Per la prima volta Beethoven batte Mozart: nel 2016 è lui il compositore più popolare di sempre

Secondo la famosa classifica della radio Classic Fm il compositore più popolare del 2016 è Beethoven. E’ la prima volta che supera Mozart. In classifica anche John Williams di Star Trek ed Ennio Morricone.

Beeethoven
photo/Contrasto

Nella popolare serie di video di Youtube “Epic Rap Battles of History” avevamo visto Mozart battersi a colpi di rime contro l’idolo dell’elettronica Skrillex (il video ha 82 milioni di visualizzazioni su Youtube). Stavolta la battaglia è forse ancora più epica: Mozart contro Beethoven. Due colossi della storia della musica, forse i due più famosi, i più popolari. E l’annuale sondaggio della stazione radiofonica Classic Fm ha deciso: il compositore più celebre della storia, quest’anno è Ludwig van Beethoven.

Il risultato fa notizia perché è la prima volta da quando la radio conduce questo sondaggio che non c’è Wolfgang Amadeus Mozart al primo posto (ma al secondo), tradizionalmente considerato il compositore più popolare del mondo. Il sondaggio viene condotto contando il numero di composizioni presenti nella top 300: quest’anno Mozart ne ha 16 e Beethoven 19.

Nella classifica è presente anche John Williams, l’autore delle musiche di Star Wars – Guerre Stellari, che, al posto numero 38, è dunque il compositore vivente più popolare. Williams, lo ricordiamo, è autore anche delle musiche di Schindler’s e Jurassic Park, solo per citarne alcune delle più famose e vendute. Nella classifica è presente anche Morricone con la colonna sonora di “Mission”. Al primo posto come singola composizione c’è invece l’inglese Ralph Vaughan Williams con “The Lark Ascending”, per il terzo anno di seguito.

Curiosità: i due giganti della musica Mozart e Beethoven si incontrarono anche nella vita, quando nel 1787 Beethoven, all’epoca sedicenne, fece un’audizione davanti al più grande – e già considerato un geniale maestro – Mozart. A quanto riportano le cronache Mozart non elogiò particolarmente il giovane Beethoven, anche se disse che andava tenuto d’occhio perché “avrà qualcosa da raccontarvi”.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!