Come vestirsi in palestra? 10 errori da non fare

come vestirsi in palestra
Meglio evitare mise oscene, ma state attente anche al tipo di tessuti che indossate. Ecco il decalogo per essere comode e perfette anche in palestra. E ricordatevi: non siete in spiaggia!

Come vestirsi in palestra? In una puntata di How I met your mother (Alla fine arriva mamma) i protagonisti della serie tv decidono d’iscriversi in palestra tutti insieme. La bella e ruspante Robin si presenta con una tale mise, che i suoi amici non la riconoscono nemmeno e la chiamano “dude”, “tipo”.

Vedi anche: 10 errori da evitare quando si corre

Maglia oversize, capelli raccolti, niente trucco, scarpe tecniche, gambe non depilate, forse un po’ estrema, ma il suo personaggio si gode davvero la palestra, come momento di libertà e sfogo.

Senza arrivare a farci scambiare per un uomo, il look da palestra dovrebbe essere soprattutto comodo, funzionale. Vediamo quali sono gli errori d’abbigliamento più diffusi, che impediscono che l’allenamento sia un momento rilassante in cui ci dedichiamo a noi stesse.

Palestra e vestiti: 10 errori assolutamente da evitare

1) Le scarpe. Viste con orrore quest’estate sui sentieri di montagna, spopolano anche in palestra: le scarpe da ginnastica con le zeppe. Un vero paradosso, se pensate che quando si fa sport il piede dovrebbe essere messo nelle condizioni di aderire al terreno nel modo più equilibrato e naturale possibile. Una buona postura vi farà sembrare più alte, mentre quelle scarpe sono nemiche di una buona postura.

2) Ciabatte. Una volta scelte le scarpe adatte al tipo di attività che praticate, consacratele a quell’uso specifico, non usatele fuori. Questo per ragioni igieniche, per voi e per chi frequenta la vostra palestra. Non dimenticate mai le ciabatte per la zona docce.

3) Reggiseni. I reggiseni imbottiti, col ferretto, pieni di ganci e nastrini, se danno alla vostra silhouette una forma più attraente, costringono il corpo e impediscono di muoversi liberamente. Al primo esercizio sdraiate sulla schiena vi troverete il gancio del reggiseno incastonato nella colonna vertebrale. Meglio adottare biancheria sportiva, semplice e con poche cuciture. Esistono anche ottime canotte tecniche con il reggiseno incorporato, utili se portate fino a una terza misura.

4) I tessuti. Occhio alle fibre che indossate. I capi tecnici e traspiranti sono ottimi, così come le fibre naturali. I materiali sintetici rischiano di piantare in asso voi e il vostro deodorante e rendervi inavvicinabili. Le magliette in poliestere vanno bene per andare al mare, ma se pensate di sudarci copiosamente dentro, meglio fare un’altra scelta.

5) Lavaggio. Anche il lavaggio delle magliette che avete usato è importante, per non trasformarle in un “usa e getta”. Evitate di lasciarle a lungo appallottolate nella borsa della palestra e lavatele il prima possibile con un detersivo igienizzante o un po’ d’aceto che elimina gli odori.

Vedi anche: Come lavare le scarpe da ginnastica in lavatrice

6) Aderenti. I capi aderenti sono comodi, in più facilitano i vostri istruttori nel vedere eventuali posture scorrette e correggerle. Ma se optate per i leggings, anziché per i bragoni della tuta, fate attenzione che non stringano troppo la vita e le caviglie, ostacolerebbero la buona circolazione del sangue, e che non siano trasparenti, potreste provocare non pochi imbarazzi.

7) Shorts. Anche i pantaloncini corti dovrebbero essere scelti con un po’ di saggezza. Se sono troppo corti, qualcuno potrebbe gioirne nel guardarvi, ma in realtà voi sareste scomode e potreste provocare imbarazzi. Non siete in spiaggia.

8) Scollature. Lo stesso vale per top troppo scollati o svolazzanti. Sarebbe bene che vi possiate concentrare su come fare al meglio gli esercizi, anziché sul contenere le vostre grazie.

9) Gioielli. I gioielli è consigliabile lasciarli a casa. Bracciali e orecchini lunghi s’impigliano facilmente e possono venire danneggiati o farci male, in più è facile dimenticarli in giro nella zona docce e ancor più facile non ritrovarli più.

10) Vestirsi a strati. Un consiglio della mamma, sempre in voga: vestitevi a strati. Senza esagerare, le palestre sono normalmente ben riscaldate, portate qualcosa per coprirvi durante le pause e alla fine di un’attività intensa, in modo che il corpo non si raffreddi troppo in fretta e non s’irrigidisca.

Se andate in palestra anche per fare nuove amicizie, state tranquille, sarete molto più attraenti se sarete a vostro agio e con un abbigliamento adatto, piuttosto che con un iperfemminile e fuori luogo abbigliamento da sfilata di moda, che vi farebbe apparire un po’ goffe.

Sai già come scegliere la palestra giusta? Ecco qualche consiglio per non sbagliare.

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!