Come viaggiare da sole: 10 consigli da viaggiatrici esperte

Vorresti viaggiare da sola ma non sai come fare? Ecco 10 consigli per viaggiare senza paura, in sicurezza e low cost, spiegati da donne viaggiatrici e travel blogger esperte.

Viaggiare è una delle cose più belle che possiamo fare nella nostra vita. Preparare la valigia o lo zaino, aprire la porta di casa e partire può veramente cambiare noi stesse e il nostro modo di vivere.

In particolare viaggiare da sole è un’esperienza incredibile che tutte le donne, prima o poi, dovrebbero sperimentare. Ma come farlo in sicurezza? Quali sono le preoccupazioni e gli errori da evitare? E come prepararsi al viaggio?

Ve lo spieghiamo noi con dieci consigli basati sulle esperienze reali di donne viaggiatrici che, come te, hanno deciso di mettersi lo zaino in spalla e aprire la porta al mondo.

Viaggiare da sole. I consigli? Motivarsi, Informarsi e poi Partire

Ecco i nostri 10 consigli. Prima di tutto è necessario trovare una forte motivazione. Poi è importante informarsi e organizzare per bene il viaggio. E infine arriva il momento di partire, viaggiando nel modo più economico e sicuro possibile. Cominciamo!

1) Cerca una forte motivazione

viaggiare da sole

Molte ragazze vorrebbero viaggiare ma non trovano il coraggio. “Non sono il tipo” pensano. Il mondo è grande e pericoloso e, soprattutto per una donna, viaggiare può essere difficile e rischioso. Ma è proprio così?

In parte forse è vero, ma bisogna liberarsi delle paure e trovare il coraggio per compiere il primo passo.

Primo consiglio: trovare una forte motivazione. Come?

Parlatene con amiche e amici, leggete blog di viaggi, guardate video su Youtube, leggete libri di viaggio, oppure guardate film e documentari. Perfino ascoltare canzoni che parlano di viaggi può essere utile. Dovete trovare uno stimolo che vi faccia venire voglia di aprire la porta di casa.

Marina: “Il momento perfetto per partire non sarebbe mai arrivato”

“Ho sempre voluto viaggiare fin da piccola. Un giorno ho realizzato che il momento perfetto per lasciare tutto ed iniziare un grande viaggio non sarebbe mai arrivato”.

Così ci ha spiegato Marina, ovvero la travel blogger Pam the Van, una ragazza italiana che gira l’Europa da sola con il suo cane.

“L’idea di viaggiare mi intimoriva ed entusiasmava allo stesso tempo, così ho deciso di partire. La paura del rimorso mi terrorizzava di più del viaggio in se!”

Ecco dunque il consiglio di Marina per trovare la motivazione giusta: “Partite, il rimorso è una brutta bestia, se viaggi potrai raccontare le storie delle tue avventure ai tuoi nipotini”.

2) Il mio primo viaggio da sola. Come affrontare la paura?

donna in viaggio paura

Viaggiare da sole è bello, ok, siamo tutte d’accordo. Ma non è facile. Il problema principale, all’inizio, è la paura.

Soprattutto se siete giovani forse non avete mai fatto viaggi completamente da sole. Forse non vi siete nemmeno mai allontanate troppo da casa. Probabilmente pensate: “Io da sola dall’altra parte del mondo? Impossibile!”. Ma nulla è impossibile, il trucco è iniziare con piccoli viaggi.

Sentite i consigli di Simonetta viaggiatrice esperta e autrice del blog Ritagli di viaggio:

“La paura si affronta per gradi. È bene, secondo me, cominciare con piccoli viaggi e poi piano piano aumentare la distanza e la difficoltà. Per viaggiare da sole secondo me è utile cominciare assaporando il piacere di fare alcune cose da sole”.

Perché viaggiare in compagnia è bello e divertente, ma il viaggio fatto da sole può cambiare il vostro modo di affrontare il mondo anche quando siete a casa.

