Home»Economia»Economia News»Bonus cultura 500 euro per i 18 anni: come richiederlo

Bonus cultura 500 euro per i 18 anni: come richiederlo

17
Shares
Pinterest Google+

Cos’è il bonus 500 euro? Come si ottiene e come si spende il bonus cultura riservato ai neo 18enni?

investire soldi

I neo 18enni hanno diritto ad un bonus di 500 euro da spendere in prodotti e servizi di natura culturale, un po’ sul modello di quanto è già stato pensato per i docenti della scuola.

Come richiedere il bonus di 500 euro per i 18enni

Prima di tutto occorre avere il requisito anagrafico, cioè essere dell’anno 1998 e dunque aver compiuto il 18esimo anno di età nel corso del 2016.

Il bunus è utilizzabile a partire dalla data di ieri e si deve stare attenti alle tempistiche. Se ancora non lo si è fatto ci si deve registrare (al portale 18app, o alla relativa app scaricabile, poi ne parliamo) entro il 31 gennaio 2017 per poter spendere i bonus nel corso di tutta l’annata 2017 (quindi fino al 31 dicembre 2017).

Preliminarmente però si deve possedere un’identità digitale certificata. Spieghiamo meglio i passi da seguire.

1) Richiedere lo Spid

Sostanzialmente questo è un modo per certificare la propria identità e la propria età e dunque evitare abusi nella richiesta del bonus dei 18 anni. Lo Spit (Sistema pubblico di identità digitale) è una soluzione che consente di accedere a tutti i servizi online della Pubblica amministrazione con un’unica identità usabile tramite pc, tablet e telefono.

Per ottenere le credenziali Spid e un’identità digitale il modo più semplice è recarsi in un ufficio postale o in un negozio Tim (entrambi consentono anche la creazione direttamente online sui rispettivi siti web). Si può anche eseguire il riconoscimento presso gli uffici Infocert iD e Sielte iD (70 uffici per ognuna delle due società): entrambe consentono anche un riconoscimento via webcam, a pagamento Infocert iD, gratuitamente Sielte iD.

Per avere lo Spid occorrono:

  • la carta nazionale dei servizi o una firma digitale,
  • un indirizzo di e-mail dove farsi mandare utente e psw per accedere all’app 18app
  • un numero di telefono cellulare attivo
  • un documento di identità in corso di validità e il codice fiscale.

2) Con lo Spid iscriversi a 18app

Una volta ottenuto lo Spid si deve entrare nel sito web 18app.italia.it oppure scaricare la app 18app sul telefono e procedere all’inserimento del proprio utente e password (si verrà reindirizzati per l’identificazione al sito del gestore che vi ha rilasciato lo Spid).

Si potrà a questo punto sceglier tra una serie di esercenti e di servizi cui spendere il bonus. Importante: il bonus non sono soldi liquidi e non è una carta di credito, è una serie di buoni a scalare che possono essere spesi solo presso esercizi convenzionati.

3) Identificare dove spendere il bonus, stampare il buono o usarlo online

Nel portale 18app.italia.it o direttamente nella app scaricata sul telefono si può ricercare l’esercente dove spendere il buono: librerie, cinema, musei, eventi culturali, spettacoli teatrali e di danza.

Come funziona? In sostanza si verifica il prezzo, ad es. del libro che si vuole acquistare, si crea un buono dal valore monetario corrispondente, lo si scarica sul telefono come immagine o lo si stampa (dopo averlo scaricato come pdf) e ci si reca nel negozio ad acquistare. Uguale procedimento per gli acquisti online dove chiaramente non occorre stampare il buono ma semplicemente inserire il codice identificativo nelle sezioni riservate.

Come detto il buono non può essere speso ovunque ma solo e soltanto presso gli esercizi convenzionati che si trovano nel sito 18appp.itaia.it con l’apposito motore di ricerca.

Si può annullare un buono già creato?

La risposta è sì se si crea un buono per un prodotto materiale finché non lo si è concretamente speso. Invece un buono per musei, parchi, monumenti, una volta creato non è più annullabile. Per annullare il buono c’è un apposito campo “annulla buono”.

Posso comprare cd, materiale pittorico, dvd, computer, lettori?

La risposta è no. Si possono creare buoni per acquistare, riportiamo letteralmente dal sito ufficiale: “a. Cinema (abbonamento card/biglietto d’ingresso) b. Concerti (abbonamento card/biglietto d’ingresso) c. Eventi culturali (biglietto d’ingresso a festival, fiere culturali, circhi) d. Libri (audiolibro, ebook, libro) e. Musei, monumenti e parchi (abbonamento card/biglietto d’ingresso ) f. Teatro e danza (abbonamento card/biglietto d’ingresso)”.

Quindi niente dischi, dvd (e questo è un po’ strano perché se un libro è considerato degno di un buono cultura non si capisce perché un disco di musica o un film no) e nemmeno dispositivi elettronici o altro.

No Comment

Leave a reply

Previous post

Perché le persone timide arrossiscono?

Next post

I chiodi di garofano, cosa sono, a cosa servono e come usarli