Serie B femminile. Quante squadre vanno in C e quali vanno in B

Serie B femminile. Ecco quante squadre retrocedono e quali sono le promosse dalla Serie C.

Serie B femminile. Mancano ancora due giornate alla conclusione del campionato 2021-2022 e la lotta per la promozione in Serie A è ancora apertissima con Brescia e Como che si stanno dando battaglia. Tutto chiaro invece per quanto concerne le squadre retrocesse in Serie C, mentre è ancora tutto in discussione nei tre gironi di Serie C per capire quali club saliranno in B. Ora proviamo ad analizzare tutte le classifiche per capire chi sale e chi scende e come funzionano promozioni e retrocessioni.

Parlermo calcio femminile
ASD Parrmo calcio femminile ( Instagram)

VEDI ANCHE: Calcio femminile: come cambiano gli stipendi delle giocatrici

Quante squadre retrocedono in Serie C femminile

Nel campionato di Serie B donne 2021/2022 sono tre le squadre che scendono in Serie C, ovvero le ultime tre classificate al termine della stagione.

A due giornate dal termine, la situazione di classifica è ormai già chiara, con la matematica che ha condannato le tre squadre alla disputa della terza serie nella prossima stagione. Si tratta di Roma Cf, Pro Sesto e Palermo che occupano le ultime tre posizioni in graduatoria.

VEDI ANCHE: Serie C femminile 2021-22. Calendario, classifica e risultati

Quante squadra salgono dalla Serie C alla B donne

A fronte di tre retrocessioni, sono tre anche le squadre che saranno promosse dalla Serie C alla B femminile. A salire di categoria, saranno infatti le prime tre classificate di ciascuno dei tre gironi A, B e C di Serie C.

Ad oggi, non si conosce ancora nessun nome, in quanto quando mancano quattro giornate alla conclusione del campionato, la matematica non ha decretato ancora nessun verdetto. Ora però cerchiamo di capire quali sono i club che possono salire dalla C alla B.

  • Nel Girone A, l’Arezzo è (64 punti) comanda la classifica con 11 punti di vantaggio sul terzetto di inseguitrici composto da Azalee Solbiatese, Orobica Bergamo, Pinerolo. Le aretine, in caso di successo nel prossimo turno, conquisterebbero il salto in Serie B.
  • Nel Girone B sarà necessario attendere qualche giornata in più per capire chi salirà dalla C alla B. La lotta vede coinvolte Vicenza (64 punti), Trento (62 punti) e, più staccato e quasi fuori dai giochi, Venezia (57).
  • Nel Girone C, come nel B, la bagarre è serrata e per conoscere il nome della promosso dalla C alla B, bisogna aspettare. Ora in vetta c’è l’Apulia Trani con 61 punti seguita dal Chieri a 58 che però ha disputato una gara in meno rispetto alla capolista. Res Roma a 54 e Trastevere a 53 sono praticamente fuori dai giochi.

Quante squadre scendono dalla A alla B femminile

Il prossimo campionato di Serie B femminile accoglierà anche le tre squadre retrocesse dalla Serie A. Ad oggi, a una giornata dalla conclusione della stagione, si conoscono già due nomi, mentre per avere anche il terzo sarà necessario aspettare la disputa degli ultimi novanta minuti. Ora cerchiamo di capire quali sono i club che scendono dalla A alla B.

I nomi che già si conoscono sono quelli di Lazio e Verona, condannate anche dalla matematica. Il terzo nome invece uscirà fra Napoli e Pomigliano, che sono ancora in lotta. Le prime sono terzultime con 19 punti, le seconde quartultime con 20 ed è necessario attendere i risultati dell’ultima giornata per capire chi sarà la terza retrocessa dalla A alla B.

VEDI ANCHE: Serie A femminile 2022. Quante squadre vanno in B e quali vanno in A

Numero squadre Serie B femminile 2022/2023

Con lo sviluppo del nuovo format della Serie A femminile, che passerà a 10 squadre, cambia inevitabilmente anche la composizione della Serie B. Infatti, il campionato cadetto incrementerà il numero di squadre dalle 14 attuali alle 16 del campionato 2022/2023. Questo dovuto al fatto che, a fronte di una sola promozione in Serie A, ci sono tre retrocessioni dalla A alla B.

Il rinnovamento è stato ratificato dal Consiglio Federale già un anno fa in vista del passaggio al professionismo che invece è arrivato solo qualche settimana fa. Per questa motivazione si è preferito ridurre il numero di club nella massima serie e allargare quella cadetta, cercando di incrementare qualità e spettacolo in Serie A.

VEDI ANCHE: Le 10 calciatrici più forti e famose in attività. Ecco chi sono

Related Posts

Ben tornato!