Brescia femminile rosa 2022/2023. Giocatrici e formazione del Brescia

Brescia calcio femminile 2022 2023. Ruoli e caratteristiche giocatrici dell’ACF Brescia donne. Stadio, allenatore e presidente del club.

Il Brescia Femminile è stato per anni ai vertici del campionato italiano di calcio femminile. Poi, dopo la cessione del titolo sportivo al Milan, il club è ripartito dalle categorie minori scalandole fino alla Serie B, sfiorando la promozione in Serie A nella scorsa stagione.

Nel campionato 2021/2022 infatti il Brescia ha concluso in seconda posizione dietro solamente al Como Women, ma dopo aver disputato quasi tutto il girone di ritorno da prima della classe. E, ovviamente, quest’anno proverà a tornare in Serie A.

Rosa calciatrici Brescia Femminile 2022/2023

Ecco chi sono le giocatrici che compongono attualmente la rosa del Brescia femminile, suddivise in base al ruolo.

aggiornato al 2 agosto

Portieri

Sara Ferrari – Classe 1999, arriva dal Cortefranca. Si definisce un portiere tecnico, reattivo e abile nelle uscite.
Alice Lugli – Portiere del 1996, arriva a titolo definitivo dal Sassuolo. Laureata con lode in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate, difenderà la porta delle Leonesse.
Chiara Trevaini – Classe 2004, aggregata, fa esperienza con le più mature.

Difensori

Letizia Angoli – Classe 2004, è stata aggregata alla prima squadra per la preparazione estiva.
Caterina Fracaros – Friulana classe 2001, arriva in prestito dall’Inter, ma nello scorso campionato ha militato nel Cittadella. E’ un laterale mancino.
Elisa Galbiati – Fra le più esperte della squadra, classe 1992, è arrivata a Brescia dopo un biennio alla Riozzese. Brillante nel gioco aereo, vanta anche un quadriennio negli Usa.
Laura Perin – Laterale con buona militanza in prime squadre, è alla sua seconda stagione con la casacca delle Leonesse. Classe 1997, ha giocato con Pordenone, Tavagnacco e Verona.
Chiara Ripamonti – Nata nel 2001, ha giocato l’ultimo anno e mezzo nel Cittadella, ma arriva in prestito dalla Fiorentina. Difensore centrale può essere impiegato anche come laterale di destra.
Camilla Tengattini – Classe 2003, proveniente dal settore giovanile bresciano, ha già assaporato la Serie B nella scorsa stagione.
Guya Vavassori – Nata nel 1995, è reduce da un biennio al Cortefranca. In passato è stata una colonna dell’Orobica per otto stagioni con oltre 170 presenze.
Chiara Viscardi – Classe 1999, è stata svezzata dal Mozzanica. Poi si è trasferita all’Orobica, con cui ha militato per tre stagioni fra A e B, mentre nel 2019 è passata al Brescia.

La capitana Veronique Brayda (Credit Photo Acf Brescia Femminile)

Centrocampisti

Chiara Barcella – Classe 1992, cresce nell’ex Almennese, transita in Franciacorta e Orobica e dal 2019 è a Brescia. Giocatrice tenace, è uno dei punti fermi.
Gaia Bianchi – Classe 2003, è stata confermata con la maglia delle Leonesse. Vanta già diverse presenze con la prima squadra.
Veronique Brayda – Classe 1995, illumina il palcoscenici del calcio a 7 già a 12 anni ed entra nel settore giovanile del Brescia, con cui debutta in Serie A. Passa poi a Mozzanica, Franciacorta e Cortefranca prima di far ritorno al Brescia nel 2018. Centrocampista con spiccate doti offensive, è la capitana delle Leonesse.
Gaia Farina – Classe 2002, confermata nel roster delle bresciane, è un esterno che può giocare sia a destra che a sinistra. Usa con buoni risultati entrambi i piedi, può fare anche tutta la fascia.
Laura Ghisi – Nata nel 1998, ha militato anche in Serie A con AtalantaMozzanica e Orobica. E’ tornata a Brescia dopo la chiusura del club mozzanichese.
Giulia Lumina – Classe 2004, prende parte alla preparazione prestagione con la prima squadra.
Serena Magri – Nata nel 2001, ha debuttato in A nel 2017/2018. Svezzata nel Brescia, è stata ribattezzata “Marchisio” in quanto l’ex juventino è uno dei suoi modelli.
Cristina Merli – Centrocampista votata all’attacco, non disdegna affatto giocate di fino e di alta scuola. Classe 1995, dà fantasia alla squadra.
Elena Panza – Classe 2003, proveniente dalla Primavera del Brescia, in passato è stata anche nel settore giovanile dell’Orobica.
Fanni Sofia Allin Pietikainen – Classe 1999, ha militato nelle nazionali giovanili finlandesi. E’ uno degli acquisti estivi del Brescia.

