Quante crisi di governo ci sono state in Italia

Crisi di governo, quante sono state fino ad oggi in Italia? Quella dell’esecutivo Draghi è solo l’ultima. Ecco quando si crea una crisi e quanto dura l’incarico di un governo.

La crisi di governo provocata dal mancato voto del M5S al decreto aiuti, ha indotto il premier Draghi a dimettersi. Tuttavia, almeno per ora, il Presidente della Repubblica le ha respinte, per capire se nei prossimi giorni ci sono possibilità di andare avanti. Intanto però durante la legislatura in corso è già la terza crisi di governo (dopo quelle che hanno portato la fine degli esecutivi Conte 1 e Conte2). Insomma, in Italia la durata dei governi è un serio problema.

Quante crisi di governo ci sono state in ItaliaMa quante e quali sono state in totale le crisi governative fino ad oggi nel nostro paese? Vediamolo in questo articolo.

VEDI ANCHE: QUANTI PARTITI CI SONO IN ITALIA NEL 2022

Tutte le crisi di governo in Italia fino ad oggi

Dal 1946 ad oggi, ci sono state ben 66 crisi di governo, poi risolte con la formazione di un nuovo esecutivo. In alcuni casi tramite nuove elezioni, spesso per decisione del Presidente della Repubblica che ha incaricato un nuovo premier di verificare la possibilità di trovare i voti in Parlamento.

Come visto l’ultima crisi in ordine di tempo è quella che ha portato alle dimissioni del Presidente del consiglio Draghi. Ora bisognerà capire se tramite una mediazione politica il premier verrà riconfermato oppure se si formerà un nuovo esecutivo o se si andrà direttamente ad elezioni anticipate.

Come si crea una crisi di governo?

Di solito una crisi inizia quando un partito che sostiene la maggioranza non vota più la fiducia al governo, come invece fatto fino a quel momento. In questo caso non è andata così, visto che il Movimento 5 stelle non ha partecipato ad un voto sul decreto aiuti, ma formalmente non ha sfiduciato l’esecutivo.

Tuttavia Mario Draghi ha preferito dimettersi e quindi la crisi di governo si è aperta lo stesso. Ora però mercoledì 20 luglio ci sarà un discorso alle Camere del premier e in questo caso dovrebbe esserci un voto di fiducia. In pratica si formalizzerà o meno la crisi in Parlamento. Vedremo se ora i partiti decideranno di trovare delle intese o se invece preferiranno terminare l’esperienza di governo. Molto dipende anche dai sondaggi politici, a cui notoriamente i partiti sono sensibili. Quindi la possibilità di andare al voto resta concreta.

Quanto tempo resta in carica un governo

La durata di una legislatura è di 5 anni. Tuttavia per portare a termine l’intero mandato è necessario che il governo goda sempre della fiducia della maggioranza di entrambi i rami del parlamento (ovvero Camera e Senato). Come abbiamo visto però spesso la fiducia viene meno prima della fine della legislatura e questo porta a crisi di governo che finiscono con la sua caduta.

Di fatto quindi quasi sempre gli esecutivi in Italia restano in carica meno dei 5 anni canonici. Nei 76 anni della Repubblica italiana solo Alcide De Gasperi e Silvio Berlusconi sono rimasti in carica per l’intera legislatura. Tutti gli altri premier hanno invece avuto un mandato per un tempo inferiore, chi 1 anno chi 2 o 3, e a volte anche meno.

Insomma, un problema che si ripete puntualmente nel tempo quello delle crisi di governo in Italia, ma a pagarne le conseguenze spesso sono i cittadini vittime di instabilità.

VEDI ANCHE: QUANDO FINISCE IL GOVERNO DRAGHI

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!