Milan, quando torna Ibrahimovic

Milan Ibramovich, mancano poche settimane al rientro dell’attaccante svedese che dopo l’intervento è in fase di recupero. Ma con Ibra tutto è possibile anche vederlo in campo prima del previsto. Le ultime.

Manca davvero poco affinchè Zlatan Ibrahimovic torni a calcare i campi della nostra Serie A. A un paio di mesi dall’operazione, il 39enne attaccante svedese vede la fantomatica luce alla fine del tunnel. Ma riuscirà a esserci per la prima di campionato?

Zlatan Ibrahimovic

L’infortunio contro la Juve e l’operazione

Lo scorso 9 maggio, in chiusura di stagione, Zlatan Ibrahimovic ha dovuto dare forfait al campionato. Fatale, per lui, un infortunio al ginocchio sinistro, rimediato nel match di ritorno contro la Juventus. A nulla è servita la terapia conservativa tentata dal club. Da qui la decisione di operarsi: clearing articolare svolto in artroscopia eseguita a Roma dai chirurghi Volker Musahl e Fabrizio Margheritini. Lunghi, sebbene non eccessivamente, i tempi di recupero: le prime stime parlavano di circa un mese per tornare a correre. Dopodiché, almeno altre quattro per rivedere il campo.

Ibra, in campo forse già dalla prossima settimana? Per ora solo palestra

Ancora palestra per Zlatan, che sta ultimando il recupero post operatorio e la fisioterapia. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, mentre i compagni volavano a Nizza per l’amichevole con la squadra francese (pareggiata 1-1 con primo goal rossonero di Olivier Giroud), lo svedese ha continuato la sua preparazione personalizzata in palestra, con vista sul campo.

Perché manca davvero poco per il ritorno del centravanti di Malmoe, sebbene il team di preparatori e medici rossoneri si mantenga cauto. Ancora qualche seduta, poi il ritorno sul prato per le prime corse, magari già dalla prossima settimana.

E, infine, esercizi col pallone e col resto dei compagni. Con Ibrahimovic tutto è possibile, anche vederlo in campo per qualche minuto nell’amichevole contro il Panathinaikos del 14 agosto, ma il club non vuole assolutamente forzare i tempi, per evitare ricadute. In questo senso, le prime prestazioni di Giroud concedono una relativa tranquillità e copertura per il reparto, con Leao sempre presente.

Milan, Pioli medita sulla coppia Ibra-Giroud

Zlatan rimarrà ai box ancora qualche settimana e, probabilmente, salterà la prima di campionato. Ma Pioli pensa già alla possibile convivenza in campo dei due attaccanti. Per caratteristiche, non sarebbe un’idea così impossibile da figurarsi: Giroud è un’attaccante d’area, ma non disdegna il gioco di sponda. Così come Zlatan, abituato a mandare in gol i compagni, oltre che a finalizzare lui stesso. La carta d’identità non è assolutamente dalla parte di nessuno dei due, quindi questa soluzione potrebbe essere attuata per un numero esiguo di partite, ma rimane comunque una possibilità che Pioli sta vagliando concretamente.

Queste per ora le ultime news sul Milan e il rientro di Zatlan Ibrahimovic

VEDI ANCHE: Calendario serie A

 

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!