Bonus 200 euro partita iva. Decreto attuativo e scadenza domanda

Bonus 200 euro partite iva, il click day non ci sarà. Quando e come fare domanda, scadenze decreto attuativo per autonomi e professionisti.

Bonus 200 partita iva. Dopo un’attesa durata mesi finalmente ci siamo, anche i lavoratori autonomi e le partite iva potranno ricevere i 200 euro previsti dal decreto aiuti e già erogati ai dipendenti. Adepp e Inps hanno anticipato da quando richiedere il contributo. Non ci sarà un click day (come si pensava inizialmente), ma un periodo entro cui tutti i beneficiari potranno presentare istanza.

Bonus 200 euro partita iva decreto attuativo e scadenzaVediamo allora da quando si può fare domanda, chi ne ha diritto e le scadenze, secondo quanto previsto dal decreto attuativo.

VEDI ANCHE: TUTTI I BONUS 2022 ELENCO AGGIORNATO

Inps domanda bonus 200 euro partita iva, quando

Dopo l’incontro fra Inps e Adepp (Associazione degli entri previdenziali privati) sul decreto attuativo sul bonus 200 euro per autonomi e professionisti, sono stati anticipati tempi e modalità di richiesta per gli aventi diritto. Il decreto attuativo necessario per l’assegnazione del contributo, dopo il vaglio della corte dei conti, sarà pubblicato in gazzetta ufficiale nei prossimi giorni.

Dopo 2 giorni dall’arrivo in gazzetta, sarà possibile fare domanda. Secondo quanto anticipato dall’Adepp non prima del 20 settembre 2022. Inoltre, le risorse stanziate sono sufficienti per garantire a tutti i potenziali beneficiari l’erogazione del bonus una tantum. Questo grazie all’integrazione effettuata con il Dl 115/2022. Ciò significa che non ci sarà alcun click day, ma che i titolari di partita iva potranno richiedere il contributo entro la scadenza prevista dal provvedimento.

Scadenza domanda bonus 200 euro autonomi con partita iva

La data entro cui presentare richiesta all’Inps o alla propria cassa previdenziale in base ai casi, è il 30 novembre 2022. In altre parole entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi all’Agenzia delle entrate.

Non è quindi necessario presentare di corsa la domanda alla piattaforma online, che sarà attiva dai prossimi giorni, come invece molti temevano. Basterà fare richiesta entro la fine di novembre, ovviamente a patto di avere i requisiti necessari per ricevere l’una tantum del governo contro il caro vita. La data ufficiale dell’apertura delle procedure si conoscerà il giorno della pubblicazione in gazzetta ufficiale del decreto, comunque dal 20 settembre in poi come detto in precedenza.

VEDI ANCHE: BONUS 200 EURO DATE PAGAMENTO PER CATEGORIA

Bonus 200 euro professionisti, chi ne ha diritto

Ricordiamo quindi a chi spetta il bonus 200 euro partite iva e forfettari, secondo quanto precisato dal decreto attuativo del ministero del lavoro:

  • reddito fino a 35.000 euro per l’anno d’imposta 2021 (inclusi quelli eventuali da pensione o lavoro dipendente)
  • essere iscritti dal 2021 ad una gestione previdenziale (Inps o casse autonome)
  • aver già effettuato almeno un versamento totale o parziale all’erario.

Riassumendo, il bonus 200 euro per autonomi e partite iva, si potrà richiedere dopo il 20 settembre e fino al 30 novembre 2022. La domanda dovrà essere presentata al proprio ente previdenziale (Inps o casse autonome) se si possiedono i requisiti previsti dal decreto.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!