Partite Serie A 6a giornata: Juventus, Inter e Roma a caccia di un riscatto

Serie A, sesta giornata. Il calendario e l’orario di tutte le partite | Dove vederle | Temi e protagonisti di ogni gara

Ancora un tour de force per le big di Serie A che scenderanno in campo nel corso del week-end e poi in settimana per le coppe europee. Poi un ultimo turno che chiuderà il primo stint del campionato fino domenica 18 settembre, quando ci sarà la prima sosta di campionato. Per poi riprendere il 1 ottobre.

Vlahovic
La Juventus si aggrappa a Vlahovic  (Juventus Twitter)

Questo il calendario delle gare in programma: per ogni partita l’orario di calcio d’inizio con il dettaglio del canale di messa in onda

PARTITA RISULTATIMARCATORI
NAPOLI
SPEZIA
Spezia Calcio
1-0Raspadori
INTER
TORINO
Torino Football Club
1-0Brozovic
SAMPDORIA
MILAN
logo Milan
1-2Messias (M), Djuricic (S), rig. Giroud (M)
ATALANTA
CREMONESE
Logo Cremonese
1-1Demiral (A), Valeri (C)
BOLOGNA
Bologna calcio
FIORENTINA
2-1Martinez (F), Barrow (B), Arnautovic (B)
LECCE
MONZA
1-1Sensi (M), Gonzalez (L)
SASSUOLO
UDINESE
1-3Frattesi (S), Beto (U), Samardzic (U), Beto (U)
LAZIO
SS Lazio
VERONA
Logo verona Calcio
2-0Immobile, Luis Alberto
JUVENTUS
SALERNITANA
2-2Candeva (S), rig. Piatek (S), Bremer (J), Bonucci (J)
EMPOLI
Logo Empoli
ROMA
1-2Dybala (R), Bandinelli (E), Abraham (R)

Serie A, 6a giornata: Napoli-Spezia

Reduce dalla meravigliosa affermazione di Champions League contro il Liverpool il Napoli, imbattuto, torna al Maradona, per proseguire la sua serie positiva. Il grande assente è ovviamente Osimhen, perso per un mese a causa di un problema muscolare rimediato in Champions League. Simeone, dopo il suo primo gol europeo, candidato a un ruolo da protagonista al centro dell’attacco. In vista dell’impegno di martedì sera a Glasgow contro i Rangers, Spalletti opterà per un giusto turnover. Spezia con tutti i titolari a disposizione compreso Ampadu che dovrebbe fare il suo esordio.

Serie A, 6a giornata: Inter-Torino previsioni

Non è certo un bel momento per l’Inter che dopo la sconfitta nel derby ha dovuto incassare anche un esordio piuttosto pesante in Champions League contro il Bayern Monaco. Squadra incompleta, Lukaku ancora assente. Simone Inzaghi cerca di responsabilizzare la squadra ma l’avversario è tutt’altro che comodo. Il Torino di Juric, a ridosso delle primissime posizioni di classifica, può contare su un Vlasic galvanizzato da tre gol in altrettante partite.

Inter
Inter, dopo il derby la sconfitta europea contro il Bayern (Inter Official Twittter)

Serie A, 6a giornata: Sampdoria-Milan

Anche per il Milan l’esigenza è quella di dosare le forze e riequilibrare gli impegni in vista dell’esordio di Champions League a San Siro in programma mercoledì sera. Tuttavia l’assenza di Rebic rende le scelte di Pioli un po’ più complicate. Milan costretto a rinunciare anche a Florenzi, vittima di un grave infortunio muscolare, operato, assente quantomeno fino a febbraio. Potrebbe essere il momento dell’esordio dal primo minuto per Kjaer che torna da titolare dopo la lunghissima assenza legata al drammatico infortunio dello scorso anno. Probabile una maglia da titolare anche per Origi, con Giroud in panchina. Sampdoria alla ricerca della prima vittoria in campionato in un avvio di stagione reso molto complesso dalla delicata situazione societaria.

Serie A, 6a giornata: Atalanta-Cremonese

La capolista Atalanta, la prima vera grande sorpresa di queste prime cinque giornate di campionato, ha a disposizione un turno apparentemente facile ma sicuramente non comodo. Tra le neopromosse la Cremonese ha dimostrato ampiamente di essere una squadra in grado di giocare bene e impensierire squadre molto blasonate. Interessante il duello in panchina tra Gasperini e Alvini, un allenatore che in parte si ispira proprio al tecnico torinese della Dea, e che ha già espresso idee piuttosto brillanti. Atalanta che riconferma titolari dal primo minuto i giocatori che a oggi hanno fatto la differenza in termini di gioco e di gol. E dunque Koopmeiners, Lookman e Hojlund.

