Riforma pensioni 2021 22. Come funziona quota 102

Riforma pensioni, quota 102 ultimissime. Ecco come funziona la nuova proposta per la pensione anticipata 2022. Requisiti calcolo e penalizzazioni.

Riforma pensioni 2021-22. Dopo l’addio a quota 100 previsto per fine 2021, il governo vaglia nuove ipotesi, capaci di garantire ancora flessibilità in uscita, ma con requisiti anagrafici più elevati rispetto al passato.

riforma pensione 102

La più autorevole proposta in questo senso riguarda la cosiddetta quota 102. Si tratta di uno scivolo per il prepensionamento dei lavoratori in possesso di determinati requisiti e senza eccessive penalizzazioni, almeno secondo l’ideatore Brambilla.

VEDI ANCHE: PENSIONE ANTICIPATA 2021

Calcolo pensione quota 102

La proposta dell’economista Alberto Brambilla, prevede un funzionamento simile a quello già adottato con quota 100. Si tratta di raggiungere il numero previsto dal nome (ovvero 102) tramite la somma dell’età anagrafica del lavoratore e gli anni di contributi versati.

La base di età individuata da Brambilla in questo caso è di 64 anni, quindi il calcolo sui contributi da versare è presto fatto: 38 anni (così calcolati 102-64). Con questa ipotesi, nel 2022 si accederebbe alla pensione anticipata con 64 anni di età anagrafica e 38 di contributi.

Quota 102 penalizzazioni pensioni

Abbiamo visto il calcolo della proposta quota 102, lo stesso discorso potrebbe farsi per una quota 103 e così via. Ma per rendere la misura meno onerosa per lo Stato, potrebbe esserci un ricalcolo contributivo dell’assegno pensionistico, in modo simile a quanto prevista da Opzione donna.

Ricordiamo, infatti, che uno dei paletti della nuova riforma è rappresentato dalla necessità di diminuire la spesa per il sistema previdenziale. Così facendo gli assegni avrebbero un importo minore. Tuttavia Brambilla auspica che non vi siano penalizzazioni sull’importo dei trattamenti pensionistici. Secondo l’economista esistono già i coefficienti di trasformazione che prevedono un minor importo della pensione per chi vi accede prima. Quindi un ulteriore penalizzazione sarebbe ingiusta.

Riforma delle pensioni, ultime sulla pensione

La proposta di quota 102, seppur autorevole, resta ancora solo un’ipotesi per il governo Draghi. La difficile lotta alla pandemia, dal punto di vista sanitario ed economico, non permette al ministro del lavoro Orlando di occuparsi a tempo pieno della riforma pensioni per ora.

Insomma, l’ipotesi di Brambilla sarebbe una soluzione se da qui a fine anno non si riuscisse a trovare il tempo di allestire una riforma vera e propria della previdenza. Di sicuro dal primo gennaio 2022 le opzioni a disposizione per accedere alla pensione anticipata cambieranno, ma non ci sono ancora certezze sul come.

Queste le notizie dell’ultima ora sulla riforma pensioni. Quota 102 rappresenterebbe una soluzione gradita a lavoratrici e lavoratori prossimi alla pensione. Ma resta da capire quanto eventuali penalizzazioni potrebbero incedere sull’importo percepito. In presenza di una diminuzione eccessiva, infatti, non sarebbero in molti ad utilizzare questo nuovo scivolo.

VEDI ANCHE:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!