Fugassa venexiana ricetta della focaccia dolce

focaccia_veneziana

Il menu tradizionale di Pasqua può variare a seconda della Regione, ma essenzialmente è composto da quelli ingredienti tipici della tradizione. Per noi il dolce della tradizione è la fugassa venexiana, al posto della colomba, dato che a Pasqua siamo quasi sempre al Lido di Venezia e facciamo il nostro primo fine settimana di mare.

La preparazione della focaccia veneziana non è difficile, ma ci vogliono i tempi di lievitazione nei quali, chiaramente, voi farete dell’altro. Questa l’ho fatta insieme ad una mia amica veneziana che m’ha portato la sua ricetta e le sue spiegazioni :). Ideale per chi, come ai miei bimbi, non piacciono i canditi 😉 !

Ingredienti:

500 gr difarina
6 uova
250 gr di zucchero
100 gr di burro
20 gr di lievito di birra
zest di 1 limone non trattato
granella di zucchero q.b.
qualche mandorla per la superficie

Vedi anche: La ricetta della focaccia dolce uva e mele

Come fare la focaccia veneziana

Disporre metà della farina a fontana e versare al centro il lievito, sciolto in 1/2 bicchiere di latte tiepido e un pizzico di zucchero. Incorporare la farina e fare lievitare sotto un panno per circa 2 ore. Nel frattempo, nella planetaria, mescolare 125 gr di farina con 125 gr di zucchero e 50 gr di burro, sciolto a bagnomaria. Unire 3 tuorli d’uovo, uno alla volta, e amalgamare bene. Unire alla pasta lievitata e impastate con energia. Coprire con un panno e lievitare ancora per circa 2 ore. Trascorso questo tempo, unire la farina, lo zucchero e il burro rimasti, gli altri 3 tuorli d’uovo, la scorza di limone grattugiata e lasciare riposare nuovamente l’impasto, coperto, per circa 5-6 ore. Imburrare uno stampo in metallo oppure di carta oleata usa e getta e dargli la forma della focaccia. Spennellare la superficie con l’albume d’uovo. Cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 1 ora. A metà cottura cospargete la focaccia con la granella di zucchero. Fate riposare la focaccia veneziana un giorno, ben coperta, prima di servirla.

Patricia Butturini per Donne sul Web

18 aprile 2011

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!