Milan Tonali
In settimana Tonali ha rinnovato fino al 2027 (MIlan Official Twitter)

Serie A, 6a giornata: Bologna-Fiorentina

Il derby dell’Appennino, uno dei classici del campionato italiano di Serie A è anche la prima partita dopo oltre tre anni senza Sinisa Mihajlovic, esonerato dal Bologna in una settimana sofferta che la squadra di casa potrebbe pagare anche da un punto di vista emotivo. Si è scritto molto della decisione del club di esonerare il suo tecnico, ma anche delle vicende personali e private di Mihajlovic, da almeno due anni in lotta contro la leucemia. Una decisione non facile alla quale al momento manca ancora un anello fondamentale: chi lo sostituirà in panchina. Per ora la soluzione provvisoria è Vigiani. De Zerbi ha preferito rinunciare all’incarico proprio per rispetto nei confronti di Mihajlovic, assente ma sicuramente figura centrale allo stadio. Da capire anche quello che sarà l’atteggiamento del pubblico. Il Bologna, tre pareggi in cinque partite, non ha ancora vinto. La Fiorentina è senza vittorie da quattro giornate.

Lecce-Monza

Sfida tra neopromosse al via del mare. Due squadre che non hanno mai vinto con il Monza alla disperata ricerca del suo primo punto stagionale in Serie A. Il Lecce propone Ceesay in campo dal primo minuto. Monza con Pessina e Rovella titolari e Petagna sulla linea offensiva con Izzo che potrebbe fare il suo esordio. Partita dal pronostico imprevedibile tra due squadre costrette a fare i conti con la classifica ma anche ad avere coraggio e a non accontentarsi.

Serie A, 6a giornata: Sassuolo-Udinese

Ci si attendono conferme da Sassuolo e Udinese. Soprattutto dai friulani reduci da una prestazione meravigliosa all’Olimpico contro la Roma nella quale la nuova linea offensiva di Sottil, con Udogie, Deulofeu e Beto ha davvero convinto tutti. Problemi invece per gli emiliani costretti a rinunciare a Berardi, assenza lunga per una lesione muscolare alla coscia sinistra, e Defrel, con una frattura al piede sinistro.

 Lazio-Verona

Dopo avere incassato la prima sconfitta stagionale la Lazio prova a reagire contro un Verona che, per contro, contro la Sampdoria ha registrato il suo primo successo. Nella squadra di Sarri rinuncia allo squalificato Cataldi. Indisponibile anche Pedro per un leggero affaticamento. Ancora partenza dalla panchina per Luis Alberto. Verona che schiera la riconfermata coppia d’attacco composta da Lasagna ed Henry con Lazovic in posizione di trequartista.

Serie A, 6a giornata: Juventus-Salernitana

La Salernitana arriva a Torino ad affrontare una Juventus ferita e senza risultati. Tre pareggi in cinque partite in campionato, uno sfortunato esordio in Champions League contro il Paris Saint Germain e una squadra ancora piena di problemi e di indisponibilità. In settimana l’operazione di Pogba, dopo 43 giorni di terapia conservativa, ha provocato imbarazzo e polemiche. Il francese tornerà solo nel 2023. E l’assenza di Di Maria, oltre a una nuova partita europea decisiva da giocare in casa con il Benfica (mercoledì sera), costringe Allegri a scelte radicali. Titolare Kean. La Salernitana gioca e fa punti. La squadra di Nicola è il peggior avversario possibile per una Juventus ancora alla disperata ricerca di se stessa.

Serie A, 6a giornata: Empoli-Roma

A chiudere il programma della sesta giornata, nel posticipo del lunedì sera, la Roma il cui avvio di campionato strepitoso si è arenato a Udine con una brutta sconfitta che ha lasciato il segno. Due sconfitte consecutive per i giallorossi che sono caduti anche nell’esordio in Europa League contro il Ludogorets. Per Mourinho qualche problema di formazione non da poco considerando le assenze di Kumbulla, El Shaarawy e Zaniolo. L’Empoli è reduce da quattro pareggi consecutivi. Ma non ha mai vinto.

Vedi anche: Calendario Serie A

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!