Il neonato impara le lingue straniere già nel ventre della mamma

women_pregnancy17ott2011
Nelle lingue straniere non avete mai brillato. Avete fatto corsi, viaggi e full immersion ma il vostro livello rimane appena sufficiente. Per vostro figlio, però, volete che la musica cambi. Dovrà parlare bene l’inglese e magari anche un’altra lingua perché, si sa, al giorno d’oggi sono fondamentali. Allora, future mamme, attrezzatevi già da adesso perché l’abilità negli idiomi stranieri, a quanto pare, si forma già mentre il bebè è nella vostra pancia.
Nel ventre materno, infatti, i bambini sono esposti ai ritmi e ai suoni delle lingue e, una volta nati, preferiscono gli idiomi più simili per ritmo a quelli che hanno ascoltato durante la gestazione. Questa scoperta si applica ancora di più ai figli di madri bilingui, che non solo preferiscono le lingue materne alle altre, ma sono anche capaci di capire che sono diverse tra loro.
Lo hanno riscontrato un team di ricercatori dell’università della British Columbia: i loro studi sono stati riportati con entusiasmo dal ‘New York Times’.
I piccoli bilingue, oltre a saper usare i suoni ritmici per distinguere una lingua dall’altra, quando crescono adottano diversi tipi di percezione per imparare le lingue e tenerle separate.
Ma non è tutto. Dalla ricerca condotta si è anche scoperto che il bilinguismo influisce in modo diverso sullo sviluppo del cervello, rispetto a quanto avviene per i bambini monolingua. I bambini bilingue, infatti, hanno uno sviluppo più precoce delle funzioni esecutive e sono più flessibili a livello cognitivo. Imparano quindi modi diversi per risolvere problemi logici e gestire più cose insieme.
Dunque, future mamme, parlate con il vostro bebè quando è ancora nella pancia e abituatelo ad ascoltare la vostra voce che parla più di una lingua. Potreste avere, una volta che nasce, la soddisfazione di sentire che il bambino apprende con facilità le lingue straniere ed è anche più pronto e perspicace nel capire le cose e risolvere le piccole difficoltà autonomamente. E tutto a costo zero.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!