“Bisogna prendere fiducia nelle proprie capacità”

E’ della stessa idea Martina, travel blogger del blog Pimp my Trip. Anche secondo lei è fondamentale cominciare piano:

“Cominciate con viaggetti vicini a casa per poi andare ogni volta più lontano. Un weekend per esempio a pochi passi da casa o in Italia, tanto per fare esperienza e per prendere fiducia nelle proprie capacità”.

Il consiglio dunque è di superare la paura a piccoli passi. Iniziate con viaggi vicini a casa, da sole, per poi allontanarvi sempre di più. Se sapete l’inglese passate poi a viaggi nelle capitali europee (e se non sapete l’inglese: imparatelo!).

Col tempo diventerete più sicure di voi e più esperte. A quel punto potrete andare letteralmente ovunque.

Dunque ora siete motivate e pronte al vostro viaggio. Ma prima di partire c’è il consiglio più importante di tutti. Ovvero…

3) Informatevi, informatevi, informatevi

guida viaggi amazon

L’informazione è tutto. Preparate il viaggio con attenzione, informatevi sulla sicurezza del luogo che volete visitare. Online si trovano migliaia di informazioni, resoconti di viaggio, blog, forum.

Leggete tutto quello che c’è da sapere sulle usanze del paese dove andate: come vestirsi, come comportarsi, gli errori da evitare, e imparate le frasi che può capitare di dover usare nei paesi dove non si parla l’inglese.

E’ bella l’idea di partire “all’avventura”, senza troppi pensieri, certo. Ma l’avventura sarà più bella e divertente se riducete le probabilità di… disavventure. Soprattutto nei primi viaggi in solitaria è importantissimo informarsi in modo da non trovarvi in situazioni inaspettate e spiacevoli.

Ad esempio informatevi sul tipo di prese elettriche usate, sui mezzi di trasporto, sulla situazione notturna della città dove vi trovate (è sicura? non è sicura?), su ospedali e medici, su eventuali vaccini di fare prima di partire.

Altro consiglio: informatevi sui modi di viaggiare low cost, risparmiando. Online troverete tante offerte su voli e treni, ma anche consigli sui posti dove dormire e mangiare spendendo poco. E veniamo dunque al prossimo consiglio…

4) Viaggiare da sole low cost

viaggi low cost

Un altro ostacolo per molte donne alle prese con il primo viaggio da sole è quello economico. Insomma, i soldi. Capita a tante di pensare “Vorrei viaggiare ma non ho abbastanza soldi!”. Dunque come fare?

L’abbiamo chiesto ad alcune travel blogger che, non solo riescono a viaggiare risparmiando, ma che hanno, almeno in parte, trasformato il viaggio in un lavoro.

Ecco ad esempio il consiglio di Simonetta:

“Il modo più classico per poter viaggiare quando si hanno pochi soldi è quello di risparmiare su tutte le spese non indispensabili: qualche vestito e aperitivo in meno, usare il bus o la bici invece che l’auto ogni volta che si può, risparmiare un po’ su parrucchiere ed estetista”

I modi di viaggiare da sole low cost

Dunque, se siete davvero determinate, è sufficiente risparmiare un po’, fare qualche rinuncia sulle piccole cose in cambio di un’esperienza maggiore, cioè quella del viaggio. Inoltre oggi è possibile trovare modi di viaggiare molto economici. Così ci spiega Francesca del blog Spiccando il volo:

“Consiglierei di valutare alcune modalità di viaggio che sono sicuramente meno onerose, ad esempio i progetti di volontariato e campi lavoro proposti dalla piattaforma Workaway. Si ha vitto e alloggio in cambio di alcune attività da svolgere. Sono occasioni che permettono di conoscere nuove culture, incontrare persone provenienti da tutto il mondo, migliorare il proprio inglese ed entrare maggiormente in contatto con le realtà locali. É un buon metodo per togliersi le paure di dosso e viaggiare contenendo i costi”

Altro consiglio: programmate il vostro viaggio su quelle che sono le vostre effettive possibilità economiche. E’ inutile sognare un viaggio super costoso che continuerete a rimandare per anni. Iniziate da un viaggio alla vostra portata.

