Le nostre nonne erano più belle di noi?

Come sono cambiati i prodotti nel beauty case delle donne. E come siamo cambiate noi. Partendo dalle vecchie foto, vediamo com’erano le donne in passato e come sono oggi. Più belle oggi o ieri? E le nostre nonne usavano tanti prodotti di bellezza?

viso donna anni 1950

Le donne erano più belle ieri o oggi? Com’è che le nostre nonne e mamme, nelle vecchie fotografie, sembrano delle stelle del cinema? Ce lo siamo chieste in redazione ed subito è scattata la caccia al tesoro, negli album e nei cassetti di famiglia. Ne sono uscite perle. Un’altra cosa che ci siamo chieste è: che prodotti usavano, per essere così belle?

Vedi anche: Il vero segreto del corpo perfetto? E’ nella mente

Pochi prodotti, quasi sempre naturali

Riuscite a ricordare quali segreti di bellezza contenessero le trousse delle vostre mamme e nonne? L’elenco è breve, di solito. Pochi i prodotti: quelli che ci si potevano permettere, quelli che si trovavano a disposizione, specie se si viveva lontano dalle grandi città. Era la campagna, spesso, a fornire “le creme”, usate con parsimonia, a partire dall’olio d’oliva, per nutrire e rendere splendenti pelle e capelli, le mandorle tritate per lisciare e sbiancare la pelle, la cera d’api, che protegge dal freddo e dal vento.

donne profumeria

La cultura attorno ai prodotti di bellezza era poca, rispetto ad oggi, soprattutto, questo vale fino agli anni ottanta, si concepiva il cosmetico come qualcosa che dovesse far sembrare più belle e in ordine, ma non come qualcosa di curativo. Un solo rossetto rosso era già sufficiente a soddisfare la vanità femminile, ma se ne poteva anche fare a meno.

Vedi anche: Cosmetici Cruelty Free i marchi italiani sicuri

Quanto spendiamo oggi in prodotti di bellezza

Ben diversa la situazione oggi. Quanto pesano, anche sul portafogli, i nostri beauty case? In Italia nel 2014 abbiamo speso oltre 9 milioni di euro. Nonostante la crisi economica degli ultimi anni, i prodotti cosmetici tengono nelle vendite, perché, secondo lo studio di Cosmetica Italia (associazione nazionale delle imprese cosmetiche)  ne è aumentata costantemente (dal 2010 al 2015) la irrinunciabilità percepita.

E in effetti le creme di bellezza sono diventate una specie di coperta di Linus, qualcosa che ci rassicura sul nostro aspetto, che ci fa sentire meglio con noi stesse, specie nei momenti di difficoltà. Ma allora siamo diventate più insicure o più consapevoli? Entrambe le cose, forse.

La pubblicità sfaccettata e multiforme persuade anche coloro che sono ben corazzate di senso critico a spendere, per regalarsi coccole e benessere. I modelli di donna proposti dai media, differenti a seconda del target di consumatrice, ma sempre dall’aspetto più che curato, lavorano dentro ciascuna di noi, tutte aspiriamo a splendere, ma poche di noi credono sul serio nei miracoli. Anche quando sappiamo che una crema è poco efficace, ci piace comprarla, per una specie di rituale sull’altare della desiderata autostima.

Come scegliamo i prodotti di bellezza?

Creme viso e antietà sono i prodotti più venduti, insieme a quelli per l’igiene personale e i capelli. Ci accorgiamo, specie quando dobbiamo andare in vacanza, che sono davvero troppi. Di quanti prodotti abbiamo veramente bisogno per essere belle? Come sceglierli?

È fondamentale informarsi, leggendo le etichette con attenzione (link articolo su ingredienti cosmetici). I primi ingredienti elencati sono quelli che costituiscono la gran parte del prodotto. Il trend oggi è quello di tornare ai prodotti naturali, senza troppi additivi e conservanti, più esotici e molto più cari di quelli delle nostre nonne, non si sa se più efficaci dei loro, ma più sicuri per noi e per l’ambiente, tra quelli in commercio.

Una buona crema viso, ad esempio, può riunire ingredienti idratanti e antietà, un olio vegetale, acido jaluronico, più un filtro solare: ecco allora che basterà un solo prodotto, al posto di tre.

Una buona maschera per capelli, può essere usata sia come impacco pre shampo, che come balsamo sotto la doccia, mentre un olio, come quello di argan, funziona sia da maschera restituiva che da prodotto da applicare sulle punte a capelli asciutti.

Insomma qualità piuttosto che quantità è un consiglio sempre valido, ma non cadiate nella trappola di pensare che sia il prezzo alto a indicare il prodotto migliore, si trovano buoni prodotti anche al supermercato, a detta dei dermatologi, a un prezzo contenuto, perché hanno speso meno in pubblicità.

Mangiare bene, vivere sano, coltivare passioni e conoscenza di sé sono altri ingredienti fondamentali per essere più belle, con meno, se ce la facevano le nonne, possiamo riuscirci anche noi.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!