Juventus fuori dalla champions 2020? 5 domande e 5 risposte

Dopo l’annuncio della Juventus, del calciatore Daniele Rugani risultato positivo al Coronavirus, in queste ore ci si chiede se la Juve è fuori dalla champions 2020.

Ma perché questo? Cerchiamo di capirlo rispondendo a 5 fra le domande più comuni che circolano attualmente fra i tifosi della squadra bianconera.

Daniele Rugani Juventus

Juventus champions league: che succede ora? 5 domande e risposte

1- Perché la Juventus non gioca la partita con il Lione?

Visto che uno dei suoi calciatori è risultato positivo (senza sintomi) al Covid 19, tutto il resto della squadra è stata messa in quarantena. E’ possibile che vi siano altri giocatori infetti, visto che negli allenamenti e nelle partite i calciatori vengono a contatto fra loro.

La quarantena durerà due settimane e obbligherà la Juve a non giocare la partita di champions contro il Lione. Questo perché l’incontro di calcio, valido per il ritorno degli ottavi di finale della competizione europea, era in calendario martedì 17 marzo.

Vedi anche: Calendario Champions partitite Juventus

2- Juventus in quarantena, dove sono i giocatori?

Come detto l’intera rosa dei calciatori è stata messa in isolamento. Daniele Rugani da ieri, è all’interno delle strutture della Juve e ci resterà fino a quando non sarà completamente guarito. Alcuni degli altri calciatori hanno deciso di rimanere in quarantena presso il proprio domicilio, mentre altri si sono trasferiti al JHotel, per tutelare le famiglie.

Non tutti i giocatori della Juve si trovano a Torino, infatti, Cristiano Ronaldo si trova a Madeira, in Portogallo, dove si era recato per far visita alla madre. Per questo l’attaccante trascorrerà il periodo di isolamento obbligatorio nella sua nazione d’origine.

3- Quindi, la Juve è fuori dalla champions 2019-20?

No, ma bisognerà capire quali decisioni verranno prese in riferimento alla sua partita con il Lione, visto che non potrà scendere in campo. Ci potrebbe essere un rinvio dell’incontro a data da destinarsi o perfino l’interruzione dell’intera Champions League, visto che il fenomeno Coronavirus riguarda sempre più nazioni e squadre di calcio.

4- Chi ha il potere di interrompere la Champions League?

Il potere di interrompere questa manifestazione è nelle mani della UEFA (Union of European Football Associations). Si tratta dell’organo amministrativo, organizzativo e di controllo del calcio a livello europeo e delle sue competizioni, fra cui anche la champions league.

Visto che la situazione accaduta alla Juventus potrebbe verificarsi anche ad altre squadre europee, la Uefa potrebbe decidere di sospendere la manifestazione. In alternativa potrebbe scegliere di far slittare le partite europee impossibilitate a disputarsi, come quella fra Juve e Lione.

Ovviamente i tifosi bianconeri, sperano in questa soluzione, per recuperare la partita con i francesi quando l’emergenza sarà trascorsa e i giocatori saranno in salute.

5- Juve-Lione, se si gioca, quando?

In caso venga scelto il rinvio, e non la sospensione definitiva della Champions league, ci sarebbe da capire quando far giocare Juve-Lione. Attualmente i quarti di finale della competizione sono in programma il 7-8 aprile (andata) e il 14-15 (ritorno). Quindi teoricamente, visto che la quarantena della Juve terminerà il 25 marzo, si potrebbe ancora recuperare la partita prima di queste date.

Tuttavia, la possibilità più concreta è che la Uefa debba stilare un nuovo calendario, che faccia slittare molto più in là le date della competizione. Anche perché il fenomeno Covid 19 è in rapida diffusione ed è improbabile che si risolva tutto in poco tempo.

Fra le possibilità c’è anche il rinvio dei campionati europei di calcio, destinato alle nazionali, in programma a giugno 2020. In quel caso ci sarebbe il tempo necessario per terminare questa edizione della Champions League durante quel mese.

Staremo a vedere quali saranno e decisioni prese dalla Uefa. Una situazione del genere non si era mai verificata nella maggiore coppa europea di calcio. Per ora non si hanno certezze, ma ciò che più conta adesso per la Juventus e per tutte le altre squadre, è la salute dei propri calciatori.


Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!