Le canzoni sulla luna di Jovanotti. Il nuovo album

Jovanotti e la Luna. Un album di cover dedicato alla luna dal titolo Lorenzo sulla Luna. Ecco le canzoni.

In un’intervista, Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti dichiara che ciò che non lo appassiona nel mondo della produzione musicale sono le cover ed i concept album. Poi, il 29 novembre 2019, pubblica proprio un concept album di cover: Lorenzo sulla Luna.

Jovanotti, come in molti altri momenti della sua carriera, non ha paura di sperimentare, anche se questo a volte può voler dire contraddire se stesso. Lorenzo sulla Luna è un album di 11 canzoni, 11 canzoni importanti per il cantautore che ha dichiarato di averle scelte perché significative per la sua vita.

Così lo presenta su Instagram:

Una scelta quindi forse necessaria del cantautore, che dopo il periodo burrascoso legato alla polemica sul suo tour estivo nelle spiaggia (accusato di mettere a repentaglio una specie animale, il fratino), ha deciso di ritagliarsi un momento di raccoglimento, di riflessione, riflessione su di sé e sulla sua carriera. Da qui nasce il concept album “Lorenzo sulla Luna”.

Lorenzo Sulla Luna, un album astrale

L’album, come abbiamo detto, consiste in una sorte di disco autobiografico. Lo stesso Cherubini ha raccontato in un’intervista che l’idea di fare questo disco rispecchiava più la volontà di raccontare se stesso, di raccontare tappe della sua vita importanti, momenti significativi scanditi proprio da questi brani che hanno una protagonista d’eccezione: la luna.

Il satellite che gravita attorno alla Terra è stato toccato da piede di uomo per la prima volta 50 anni fa, quando l’astronauta Neil Armstrong, messo piede sull’astro, disse una delle frasi ormai diventate leggenda “Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l’umanità”. Jovanotti celebra lo sbarco sulla luna facendo quindi riferimento a tutto quest’immaginario che ovviamente ha fortemente influenzato la produzione artistica e musicale. Il fascino di questo corpo celeste non risparmia nessuno.

Dalla letteratura, alla musica, e ovviamente la scienza, che ci ha dedicato molti studi. La luna, con le sue fasi lunari, influenza l’andamento della Terra. E forse Jovanotti vuole dirci proprio questo: con queste canzoni sulla luna vuole raccontarci forse le fasi lunari della sua vita, ricordandoci anche che la sua testa, la sua personalità anche artistica, è sempre nello spazio, altrove, da un’altra parte.

Vedi anche: A te testo e significato

Lo stesso cantautore sottolinea anche come, proprio per via delle polemiche dell’estate, abbia voluto insistere su questa distanza dalla Terra, come a dire che c’è sempre una via di fuga nella vita, quando ci sentiamo troppo ancorati al terreno.

Possiamo evadere, salpare, partire, allontanarci, sentirci altrove e forse vedere così anche le cose da lontano, da un altro punto di vista, ridimensionando i nostri problemi, quelli che ci fanno soffrire e che poi magari vengono rimessi in prospettiva e perdono di importanza.

Le canzoni: da Modugno ai Tre Allegri Ragazzi Morti

La setlist dell’album è molto varia e, come detto, come unico criterio di scelta Jovanotti ha deciso che la canzone dovesse raccontare la Luna. Partendo quindi da grandi classici intramontabili come “Guarda che luna” di Fred Buscaglione o “Notte di luna calante” di Domenico Modugno, Cherubini canta anche canzoni dei Tre Allegri Ragazzi Morti, includendo la più recente “La faccia della luna”, uscita nel 2010, per poi toccare anche Lucio Dalla con la sua “L’ultima luna”.

Lucio Dalla – L’ultima luna

Jovanotti – L’ultima luna

E ancora Ivano Fossati con “Una notte in Italia”, “Accendi una luna nel cielo” di Ornella Vanoni per poi arrivare alla recente “La luna piena” di Samuel del 2017. Jovanotti cita anche se stesso con “Luna di città d’agosto”, canzone del 1997 e “Chiaro di luna”, sempre sua, scritta nel 2017.

Fred Buscaglione – Guarda che luna

Jovanotti – Guarda che luna

Una produzione d’eccellenza: Rick Rubin

L’album è stato prodotto da un musicista e producer d’eccezione: Rick Rubin. Il leggendario produttore discografico statunitense ha vinto ben 10 Grammy Awards, e ha prodotto tra i più noti e celebri artisti internazionali, tra cui alcuni album degli U2, i Linkin Park, i Red Hot Chili Peppers, Shakira, Adele, e anche l’album dello stesso Jovanotti “Oh Vita”.

Per questo concept album, Jovanotti ha voluto di nuovo affidarsi al celebre produttore di origine polacca. Il cantante racconta di essersi recato in studio e di aver registrato l’album in sei giorni, mentre il settimo è stato dedicato ad una jam session da cui poi è nata la canzone, “Prima che diventi giorno”.

Rick Rubin non ha voluto nemmeno ascoltare prima le canzoni. Jovanotti gliele ha accennate e poi si sono messi al lavoro, producendo questo disco di cover del tutto particolare e originale.

View this post on Instagram

#lorenzosullaluna 29.11.2019

A post shared by lorenzojova (@lorenzojova) on

Lorenzo sulla Luna su Youtube

Il 29 novembre Lorenzo Cherubini rende quindi l’album disponibile su Youtube, scegliendo un’estetica ben precisa per promuovere il suo album. I video sono tutti in bianco e nero, e con un’estetica vintage, proprio a citare le famose immagine dello sbarco del 1969, ritraggono il corpo celeste in mezzo all’universo. La voce piana e semplice del cantante romano intona quindi con una certa grazia questi classici della canzone italiana, mentre gli accompagnamenti variano da semplici giri di chitarra acustica a produzioni più complesse.

Clicca qui per ascoltare l’intero album Lorenzo sulla Luna su Youtube

Jovanotti, un cantautore versatile e maturo

La carriera di Jovanotti ha dimostrato in più riprese che il cantante romano ha saputo misurarsi più volte con diversi stili musicali. Non dimentichiamoci che Cherubini ha iniziato come dj, per poi dedicarsi a generi musicali come il funk e l’hip hop, che negli anni ‘80 e ‘90 in Italia erano pressoché sconosciuti.

Dopo quindi questi incursioni nella modernità, Jovanotti ha comunque voluto inserirsi in una certa corrente cantautorale, pubblicando album significativi in cui la parola prendeva sempre più importanza.

Nel corso della sua lunga carriera troviamo quindi album rap, hip hop, ma anche dance e hit estive, e ancora, appunto, album prettamente cantautorali.

All’insegna della semplicità e dell’immediatezza è quindi anche quest’ultimo album di cover, Lorenzo sulla luna, con una produzione raffinatissima e perfettamente in linea con le atmosfere lunari del disco. Buon ascolto.

Vedi anche:

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!