Partite Champions League seconda giornata: Juve in casa, Milan e Napoli trasferte a rischio

Tre squadre italiane impegnate mercoledì nella seconda giornata di Champions League in un programma cambiato all’ultimo istante

Cambia il programma di Champions League dopo il lutto che ha colpito il Regno Unito con la scomparsa della Regina Elisabetta II. E dunque il Napoli si adatta e posticipa al mercoledì la sua seconda giornata di Champions League contro i Rangers di Glasgow. Tre dunque le partite in programma per le squadre italiane in lizza.

Milan Giroud
Giroud, decisivo anche a Genova contro la Sampdoria (MIlan Official Twitter)

Milan-Dinamo Zagabria

Dopo il pareggio con il Red Bull Salisburgo, squadra che ha messo non poco in difficoltà i rossoneri di Pioli, il Milan è chiamato alla sua prima vittoria contro la Dinamo Zagabria. Una compagine che torna nelle massime competizioni europee con molte ambizioni: giocare sul loro campo sarà difficile per chiunque, anche per il Milan. Che tuttavia nel turno pomeridiano delle 18.45 cercherà di far valere il peso di San Siro.

Non è la prima sfida tra Dinamo e Milan in Champions League. Tra le due squadre c’è un precedente, nel 2000, quando i rossoneri nei preliminari del torneo europeo si aggiudicarono entrambe le partite, 3-1 in casa e 3-0 in trasferta. Milan ancora in emergenza offensiva considerando l’assenza forzata di Rebic: rispetto alla partita di campionato contro la Sampdoria cambia poco con un possibile ballottaggio tra Saelemaekers e Messias a favore del primo. Dinamo che nella prima giornata è stata la grande sorpresa della competizione battendo gli ex campioni d’Europa del Chelsea (1-0) in una partita che è costata la panchina a Tuchel.

La Dinamo Zagabria vanta un ruolino di marcia quasi perfetto nel campionato croato, 25 punti in nove partite, otto vittorie e un solo pareggio con Orsic, sei gol e quattro assist, capocannoniere assoluto.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernández; Tonali, Bennacer; Saelemaekers, De Ketelaere, Rafael Leão; Giroud.
DINAMO ZAGABRIA (3-5-2): Livakovic; Moharrami, Sutalo, Peric; Ristovski, Ademi, Misic, Ivanusec, Ljubicic; Petkovic, Orsic.

Si gioca alle 18.45 con diretta su SkySport e live streaming sulle applicazioni Sky Go e Mediaset Infinity +. Arbitra lo spagnolo Manzano.

Juventus-Benfica

È una Juventus notevolmente arrabbiata, ma anche a secco di vittorie, quella che affronta nell’esordio casalingo di Champions League il Benfica. La sconfitta di Parigi, per quanto la Juve nel corso del secondo tempo si sia dimostrata all’altezza della sfida e in grado anche di creare parecchi pericoli alla difesa avversaria, non ha portato alcun punto. Di qui l’assoluta necessità per la formazione di Massimiliano Allegri di tornare a una vittoria che sia scacciacrisi. Non solo in chiave europea ma anche in prospettiva campionato. Probabile un modulo a due punte per la Juve con Vlahovic e Milik, particolarmente efficace negli ultimi minuti del pareggio contro la Salernitana, condizionato da tantissime discussioni. Locatelli e Rabiot restano in forte dubbio.

Il Benfica, primo e a punteggio pieno nel campionato portoghese con 14 gol e sei vittorie in altrettante partite, è reduce dalla vittoria di misura (0-1) in casa del Famelicao. Benfica con tre punti in cassa dopo l’esordio vincente (2-0) sul Maccabi Haifa.

JUVENTUS (3-5-2): Perin; Bremer, Bonucci, Danilo; Cuadrado, Miretti, Paredes, McKennie, Kostic; Vlahovic, Milik. All. Allegri.
BENFICA (4-2-3-1): Vlachodimos; Bah, Antonio Silva, Otamendi, Grimaldo; Luis, Fernandez; Neres, Rafa Silva, Joao Mario; Ramos. All. Schmidt.

Si gioca alle 21.00 con diretta in esclusiva su Amazon Prime Video. Arbitra il tedesco Zwayer.

Rangers Glasgow-Napoli

In un Regno Unito ancora in lutto per la scomparsa della regina Elisabetta II, il Napoli si presenta con un biglietto da visita autorevole. Quello della splendida vittoria all’esordio (4-1) contro il Napoli. La trasferta di Glasgow, nel caldissimo Ibrox Park contro i Rangers che dopo anni tornano alla fase gironi di Champions League, è una partita chiave per il futuro del Napoli. Che, con un risultato pieno, non solo può conservare la prima posizione in classifica ma può davvero pensare di gestire il vantaggio conseguito contro i Reds fino al termine di questa regular season.

Simeone, impiegato part-time nella sofferta vittoria di campionato contro il Monza, dovrebbe essere al centro del tridente completato da Lozano e Kvaratskhelia. Zielinski dal primo minuto, con i suoi spunti, può diventare decisivo in una retroguardia avversaria molto fisica, ma che soffre il gioco palla a terra e di prima Proposto dalla squadra di Luciano Spalletti.Rangers nettamente battuto all’esordio ad Amsterdam dall’Ajax, 4-0. La squadra tuttavia proprio in considerazione del lutto reale ha riposato dopo il bruttissimo derby perso contro il Celtic 4-0, una sconfitta bruciante tra due squadre la cui rivalità e tremenda e sentitissima. Una doppia battuta d’arresto che sta pesando anche sulla panchina del tecnico olandese Van Bronckhorst. Rangers secondi nella Premiership scozzese, a cinque punti dal Celtic, primo e a punteggio pieno dopo sei gare.

RANGERS (4-2-3-1): McLaughlin; Tavernier, Goldson, Sands, Barisic; Wright, Lundstram; Tillman, Kamara, Kent; Colak.
NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Simeone, Kvaratskhelia.

Si gioca alle 21.00 con diretta su SkySport e live streaming sulle applicazioni Sky Go e Mediaset Infinity +.

Vedi anche: Partita Champions Inter

 

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!