Emilia Romagna: mezze maniche ripiene in brodo di terza

MEZZE1
Questa è una delle ricette tipiche della mia famiglia, una di quelle ricette che mette d’accordo tutti a tavola, che quando dici :”Ragazzi è pronto, ci sono le mezze maniche ripiene in brodo di terza!” tutti corrono e nessuno si fa pregare di sedersi atavola, di quelle che hanno radici profonde nel passato, di quelle che evocano ricordi di nonne che davanti al camino o alla stufa alla sera si mettevano a chiacchierare e intanto riempivano mezze maniche per i pranzi della domenica, quando si festeggiava e si mangiava qualcosa di speciale ma preparato con ingredienti poveri genuini ma soprattutto sempre a disposizione.
Ora, lo devo ammettere, non ci sono più camini, stufe a legna ma la mia mamma si mette ancora la sera a riempire queste prelibatezze per i nostri pranzi delle domeniche d’inverno, di ritorno dalla messa è sempre un gran piacere gustarle seduti a tavola, con la calma che si aspetta tutta la settimana davanti ad un bel bicchiere di gutturnio.
Il massimo è gustarle cotto nel brodo in terza, cioè preparato con almeno tre tipi di carne: nel mio caso manzo, gallina e maiale.
Ingredienti per il brodo in terza
un pezzo di manzo (cappello di prete o pernice)
una gallina da brodo (io amo riempirla con un semplice ripieno di uova, formaggio grana, pan grattato aglio e prezzemolo, ma si può anche lasciare vuota)
un paio di costine di maiale
un osso di manzo
una carota, una cipolla e una gamba di sedano.
Preparazione
Visto che dobbiamo usare il brodo per le mezze maniche io parto dall’acqua fredda e metto i pezzi di carne, poi accendo il fuoco abbastanza alto e aspetto che la carne inizi a schiumare, con un colino prelevo la schiuma finchè non si esaurisce e poi aggiungo le verdure, il sale e metto un coperchio, abbasso la fiamma e me ne dimentico per almeno due ore e mezza, se sono tre non importa!

Ingredienti per le mezze maniche ripiene

500 g di pasta secca tipo “mezze maniche”
2 uova
500 g di formaggio grana padano grattuggiato
150 g pane gratuggiato
noce moscata
200 g di salsiccia spellata
sale qb
poco brodo per scottare il pane gratuggiato circa 100 ml

Preparazione

Si procede scottando il pane con un pochino di brodo bollente (il composto deve risultare sodo) poi si aggiungono il grana padano, le uova, la salsiccia sgranata e infine una grattatina di noce moscata e un pizzico di sale fino.
Ora viene la parte noiosa, con santa pazienza si prendono le mezze maniche e, ad una ad una, si riempiono con il ripieno preparato (che preferibilmente viene lasciato riposare per qualche ora anche per tutta la notte).
Così preparate si possono mettere in frigo e cuocerle il giorno successivo oppure stiparle in freezer per averle sempre pronte all’occorrenza per accogliere ospiti inattesi o per avere una cena pronta di ritorno da una lunga giornata di lavoro!
Al momento di prepararle, portate a bollore il brodo, buttate le mezze maniche per il tempo indicato sulla confezione, se son congelate ne occorrerà un pochino in più, la prova assaggio rimane sempre la migliore 😉
…e se durante la cottura il ripieno esce… no problem il brodo ne guadagnerà in gusto… qualcuna ogni tanto si svuota…

Blog: Pappa e cicci

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!