10 errori da evitare quando si corre

La corsa all’aperto è sempre più diffusa. Ha molti vantaggi rispetto ad altre attività fisiche ed è facile da praticare. Ma siete sicuri di non commettere errori?

donna corsa

Autunno, è il momento di tornare a pianificare l’attività sportiva che ci accompagnerà fino alla prossima estate. Sono in tanti a scegliere la corsa all’aperto, o running, che offre numerosi vantaggi. A d esempio:

• permette la massima flessibilità d’orario
• non costa nulla
• aiuta a tenere sotto controllo il peso corporeo
• previene le malattie cardiovascolari
• migliora l’efficienza dei muscoli
ma soprattutto agisce sull’umore: con il rilascio di endorfine che provoca ci aiuta a sentirci attivi, più allegri.

Ma anche dietro l’attività fisica apparentemente più innocua, si può nascondere qualche insidia. Ecco 10 consigli fondamentali per evitare gli errori più diffusi e rendere la corsa un’attività che vi faccia stare davvero bene.

Corsa: 10 errori da evitare quando si corre

1. LE SCARPE – Partiamo dalle fondamenta. Come posizionate i vostri piedi durante la corsa influisce su tutto il resto del corpo. Pensate a caviglie, ginocchia, anche, schiena. Un piede messo male fa letteralmente “collassare” il resto del corpo. Ecco perché è importantissimo indossare le scarpe giuste. Non affidatevi alla moda, ma fatevi consigliare da un negoziane esperto il modello che più si adatta al vostro piede e alle vostre tendenze posturali.

2. LA POSTURA – Vi è mai capitato di vedere correre qualcuno per strada e sentire male per lui alle ginocchia o alle spalle? Le abitudini posturali errate sono pericolose e a molti capita di dover correre ai ripari perché sono “scassati” dopo anni di corsa fatta male. Valutate se non sia il caso d’integrare questa attività, che potete gestire in modo indipendente, con la supervisione di tanto in tanto di un personal trainer o frequentando corsi che migliorino la vostra postura, come il pilates o l’hatha yoga.

3. GLI OBIETTIVI – Cosa vi motiva a correre? Se correte per dimagrire, sappiate che s’iniziano a bruciare calorie solo dopo almeno 40 minuti di corsa e che la costanza è fondamentale. Fatevi un programma d’allenamento, avere degli obbiettivi vi aiuterà a essere costanti. In rete potete trovare molti siti con suggerimenti utili e svariate applicazioni per gli smartphone, per tenere sotto controllo i vostri progressi. Anche andare a correre in compagnia è sempre un buon metodo per non farsi prendere dalla pigrizia.

4. I TEMPI – Iniziate gradualmente. Non pretendete troppo da voi stesse. Le prime volte 20 minuti, due o tre volte a settimana possono bastare. Quando sarete più allenate potrete superare la soglia dei 40 minuti.

5. IL RECUPERO – Non esagerate: il corpo ha bisogno di tempi di recupero. Farete più progressi facendo un giorno di pausa e alternando con altre attività, piuttosto che correndo come forsennate ogni sera.

6. RISCALDAMENTO – Non rinunciate mai al riscaldamento, prima, e agli allungamenti, prima e dopo la corsa, almeno 10-15 minuti. Queste attività non sono “accessorie”, ma sono indispensabili se non volete farvi male e vanificare i benefici del running.

7. LA STRADA – Non correte in mezzo al traffico. Sembra una banalità, ma stando a quanto si vede in giro per le strade, non lo è. Scegliete un parco, una zona residenziale o un campo sportivo con la pista per la corsa. Quest’ultima offre il vantaggio che il fondo gommoso rende la corsa più soft per le articolazioni, ma anche un po’ più noiosa. Se correte in strada, attenzione ai fondi stradali sconnessi.

8. I VESTITI – Scegliete abiti tecnici, che siano leggeri, traspiranti e mantengano il corpo alla giusta temperatura. Una cosa a cui difficilmente si pensa è l’effetto irritante provocato dalla frizione degli abiti sulla pelle. Sceglieteli con cura, ad esempio è bene indossare calze rinforzate e indumenti senza cuciture. Potete anche mettere una crema che vi protegga, nelle parti più delicate.

9. L’ ALIMENTAZIONE – Non appesantitevi di cibo. Se è vero che avete bisogno di energie, meglio distribuire durante il giorno gli elementi che vi servono per essere efficienti: carboidrati, vitamine, sali minerali. Consumate pasti sani ed equilibrati. Importantissima l’idratazione, prima e dopo la corsa: oltre all’acqua, avrete bisogno di sodio per reintegrare i sali persi con la sudorazione e zuccheri per avere energia.

10. IL DOLORE – Tenete sotto controllo il corpo. Fermatevi al primo acciacco: il dolore è un segnale di allarme che qualcosa sta andando storto. Fate di tanto in tanto una visita sportiva, spirometria, elettrocardiogramma sotto sforzo, analisi del sangue, accertamenti necessari per chiunque pratichi sport.

Vedi anche: Ginnastica a casa, qualche esercizio per tenersi in forma

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!