L’attaccante Luana Merli (Credit Photo Acf Brescia Femminile)

Attaccanti

Teresa Fracas – Classe 2001, nell’ultima annata ha militato con la Pro Sesto. In passato ha giocato anche con Sassuolo e Cittadella.
Jenny Hjohlman – In Italia dal 2017, in passato è stata anche Nazionale con la Svezia. Al Brescia dal 2021, porta una buona dose di esperienza internazionale (classe 1990).
Zala Kustrin – Slovena classe 1998, ha giocato anche con la propria nazionale. Prima stagione con la casacca delle leonesse.
Luana Merli – Capocannoniere della scorsa B con 19 reti, è il punto fermo dell’attacco del Brescia. Tenace e grintosa, lotta con determinazione su ogni pallone. Classe 1987, è sbocciata dopo aver ripreso l’attività a 26 anni.
Sofia Pasquali – Classe 2001, si è resa utile anche lo scorso campionato realizzando 5 gol. E’ un prodotto del vivaio biancazzurro.

Cosa ha vinto il Brescia Femminile

Nella sua gloriosa storia, il Brescia Femminile ha conquistato numerosi trofei sotto la presidenza di Giuseppe Cesari. Nel palmares del sodalizio bresciano ci sono infatti 2 scudetti, 3 Coppa Italia e 4 Supercoppa Italiana oltre alle qualificazioni in Champions League.

Chi allena il Brescia Femminile

L’allenatore del Brescia Femminile è un volto nuovo per quanto concerne il panorama italiano del calcio donne. Si tratta di Massimo Morales, tecnico casertano, con un importante curriculum. Prima giornalista corrispondente del Guerin Sportivo, poi assistente di Trapattoni al Bayern Monaco negli anni novanta, delle nazionali giovanili del Ghana ed ex tecnico di Fortuna Dusseldorf, Honved e Daytona.

Il tecnico del Brescia Femminile Massimo Morales con la presidentessa Clara Gorno (Credit Photo Acf Brescia Femminile)

Chi è il presidente del Brescia Femminile

La presidentessa del Brescia Femminile è Clara Gorno, entrata in carica a fine aprile 2021 e prendendo il posto dello storico Giuseppe Cesari. Gorno è la fondatrice di Associazione Dharma, una Onlus attiva in stati in via di sviluppo, ed è la moglie di Marco Zambelli, ex capitano del Brescia.

Dove gioca il Brescia Femminile

Il Brescia Femminile disputa oggi le proprie gare interne al Centro Sportivo Mario Rigamonti, situato alla Buffalora nella periferia della città di Brescia. L’impianto può ospitare fino a 2.000 spettatori.

Quanto guadagno le giocatrici del Brescia femminile

Le calciatrici di Serie B femminile non sono considerate professioniste e quindi non hanno un contratto come avviene per nel calcio maschile. Anche il Brescia femminile quindi si adegua e le calciatrici sottoscrivono accordi privati annuali con tetto da 30.658 euro lordi l’anno, più rimborsi.

Complessivamente quindi difficilmente si arriva a 40.000 euro a stagione. Da quest’anno è invece diverso il trattamento riservato a calciatrici di Serie A donne che è diventata professionistica.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!