Controllate le offerte dei voli, trovate ostelli o airbnb economici e affidabili, calcolate quanto vi serve per mangiare e spostarvi. E se non potete fare un mese intero di viaggio, accontentatevi, almeno inizialmente, di una settimana o di pochi giorni.

5) Sicurezza al primo posto, ma senza paranoie

Come viaggiare da sole

Perché il viaggio sia bello dev’essere anche sicuro. Per questo è importante informarsi correttamente prima. Diciamo la verità: in molti pensano che per una donna viaggiare da sola non sia sicuro. Ma questo non è del tutto vero.

Secondo Simonetta:

“Non penso che per una donna viaggiare da sola sia più difficile rispetto ad un uomo, probabilmente serve soltanto essere consapevoli che si richiamerà un po’ più di attenzione nelle persone in cui ci si imbatte”

Quindi va bene la sicurezza e la cautela, ma senza esagerare. Per questo iniziare con piccoli viaggi è importante: vi darà quella sicurezza che sarà importante anche dopo, durante viaggi più impegnativi.

Chiaramente dipende anche dove andate, alcuni paesi sono meno sicuri di altri, mentre alcuni sono proprio da evitare, in particolare per le donne sole.

E’ dello stesso parere Martina:

“In alcuni paesi si deve stare un attimo più attente ma se si utilizza il buon senso io penso che viaggiare da sola per una donna non sia un problema in più che per un uomo”.

Un buon punto di partenza è il sito del Ministero degli Esteri viaggiaresicuri.it dove troverete una mappa del mondo con tutte le informazioni relative alla sicurezza per ogni paese.

6) Bagaglio leggero

zaino viiaggio amazon

Ora che siete davvero pronte a partire, un consiglio sul bagaglio. Fatelo leggero! 

I motivi sono tanti. Come prima cosa con un bagaglio leggero è più facile muoversi, vi stancate meno e avete più libertà. Inoltre avrete meno pensieri per la testa quando vi troverete su un treno o su un autobus pieno di gente.

Meno oggetti e vestiti portate con voi, meno vi dovrete preoccupare di perderli o di spiacevoli incontri con eventuali ladri. L’ideale è scegliere uno zaino a spalla diviso in scomparti.

Gli oggetti più importante è consigliabile metterli altrove. Pensiamo allo smartphone, il portafoglio o borsellino, il passaporto e altri documenti, e naturalmente i soldi. Ecco: questi oggetti è bene non lasciarli nello zaino ma portarli sempre con voi.

Immaginate di lasciare un attimo incustodito il vostro zaino, magari nel bagagliaio di un autobus, per poi scoprire che siete state derubate.

Meglio evitare, no?

7) Informate a casa dei vostri spostamenti…

viaggiare sole

Mentre siete in viaggio aggiornate con frequenza amici, conoscenti o parenti sul luogo dove vi trovate e sugli spostamenti che fate. Questo non vuol dire mandare messaggi ogni 15 minuti, ma magari una volta al giorno indicando dove vi trovate (con Google Maps è possibile indicare il luogo esatto) e dove andrete il giorno dopo.

…e non informate gli sconosciuti!

Allo stesso tempo, NON informate dei vostri spostamenti sconosciuti che può capitare di incontrare durante il viaggio. Conoscere delle persone è parte fondamentale del viaggio, forse la parte più bella. Ma può essere rischioso rivelare troppo di voi.

Attenzione: anche in questo caso la sicurezza non deve diventare paranoia. Non bisogna essere eccessivamente diffidenti, ma furbe, questo sì. Quindi fidatevi, ma non fidatevi troppo. Si tratta di semplice prudenza.

Se notate che un uomo o una donna con cui avete fatto amicizia e con cui magari condividete una parte di viaggio fa troppe domande sui vostri spostamenti o sui dettagli della vostra vita privata, diffidate.

