Le 10 più belle canzoni di Diodato. Playlist

Diodato, canzoni d’amore ma non solo. Ecco la classifica dei migliori  brani su Yotube

Diodato è il cantautore pugliese che ha vinto Sanremo 2020, ma i fan lo amano perché ha realizzato tante altre canzoni bellissime. Perciò vi proponiamo in questo articolo le sue 10 più belle, per un viaggio nei sentimenti e non solo.

Se avete voglia di ascoltare uno o più di questi brani, potete utilizzare i video tratti da Youtube allegati sotto ognuno di essi.

Vedi anche: Le canzoni di Sanremo più ascoltate e vendute

1) Fai rumore

E’ il brano con cui Diodato ha trionfato al Festival di Sanremo 2020, raccogliendo grande apprezzamento di pubblico e critica. Con esso il cantante invita a dare voce alle emozioni, per evitare di alimentare i silenzi che finiscono col separare le persone. Il testo della canzone è stato ispirato anche dalla sua ex fidanzata Levante, come ammesso dall’artista. Ecco uno dei passaggi più significativi:

“Per quanto io fugga, torno sempre a te, che fai rumore qui. E non lo so se mi fa bene, se il tuo rumore mi conviene, ma fai rumore sì, che non lo posso sopportare, questo silenzio innaturale, tra me e te”.

2) Essere semplice

Si tratta di un singolo uscito nel 2018, dove il protagonista cerca di affermare la propria identità. Egli capisce di essere diverso da tutti gli altri e vorrebbe anche sforzarsi di essere semplice, ma capisce che questo non fa parte di lui. Ecco le frasi che contengono tale significato:

“E chiedo scusa se non ho vissuto, come gli altri mi dicevano, vorrei davvero essere semplice, ma so che è stupido considerato, che non fa parte di me”.

3) Babilonia

Con questa canzone Diodato ha debuttato a Sanremo, nel 2014 fra le nuove proposte. Il suo testo è un ringraziamento del protagonista verso colei che riesce a migliorargli l’umore, spesso nero. Esplicative al riguardo sono le seguenti frasi:

“Io non lo so come fai a sbattermi così, che certi giorni ho il cuore nero e sembra sempre lunedì”.

4) Mi si scioglie la bocca

E’ un singolo del 2016, di rara bellezza con un testo ricercato, una linea melodica delicata ma dirompente allo stesso tempo. Si tratta di una dedica d’amore, verso una persona per cui il protagonista prova un sentimento forte. Queste le su frasi iniziali:

“Mi si scioglie la bocca, quando sto per dirti parole, mi si scioglie la bocca e ho paura si fermi anche il cuore”.

5) Che vita meravigliosa

In questo caso parliamo di una canzone, del 2019, che fa parte della colonna sonora del film intitolato “La dea fortuna”. Il suo testo è un inno alla vita e alle passioni, che amplificano ogni sentimento, negativo e positivo.

“Ah che vita meravigliosa, questa vita dolorosa, seducente, miracolosa. Vita che mi spingi in mezzo al mare, mi fai piangere e ballare come un pazzo insieme a te”.

6) Se solo avessi un altro

E’ un brano amaro, di un uomo che si rende conto di non fare abbastanza per la sua compagna e che teme di essere abbandonato, se lei trovasse un altro. Queste parole non lasciano dubbi al riguardo:

“Se solo avessi un altro, capace di ascoltare, che sappia consolare, sicuro e passionale… Se soltanto avessi un altro? Mi butteresti via”.

7) Eternità

Un altro brano in cui emerge la dolcezza dei sentimenti cantati da Diodato. Qui il protagonista si trova nel letto con la donna che ama e spera di prendersi cura di lei per l’eternità.

“Eternità, spalanca le tue braccia, io sono qua, accanto alla felicità che dorme. Per lei vivrò, e quando avrà bisogno io ci sarò, ad asciugare le sue lacrime”.

8) Ubriaco

In questa canzone il cantante racconta di un’occasione unica, persa dal protagonista perché troppo pieno (ubriaco) di sé. Spiegano bene questo concetto le seguenti frasi contenuto nel testo:

“Quando la luna spuntò, ero già un fiasco di vino, e non mi accorsi che un angelo chiedeva aiuto, aiuto, aiuto. Ero ubriaco, ubriaco di me.”

9) Non ti amo più

All’interno di questo pezzo Diodato immagina, con ironia, le difficoltà di dire a qualcuno che il loro amore è finito. Ciò avviene perché la quotidianità ha preso il sopravvento nella vita di coppia e la passione lentamente è scivolata via.

“Ci ho provato a mordermi le mani, a dirmi almeno aspetta sia domani, che la notte si sa porta consiglio, mi sveglio, uno sbadiglio e forse non avrò più voglia di gridarti che non ti amo più”.

Vedi anche: Le canzoni più belle di Lucio Battisti

10) Adesso

Chiudiamo con un altro brano presentato da Diodato a Sanremo, questa volta nel 2018 e in collaborazione con Roy Paci. Il cantante ha pensato e realizzato questo testo come un invito a vivere il presente, adesso appunto, senza proiettarsi altrove. Fin dalle prime frasi del brano si coglie tutto ciò:

“Dici che torneremo a guardare il cielo, alzeremo la testa dai cellulari, fino a che gli occhi riusciranno a guardare, vedere quanto una luna ti può bastare”.

Ecco le canzoni più belle del vincitore di Sanremo, oramai sulla bocca di tutti per questo, ma già capace di regalarci grandi canzoni in precedenza. Sentire i brani musicali di Diodato provoca forti emozioni per chi vive di sentimenti, quindi se siete fra questi godetevi l’ascolto.

Vedi anche: Le dieci più belle canzoni dei Pinguini Tattici Nucleari

Related Posts

Ben tornato!