Autismo, una speranza arriva dalla musica

musica25nov2011dsw
Arriva dall’America una studio che può regalare speranza a tutte le persone che soffrono di autismo e alle persone che vivono accanto a loro. Una ricerca che ha regalato ottimi risultati permettendo a sei ragazzini autistici tra i sei e gli otto anni di dire le loro prime parole. Il metodo è quello della AMMT, ‘Auditory-Motor Mapping Training’ che utilizza esercizi canori in abbinamento ad attività motorie, per rafforzare le zone del cervello che nelle persone autistiche presentano uno sviluppo diverso rispetto ai normodotati. I bambini sono stati sottoposti a cinque giorni di esercizi per otto settimane per un totale di 40 sessioni individuali.
A descriverne i risultati è un esperta di neurologia all’Harvard Medical School: ” E’ stato stimato che circa il 25% dei bambini a cui è stato diagnosticato l’autismo siano non verbali ma, sorprendentemente, non ci sono molti trattamenti che possano aiutarli a parlare.Abbiamo notato importanti miglioramenti nella produzione di parole e frasi già dopo due settimane dall’inizio trattamento”. Un ottimo risultato per tutte le persone che soffrono di questa patologia che nel nostro Paese colpisce ben 360.000 persone.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!