Se sentite che c’è qualcosa che non va non dite subito che viaggiate da sole, ma che ci sono degli amici con voi che vi stanno per raggiungere. E poi trovate un pretesto per andare via.

“Sono sempre prudente con chi parlo” ci ha raccontato Martina, che viaggia da sola nel suo furgone. Ma questo non vuol dire evitare il contatto con le persone, anzi:

“Credo che molte persone siano molto accoglienti e disponibili con me proprio perché sono donna. La maggior parte delle persone vogliono aiutare e forse in un certo modo proteggermi”

C’è anche chi durante un viaggio si innamora, o si lascia andare a un semplice e piacevole flirt amoroso

Non c’è niente di male, anzi, ma anche in questo caso massima attenzione: può capitare di incontrare veri e propri truffatori. In generale evitate SEMPRE ospitalità di sconosciuti, anche se vi sembrano affidabili, premurosi e simpatici. Se proprio vi capita il flirt occasionale, inutile dirlo, fate sempre e solo sesso protetto.

E quindi veniamo al prossimo consiglio per donne che viaggiano da sole…

8) Attenzione all’alcol

tequila coktail amazon

Ok, un consiglio che vi darebbe vostra madre, probabilmente. Ma è assolutamente vero e non si ripete mai abbastanza: attenzione all’alcol.

Bere con moderazione è divertente, dopotutto siete in viaggio e volete anche divertirvi. Ma l’alcool offusca i sensi, rallenta i nostri tempi di reazione e provoca la perdita dei freni inibitori.

Questa combinazione, se siete da sole in una città che non conoscete, magari con altre persone sconosciute, può essere molto rischiosa. Se potete, evitate del tutto l’alcol, o comunque bevete con moderazione.

Alcuni consigli: mangiare sempre prima di bere o durante, non accettate bevande da sconosciuti, fermatevi prima di sentirvi ubriache, non lasciate mai il vostro bicchiere incustodito (ad esempio se vi alzate per andare in bagno) e bevete acqua tra un bicchiere e l’altro.

9) Non attirare troppo l’attenzione

Come viaggiare da sole

Cosa significa non attirare troppo l’attenzione? Beh, avete presente quando vedete una persona e pensate “quella di sicuro è una turista”? Ecco, diciamo che lo zaino e magari la macchina fotografica saranno inevitabili, ma cercate di ridurre il più possibile il vostro aspetto “da turista”.

Inoltre è bene evitare strade deserte o poco trafficate, utilizzate solo taxi ufficiali e non abusivi, evitate l’autostop e chiedete tutte le informazioni sui mezzi di trasporto e le zone da evitare nell’albergo, ostello o airbnb dove dormite.

Se esplorate una città a piedi evitate di indossare gioielli che attirerebbero l’attenzione. Ovviamente, come già detto, dipende anche dal paese dove vi trovate. In alcuni paesi musulmani un look troppo “occidentale” e magari troppo scoperto è inaccettabile.

Ma in generale un aspetto che può essere frainteso come “provocante” (purtroppo la cultura maschilista è ovunque, non solo in alcuni paesi islamici) andrebbe evitato, preferendo un aspetto sobrio, che non dia nell’occhio.

Questo non significa girare il mondo indossando una corazza da cavaliere medievale, anzi! Dovete sentirvi a vostro agio. Dare un’impressione di sicurezza e serenità è il primo consiglio per evitare di attirare l’attenzione di eventuali malintenzionati.

10) L’avventura va bene, ma il vostro primo viaggio da sole fatelo… comodo

donna viaggio parigi

Cosa significa un viaggio comodo? Beh, ad esempio, se è la prima volta che viaggiate da sole, scegliete un paese dove i turisti e i viaggiatori sono frequenti. Scegliete un albergo affidabile, magari spendete qualche euro in più, ma la tranquillità e la sicurezza non hanno prezzo.

Ad esempio scegliete zone centrali, sicure, in alberghi o ostelli ben recensiti. Se non vi fidate dell’autobus preferite il taxi (di quelli ufficiali e autorizzati, come già detto). E se vi piace camminare, attente a non finire in zone isolate, poco frequentate da stranieri, dove la vostra presenza potrebbe essere notata.

