Risultati Europa e Conference League: tris di vittorie per Lazio, Roma e Fiorentina

Una bella tripletta di successi per Lazio e Roma in Europa League e Fiorentina, in Conference League | La situazione in classifica

Arrivano tre vittorie importanti per le squadre italiane che completano il turno infrasettimanale di coppe europee. Vincono tutti…

Lazio
Pedro, decisivo nella vittoria della Lazio (Lazio Official)

Ma i successi della Lazio, sul Midtjylland, della Roma, a Helsinki contro l’HJK non bastano ancora a chiudere i conti in vista del secondo turno di Europa League. Promossa invece la Fiorentina, aritmeticamente seconda in Conference League.

Lazio-Midtjylland 2-1

Ci si aspettava una bella reazione da parte della Lazio chiamata a dimostrare anche in Europa il buon rendimento dimostrato in campionato nel corso delle ultime settimane. E proprio contro i danesi del Midtjylland, che in casa avevano strapazzato la squadra di Sarri con un secco 1-5, la Lazio doveva fare il cosiddetto salto di qualità. Pur partendo male, andando in svantaggio, ne esce una gara gagliarda. Risolta però soprattutto nella ripresa, dopo i cambi.

Lazio che parte male e subisce il vantaggio avversario con Isaksen concedendo per ben due volte il possesso palla ai suoi avversari. Risolvendo un primo tempo non particolarmente brillante pareggia Milinkovic-Savic, splendido piatto destro su appoggio di Felipe Anderson. Poi, nella ripresa, i biancocelesti finalmente si sciolgono. Al 58’ il vantaggio di Pedro, imbeccato da un cross di Zaccagni. E tanto basta. Nonostante qualche rischio di troppo nel finale quando ai danesi viene anche annullato un gol in fuorigioco.

Lazio al comando del girone insieme allo Sturm Graz vittorioso in casa contro il Feyenoord. Ma sarà proprio la squadra olandese arbitro del destino europeo della squadra di Sarri. Scontro diretto a Rotterdam giovedì prossimo Alla Lazio serve come minimo un pareggio.

LEGGI ANCHE – Juventus clamorosamente eliminata dalla Champions League

Roma
El Shaarawy, suo il gol decisivo in Finlandia (Roma Official)

HJK-Roma 1-2

Con la sicurezza del risultato del Betis Siviglia, vittorioso in Bulgaria sul campo del Ludogorets (0-1), alla Roma serviva una vittoria in Finlandia contro il modesto HJK. E vittoria alla fine è stata. Pur con qualche incertezza di troppo e non pochi errori in fase offensiva che hanno visto i giallorossi sprecare occasioni colossali. Clamorosa quella fallita da Vina al 20’ da pochi passi. Poi al 28’ Cristante di testa sblocca la partita. Ma il gol viene annullato. Bisogna aspettare il 41’ per il gol di Abraham, che vale il vantaggio. Gran colpo di testa su splendido calcio di punizione di Pellegrini. Prima ancora di chiudere la partita la Roma subisce il gol del pareggio avversario. É Hetemaj, vecchia conoscenza del nostro campionato, alla prima vera occasione per i padroni di casa a sfruttare un liscio del compagno di squadra Abubakari. Gara che la Roma porta a casa non senza motivi di preoccupazione. Il gol del vantaggio di El Shaarawy al 62’, complice la deviazione di un difensore, rischia di non bastare. All’82’ quando un clamoroso tiraccio dalla distanza di Browne si insacca e il VAR annulla per un fallo in area di Abubakari su Cristante, tutti tirano un sospiro di sollievo. Arriva la vittoria. Ma non è ancora finita.

Alla Roma serve vincere contro il Ludogorets per chiudere i conti e conquistare il secondo posto.

LEGGI ANCHE – Champions League: Inter qualificata, Napoli in lotta per il primo posto

Fiorentina
Fiorentina vincente e al secondo turno di Conference League (Fiorentina Official)

Fiorentina-Basaksehir 2-1

L’unica squadra certa dell’accesso al secondo turno di Conference League è la Fiorentina. Ma anche in questo caso non si può certo parlare di risultato del tutto sereno per la formazione viola che ha faticato parecchio prima di trovare la via della rete, andando in svantaggio e rischiando moltissimo. Dopo una clamorosa palla gol fallita da Kouame la Fiorentina va in svantaggio. Lunghissimo rilancio del portiere che Aleksic, solo davanti a Gollini, trasforma in gol. Difesa davvero tanto, troppo lenta. Jovic rimette in piedi la partita intervenendo in spaccata su un bel traversone del solito Kouame, ancora una volta ispiratissimo. E nel secondo tempo, dopo due clamorosi errori e altrettante palle gol sprecate sciaguratamente, Jovic chiude i conti impattando di testa un pallone respinto dal portiere Sengezer su un affondo del solito Kouame. Tante, troppe occasioni da gol fallite per la squadra viola. Con il pubblico che becca Jovic, fischiato al momento della sostituzione. Ma alla fine la Fiorentina regge e porta a casa il risultato. Insufficiente per pareggiare i conti col Basaksehir rispetto alla sconfitta subita a Istanbul (0-3) ma ce n’è abbastanza per festeggiare l’accesso al secondo turno di Conference League che costringerà la squadra viola a giocarsi gli ottavi di finale contro una delle decadute dall’Europa League. Un abbinamento sicuramente a rischio.

La prossima settimana si torna in campo. Martedì Champions League, con Liverpool-Napoli e Bayern Monaco-Inter; mercoledì in campo il Milan contro il Salisburgo e la Juventus, all’Allianz contro il PSG. Giovedì ultimo turno diecisivo di Euiropa League per Roma e Lazio.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!