Bonus animali domestici 2021 detrazione. Guida

Bonus animali domestici 2021 novità detrazione per le spese sanitarie e veterinarie. Importi, spese e percentuali, secondo le ultime news di Agenzia delle entrate

Bonus animali domestici 2021, la detrazione relative alle spese veterinarie sostenute è presente nella legge di bilancio 2021. Nello specifico il testo della manovra all’art.1 comma 333 prevede un aumento del tetto massimo di spesa, per fruire dalla detrazione fiscale.

Bonus animali domestici

Tuttavia le spese prese in considerazione per ricevere la detrazione, sono solo quelle tracciabili, come chiarito con apposito provvedimento l’agenzia delle entrate. Approfondiamo quindi come funziona questa agevolazione fiscale, a quanto ammonta la percentuale da portare in detrazione quali spese vi rientrano.

VEDI ANCHE: BONUS ANIMALI DOMESTICI COMUNI ADERENTI

Bonus animali domestici 2021 detrazioni fiscali

Il bonus animali domestici è una detrazione del 19% sulle spese sostenute per la cura di animali legalmente detenuti a scopo di compagnia. In altri termini, consente di recuperare parte dei costi sostenuti per le spese sanitarie o veterinarie necessarie per cani, gatti e altri animali domestici.

Il tetto massimo di spesa previsto in questo caso ammonta a 550 euro, con un aumento di 50 euro rispetto a quanto previsto nell’anno precedente. Tale aumento è disposto nel testo della manovra di bilancio 2021 al comma 333.

Bonus animali domestici come funziona

La detrazione scatta al raggiungimento di una spesa minima pari a 129,11 euro (la cosiddetta franchigia). Quindi se durante il 2020 avete speso una somma maggiore di questa per le spese veterinarie dei vostri animali domestici, allora potrete richiedere l’agevolazione.

Per farlo bisognerà inserire le spese all’interno della dichiarazione dei redditi 2021 (che riguarda l’anno d’imposta 2020). Ciò sarà possibile tramite la compilazione del nuovo modello 730. Una volta fatto il 19% di tali spese formerà la detrazione che spetterà al contribuente.

Le spese sostenute devono essere documentate e rispettare i requisiti specificati dall’agenzia delle entrate. Andiamo a scoprirli qui di seguito.

VEDI ANCHE: 730 2021 AGENZIA ENTRATE NUOVI MODELLI

Bonus animali spese ammesse agenzia delle entrate

Con il provvedimento del 16 ottobre 2020, l’Agenzia delle entrate ha disposto solo i pagamenti tracciabili (salvo alcune eccezioni) come validi ai fini della detrazione. Si tratta delle spese sanitarie e veterinarie fornite all’Amministrazione finanziaria dal Sistema tessera sanitaria.

In altri termini il contribuente ha diritto alla detrazione solo se ha sostenuto le spese per gli animali tramite Pos o altri mezzi tracciabili. Stiamo parlando nello specifico di:

  • Carte di credito
  • bancomat
  • versamenti bancari (bonifico ecc.)
  • versamenti postali.

Le uniche eccezioni all’obbligo di pagamento tracciabile riguardano i seguenti casi:

  • l’acquisto di dispositivi medici e medicinali
  • detrazioni per prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private accreditate con il servizio sanitario nazionale.

Bonus animali domestici altre informazioni utili

Infine, si ricorda che il limite di spesa della detrazione è indipendente dal numero di animali posseduti. E’ quanto riporta la circolare n. 19/E/2020 dell’Agenzia delle entrate.

Quindi riassumendo, le spese sostenute con mezzi di pagamento tracciabili, per la cura degli animali, nel 2020, consentiranno di ricevere una detrazione del 19% nella dichiarazione da presentare nel 2021. Anno in cui la nuova legge di bilancio prevede un tetto massimo di 550 euro per il bonus animali domestici.

Insomma, parliamo di una somma contenuta, ma che gli amanti degli animali possono comunque accogliere con piacere.

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE:

Related Posts

Ben tornato!