto ciò che bisogna sapere al riguardo.

I cambiamenti di trasmissione e il fondo bonus smart tv

A partire dal 1 luglio 2022, il metodo di trasmissione del vecchio digitale terrestre non funzionerà più, facendo strada alla nuova tecnologia DVBT2.

Per questo il Ministero dello sviluppo economico ha intenzione di aumentare il fondo di 151 milioni di euro, attualmente previsti dalle Legge di bilancio 2019 2020, al fine di favorire l’acquisto dei dispositivi muniti di tale tecnologia. Con i finanziamenti già previsti il bonus per l’acquisto delle smart tv ammonta a 50 euro.

L’accelerazione sull’aumento dei fondi destinati al bonus non è dunque casuale, ma legato alla necessità di restare al passo con i cambiamenti del sistema televisivo.

Per verificare se il televisore in vostro possesso è abilitato o meno alle nuove modalità di trasmissione, potete fare un controllo sul sito dei produttori. Nel caso non dovesse esserlo, si renderà necessario l’acquisto di una smart tv o di un decoder abilitato.

smart tv

Bonus smart tv, a quanto ammonta e a chi spetta

Proprio per consentire a tutti di fruire della visione dei contenuti trasmessi con la nuova modalità, partirà il bonus smart tv. Esso, come detto, può arrivare fino alla somma di 50 euro per ogni singolo nucleo familiare.

In sostanza lo sconto viene applicato direttamente dal venditore, al momento dell’acquisto. Ciò comporterà la formazione di un credito d’imposta in favore del negoziante, che verrà recuperato in sede di dichiarazione dei redditi.

E’ importante sottolineare che tale bonus spetta solo a quei nuclei familiari che rientrano nelle prime 2 fasce di reddito Isee. In altri termini lo sconto avviene solo in favore di chi ha redditi massimi di 10.632 € nel primo caso e di 21.156 euro nel secondo.

Non si tratta dunque di un incentivo erogato indistintamente a tutti, anche se l’aumento dei fondi allo studio potrebbe ampliare la platea dei beneficiari.

Bonus smart tv come richiederlo

Per richiedere tale bonus, un membro del nucleo familiare deve presentarsi direttamente dal venditore e mostrare alcuni documenti. Stiamo parlando di un’autocertificazione, in cui si deve indicare il nucleo familiare di appartenenza e la propria fascia Isee.

Inoltre, bisogna allegare un’ulteriore certificazione dove si dichiara che altri membri della famiglia non ne hanno usufruito. Questo perché il bonus può essere fruito una sola volta per nucleo. Fatto questo potrete ricevere il contributo previsto, da sottrare al costo d’acquisto della smart tv o del decoder di ultima generazione.

Bene, a questo punto avete le informazioni necessarie per ricevere il bonus smart tv. Ora non vi resta che iniziare a vedere quale modello acquistare, per essere pronti quando arriverà il momento del cambio di trasmissione.

Vedi anche:

Articoli Correlati

Add New Playlist