Altro consiglio: se una componente inevitabile del viaggio è l’imprevisto, alla vostra prima esperienza da sole cercate di evitarli il più possibile. “Ma se sono imprevisti, come faccio a evitarli?” direte voi. Ad esempio programmando nel dettaglio gli spostamenti e pensando sempre a opzioni alternative.

Ma ci sono anche altri piccoli trucchi: portate con voi una carta prepagata di emergenza, nel caso vi capitasse di essere derubate o di perdere la vostra carta di credito i contanti. Fate sempre una copia cartacea dei documenti, ma anche una digitale da tenere online, su servizi in cloud come Dropbox o Google Drive, in modo da poterla recuperare in ogni momento.

Insomma, il vostro primo viaggio sarà comunque un’avventura, ma alla prima esperienza è meglio farlo in sicurezza e serenità.

E poi divertitevi! Viaggiare da sole è divertente quanto farlo in compagnia

viaggiare da sola

Letti tutti questi consigli potrebbe esservi venuta un po’ d’ansia, e questo è contrario all’obiettivo di questo articolo. Anzi, il vostro viaggio dev’essere piacevole e divertente! Vi capiteranno situazioni di difficoltà, ma le supererete, e forse proprio queste saranno le parti più divertenti e piacevoli.

Quindi partite sicurezza, prudenza, anche diffidenza come abbiamo visto, ma poi rilassatevi! Molte ragazze e molte donne pensano che viaggiare da sole sia più noioso rispetto al viaggio in compagnia. Non è vero, è semplicemente diverso.

E su questo abbiamo chiesto consiglio a due travel blogger che hanno viaggiato spesso da sole, in tutto il mondo.

Perché viaggiare da sole?

Ecco la risposta di Simonetta:

“Sono ancora in molti a non capire perché una donna viaggi sola. Molti pensano che lo faccia perché è sola anche nella vita e quindi non ha alternative. Un po’ alla volta forse questo modo di pensare cambierà. Io amo viaggiare per conto mio, ancora oggi sento la necessità di ritagliarmi momenti sola con me stessa.”

Il viaggio in solitaria è una scoperta non solo del mondo: ma anche di noi stesse. Del nostro mondo interiore, delle nostre insicurezza, paure, ma anche delle capacità e dei talenti che abbiamo e che, prima di partire, nemmeno noi sapevamo di avere.

Inoltre per le donne, secondo Francesca, viaggiare da sole è una vera rivoluzione:

“In questo momento stiamo abbattendo un grande stereotipo di genere per affermare che non c’è niente di sbagliato in una donna che sceglie di esplorare il mondo per conto proprio. Ci sono ancora molti cliché e pregiudizi sull’argomento, soprattutto in Italia. Non è una sciocchezza questa, proprio perché stiamo mettendo ancora una volta in crisi il tradizionale ruolo che viene affidato a noi donne”.

Inoltre un viaggio da sole è un classico momento che la donna si prende per sè dopo la fine di un matrimonio, o la fine di una relazione importante. C’è chi decide di fare un viaggio con le amiche e chi, per schiarirsi le idee e ritrovare se stessa (qualsiasi cosa voglia dire) sceglie di evadere dalla routine quotidiana, da sola.

Dunque riassumendo: trovate una motivazione per partire, scegliete una meta, informatevi, preparate i bagagli e partire. Il mondo è un libro, e chi non viaggia ne legge solo una pagina. Chi invece viaggia scopre molto di più sul mondo e, come abbiamo visto, su se stessa. E magari scoprirete che la vostra casa è il mondo intero.

Come ha detto la grande viaggiatrice Freya Stark:

“Il vero frutto del viaggio è la sensazione di essere ovunque a casa”

Pensiamo che non ci siano parole migliori per concludere questo nostro piccolo “viaggio” sul viaggiare da sole.

Buon viaggio!

Vedi anche:

© copyright (09/03/2019)

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!