Serie A, 32esima giornata: il Milan cade ancora, Inter a +10

Nonostante il secondo pareggio consecutivo fuoricasa, l’Inter allunga ancora al vertice della classifica ed è sempre più vicina allo scudetto

Serie A, 32esima giornata – Con sette giornate ancora da giocare e la partita tra Torino e Lazio ancora da recuperare, l’Inter è sempre più vicina al titolo. Nonostante il secondo pareggio consecutivo, un altro 1-1, stavolta sul campo dello Spezia, la squadra di Antonio Conte ha addirittura incrementato il suo vantaggio sugli inseguitori.

Inter Cagliari
Sedicesimo risultato utile consecutivo per l’Inter capolista (Foto Inter Official Twitter)

Inter, avanti piano

L’Inter si limita a gestire quello che è un vantaggio assolutamente considerevole: anche perché alle sue spalle nessuna delle squadre inseguitrici ne sa approfittare. La squadra nerazzurra anche a Spezia (1-1) replica molto di quanto si era visto a Napoli. Una buona partita, con tante occasioni da gol sprecate: la voglia di vincere stavolta non basta, nonostante paradossalmente i nerazzurri abbiano creato molto di meglio e molto di più rispetto alle settimane nelle quali avevano vinto giocando anche peggio. É  un segnale del fatto che l’Inter ormai è padrona del suo destino e nulla sembra poter più rallentarla dal titolo. Dieci punti di vantaggio a sette turni dal termine sono un’enormità.

La corsa alla Champions League

Ad avere sprecato una clamorosa occasione è stata soprattutto l’Atalanta che ha costruito qualcosa come diciannove palle gol all’Olimpico contro la Roma, ma le ha sprecate quasi tutte. Il vantaggio marcato nel primo tempo da Malinovskiy viene rovinato da una espulsione, forse frettolosa, di Gosens. Ciò non toglie che la squadra di Gasperini abbia letteralmente gettato al vento una clamorosa opportunità rendendo la corsa alla Champions League qualcosa di assolutamente imprevedibile.

La sconfitta in casa del Milan (1-2 dal Sassuolo), vittima di un rendimento sempre più disastroso nel 2021 soprattutto a San Siro, fa il resto. Dal Milan, secondo, al Napoli, che vince con pieno merito in una partita rutilante (5-2) contro la Lazio, ci sono tre soli punti: quattro squadre in soli tre punti e per tre posti. Con un calendario che offre un gran numero di scontri diretti. Nemmeno la Lazio, che pure ha cinque punti da rimontare sul Napoli, può essere considerata esclusa. Perché comunque fin da domenica ha uno scontro diretto decisivo in casa contro il Milan. Tutto può succedere.

VEDI ANCHE: Quando gioca il Milan

Juventus appesa

É stata una settimana difficilissima per la Juventus: impensabile che la vicenda della Superlega non abbia lasciato un segno sulla squadra bianconera che anche contro il Parma si trova a dover rincorrere (3-1, in rimonta) a causa di in calcio di punizione di Brugman ingenuamente lasciato passare da Cristiano Ronaldo. I rapporti tra il fuoriclasse portoghese e la società non sembrano più così solidi. Si parla di un concreto interessamento del Manchester United per riportare in Inghilterra CR7 che dal canto suo non è più così solidamente sicuro di voler onorare fino all’anno prossimo il contratto con i bianconeri. Se la corsa alla Champions League dovesse diventare un altro obiettivo fallito per la Juventus si aprirebbe un’estate davvero molto complicata.

Nessuna sentenza è data: sette partite, ventuno punti a disposizione per tutti. Crotone quasi condannato, Parma quasi spacciato; il Cagliari accorcia il distacco da Torino e Benevento che tuttavia in qualche modo fanno punti.

 Classifica serie a

SquadrePGVNPGFGSFR
Inter76322372712942
Milan66322066603822
Atalanta65321985733934
Juventus65321985642935
Napoli63322039713734
Lazio5831184953467
Roma5532167956488
Sassuolo49321310954504
Sampdoria4232126144346-3
Verona41321181340400
Bologna3832108144448-4
Udinese363299143442-8
Fiorentina333289154153-12
Genoa3332712133548-13
Spezia333289154260-18
Torino3131613124654-8
Benevento3132710153562-27
Cagliari283277183654-18
Parma2032311183366-33
Crotone153243253880-42

Prossimo turno

Genoa             Spezia             sabato 24 aprile 15.00

Parma             Crotone           sabato 24 aprile 18.00

Sassuolo         Sampdoria      sabato 24 aprile 20.45

Benevento      Udinese          domenica 25 aprile 12.30

Fiorentina       Juventus          domenica 25 aprile 15.00

Inter                Verona            domenica 25 aprile 15.00

Cagliari           Roma              domenica 25 aprile 18.05

Atalanta          Bologna          domenica 25 aprile 20.45

Torino             Napoli             lunedì 26 aprile 18.30

Lazio               Milan              lunedì 26 aprile 20.45

 

Related Posts

Ben tornato!