Baccalà fritto

Ricetta Baccalà fritto, versione classica.

Il Natale è una festività che arriva con un gran numero di tradizioni culinarie, che trovano la loro espressione nelle cene e nei pranzi natalizi in ogni regione italiana. Il baccalà fritto è una pietanza immancabile per la cena della Vigilia, tanto da esserne diventata un simbolo, ed è ormai diffusa in tutta Italia anche se, originariamente, faceva parte della cucina povera tradizionale napoletana e romana. La sua preparazione è davvero semplice, non richiede molto tempo ed il suo gusto è ricco ed inimitabile.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg di baccalà sotto sale
  • 200 gr di farina
  • olio di arachidi per friggere q.b

Preparazione Baccalà fritto

baccalafritto

1) Prima di tutto, bisogna ricordarsi di comprare il baccalà sotto sale almeno due giorni prima di cucinarlo e di metterlo in acqua, in modo tale da dissalarlo.
2) Nel corso dei due giorni, bisognerà sciacquarlo un paio di volte al giorno. Giunti al momento della preparazione, togliete il baccalà dall’acqua, asciugatelo bene con un panno e tagliatelo a pezzi.
3) Mettete in un piatto la farina ed impanate bene ogni pezzo di baccalà.
4) Mettete sul fuoco una padella e fate riscaldare abbondante olio da frittura. Quando questo sarà sufficientemente caldo, immergetevi i pezzi di baccalà e fateli friggere per circa dieci minuti a fiamma bassa, girandoli a metà cottura per favorire la doratura su entrambi i lati.
5) Una volta cotti, togliete i pezzi di pesce dall’olio e lasciateli riposare su un foglio di carta assorbente per rimuovere l’olio in eccesso.
6) Servite il piatto ben caldo e accompagnatelo con un vino leggero ma dal gusto deciso, come il Nettuno Novello Doc, prodotto nella provincia di Roma.
Un ottimo contorno per il baccalà fritto è l’insalata di rinforzo, tipico piatto natalizio a base di cavolo.
Vedi anche:
0/5 (0 Recensioni)

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!