Quando si forma il nuovo governo Meloni

Formazione nuovo governo, quando ci sarà? Ecco cosa succede ora e come sarà il nuovo esecutivo con Meloni premier.

Quando si forma il nuovo governo italiano? Il centrodestra ha vinto le elezioni del 25 settembre 2022 e il partito di Fratelli d’Italia è stato il più votato in assoluto con oltre il 26%. Di conseguenza la leader di FDI Giorgia Meloni sarà il nuovo premier incaricato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dato che la sua coalizione ha la maggioranza nei due rami del parlamento.

Quando si forma il nuovo governo MeloniMa quanto tempo ci vuole per formare il nuovo esecutivo? Probabilmente un mese circa. Vediamo allora cosa succede adesso e quali sono i passaggi prima che il nuovo governo entri in carica.

VEDI ANCHE: PARTITI IN ITALIA NEL 2022 QUANTI SONO

Governo Meloni quando inizia

Come previsto dalla Costituzione italiana, i nuovi eletti devono riunirsi entro 20 giorni dalla data del voto, in questo caso entro il 15 ottobre 2022. Le riunioni iniziali serviranno a indicare e votare i presidenti di Camera e Senato della Repubblica.

Dal momento che il risultato elettorale è chiaro e la coalizione di centrodestra ha la maggioranza in entrambe le camere, questo passaggio dovrebbe essere rapido. Quindi dopo un paio di giorni il Capo dello Stato convocherà Giorgia Meloni per la formazione del nuovo governo. La leader di FDI accetterà l’incarico con riserva come da prassi avviando consultazioni con le altre forze politiche. Passaggio anche in questo caso che dovrebbe essere breve, grazie ai numeri in Parlamento. Una volta sciolta la riserva si presenterà alle camere per ottenere la fiducia.

Dopo questo passaggio Meloni diventerà ufficialmente il primo presidente del consiglio donna in Italia. Il tutto probabilmente entro fine ottobre 2022 (in una situazione simile Berlusconi divenne premier già dopo 24 giorni dalle elezioni).

Cosa cambia con il nuovo governo

Ovviamente per ottenere l’incarico Giorgia Meloni dovrà formare il consiglio dei ministri, scegliendo chi incaricare. Oltre a esponenti del suo partito, sicuramente ci saranno anche rappresentanti dei due principali alleati al voto, vale a dire Lega e Forza Italia.

Quindi in aggiunta al nuovo premier che prenderà il posto di Mario Draghi, ci saranno nuovi ministri, importanti per attuare i provvedimenti. Dall’economia al ministero dell’interno, passando per quelli di sanità, lavoro e via dicendo, al posto di quelli attuali.

L’altro aspetto che cambia riguarda il programma della Meloni, che il futuro premier è chiamato ad attuare quando guiderà l’esecutivo. Questi i principali punti che il governo dovrà affrontare fin da subito:

  • politica estera, con il rischio nucleare minacciato dalla Russia
  • il caro bollette e inflazione
  • la redazione della Legge di bilancio 2023
  • il rispetto delle riforme necessarie per ottenere i fondi del Pnrr.

Governo sovranista significato

Come visto il nuovo governo dovrebbe formarsi entro fine ottobre 2022, salvo complicazione. Lo guiderà Giorgia Meloni, leader del partito più votato alle elezioni appena trascorse. Ma ci saranno molti temi fondamentali per il futuro nostro paese da affrontare.

Bisognerà capire se la Meloni, assieme ai suoi alleati, deciderà di attuare politiche di stampo sovranista, come ha sostenuto fin qui oppure se una volta al governo assumerà posizioni più caute rispetto all’Europa e non solo. Cosa significa sovranismo? In breve consiste in posizioni politiche a difesa della sovranità nazionale di uno Stato, contro le dinamiche della globalizzazione o delle politiche sovrannazionali. Ad esempio nel caso dell’Italia potrebbe voler dire essere in contrapposizione con UE e globalizzazione internazionale.

Adesso che la nascita del governo Meloni si avvicina vedremo quali decisioni prenderà, se di stampo sovranista oppure più in linea con quanto richiesto dall’UE. Non ci resta che attendere.

VEDI ANCHE: QUANTI GOVERNI CI SONO STATI IN ITALIA

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!