Europeo Femminile, la prossima avversaria: il Belgio

Nazionale  Donne -Match alla pari per le Azzurre che lunedì alle 21 si giocano tutte le loro possibilità di restare in corsa nell’Europeo di calcio femminile contro il Belgio

Europei femminili – Quella tra Italia e Belgio è la partita che chiude il gruppo D e dunque la fase a gironi – ed è probabilmente la più imprevedibile.

Europeo Femminile Belgio
Il Belgio, un punto in due partite proprio come l’Italia (BelRedFlames)

Due squadre in evoluzione. Specchio di due movimenti che nel corso degli ultimi anni sono enormemente cresciuti, ma che ancora lamentano un certo gap rispetto a Germania, Francia, Inghilterra. Un divario che, anche nel corso di questi Europei è stato impietosamente confermato.

Come gioca il Belgio

Reduce dalla sconfitta di misura subita contro la Francia, il Belgio ha dimostrato di avere carattere e alcune individualità che non si limitano solo alla superstar Tessa Wullaert, tornata da poco a giocare in patria dopo una lunghissima esperienza all’estero in top club come Manchester City e Wolfsburg. Una squadra giovane che sta evidenziando talenti davvero interessanti.

Il Belgio gioca con un 4-3-3 ‘mascherato’ che ruota intorno ai tempi di centrocampo dettati da Tina De Caigny, giocatrice nata trequartista e che si rivela una play offensiva e intelligente nei tempi di inserimento, e che ha in Jamice Cayman un’attaccante pericolosissima (47 gol in 111 partite). Suo il gol del provvisorio pareggio alla Francia, un terminale micidiale, cui bisogna concedere pochissimo.

Un capitolo a parte merita Nicky Evrard, portiere titolare delle Red Flames (la riserva è Diede Lemey, unica ‘italiana’ della squadra – in forza al Sassuolo):  due rigori parati nelle prime due partite ufficiali del Belgio, oltre a numerosi interventi decisivi.

La situazione nel girone

Belgio e Italia sono obbligate a vincere. Di fatto si tratta di un vero e proprio scontro diretto. Ma non sono completamente padrone del loro destino. Entrambe infatti sono obbligate a sperare che la Francia, già qualificata e aritmeticamente prima del girone, prosegua il suo cammino perfetto allineandosi a Germania e Inghilterra, promosse a punteggio pieno, battendo l’Islanda. Un pareggio tra Belgio e Italia inevitabilmente vedrebbe le Azzurre in netto svantaggio sul conto della differenza reti per via dell’1-5 subito contro la Francia all’esordio.

Si gioca alle ore 21 all’Academy Stadium del Manchester City: arbitra la croata Ivana Martincic.

I due rigori parati da Nicky Evrard a Islanda e Francia

Vedi anche: Europei femminili la situadione nel Gruppo C

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!