Gianna Nannini le 11 canzoni più belle

Gianna Nannini è una delle cantanti più amate di sempre nel panorama della musica italiana, capace di vendere milioni di dischi e regalarci canzoni indimenticabili. Per questo abbiamo deciso di proporvi qui le sue 11 canzoni più belle, con tanto di video da Youtube per potervele gustare.

1- Sei nell’anima

Una canzone meravigliosa, uscita nel 2006, che segna la fine di una relazione importante, che avviene con il rispetto che merita. Essa testimonia che anche se ci lascia l’altra persona resterà parte di noi per tutta la vita (“sei nell’anima e li ti lascio per sempre”). L’interpretazione di Gianna nel ritornello resta scolpita nella memoria.

2- Meravigliosa creatura

Brano del 1995, che resta uno dei migliori della Nannini e rappresenta un’ode alla bellezza, di una creatura praticamente perfetta. Oltre a questo esprime anche il timore di rovinare qualcosa di così pulito, ma anche la determinazione a conservarlo (“monti, mari e fiumi attraverserò…per averti”).

3- Aria

Il brano, uscito a gennaio 2002, è la colonna sonora del film d’animazione “Momo alla conquista del tempo”. Oltre ad avere successo in Italia venne commercializzato anche in Germania e diventò colonna sonora anche di un famoso spot pubblicitario. Il testo parla di lasciarsi andare agli eventi, anche duri, a cui la vita ci mette di fronte (“Aria come è dolce nell’aria, scivolare via dalla vita mia”).

4- Un’estate italiana

La canzone, conosciuta anche come notti magiche, è stata incisa in occasione del mondiale i calcio del 1990 tenutosi in Italia. Per molti mesi, il pezzo cantato dalla Nannini con Edoardo Bennato, restò il singolo più venduto nel nostro paese. Tramite essa gli italiani si emozionarono e inseguirono quel sogno chiamato mondiale (“Notti magiche, inseguendo un goal”).

5- Bello impossibile

Brano del 1986, ma che ancora oggi ci capita di ascoltare con piacere, magari alla radio o in tv. Parla di un trasporto verso una persona bella e impossibile, riferendosi al fatto che è probabilmente troppo da desiderare. Il ritornello è scolpito nella memoria di ognuno di noi (“Bello, bello e impossibile, con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale”).

6- Fenomenale

E’ una canzone d’amore recente (del 2017), dove l’intensità del sentimento è cantata a gran voce dalla rocker senese. Qui vengono raccontate breve scene di vita quotidiana, dove la pazzia dell’amore emerge su qualsiasi altra cosa (“Fenomenale, tutto questo è una pazzia”).

7- I maschi

Un brano del 1987, che ha consacrato Gianna Nannini non solo in Italia, ma anche in paesi come la Svezia, la Francia e l’Austria. Il testo parla dei ragazzi dell’epoca e dei loro comportamenti dal punto di vista sentimentale e nel modo di approcciare l’altro sesso. Si tratta della fase di innamoramento, ben descritta dalla frase: “I maschi innamorati dentro ai bar, ci chiamano dai muri di città”.

8- Ogni tanto

Canzone, del 2010, dedicata alla figlia Penelope, allora appena nata e che ovviamente ha riempito la vita della cantante. L’amore verso la figlia è papabile nei versi del brano (“Ogni tanto mi sospendo foglie al vento vengo da te”), che è un vero e proprio inno alla gioia di essere madre, seppur con tutte le paure del caso.

9- Profumo

In questo pezzo del 1986, la Nannini ripete un concetto quasi come un mantra, una preghiera o un’ossessione: “voglio il tuo profumo”. Attraverso di esso si vuole tenere una traccia olfattiva del tempo trascorso con il proprio amato. Insomma, si parla del legame fra odore, erotismo e amore.

10- Maledetto ciao

Il brano Maledetto ciao, uscito nel 2009, nasce dalla storia vissuta in modo diretto dalla cantante. Essa, infatti, un anno prima, in Namibia, aveva cercato di ottenere l’adozione di una bambina del posto. Anche in virtù di questo nel brano si possono apprezzare richiami alla musica e ai cori africani presenti nel pezzo. Uno dei versi più significativi è: “Ciao, maledetto ciao, perché si muore già, senza combattere”.

11- Fotoromanza

E’ la canzone, del 1984, che si può considerare il primo grande successo della cantante toscana. Durante quell’anno questo titolo vinse il Festivalbar e rappresenta ancora oggi uno dei suoi cavalli di battaglia. In esso si riscontrano i suoni e le atmosfere tipiche degli anni 80. Il testo descrive quanto possa far soffrire un amore (“questo amore è una camera a gas”).

Il successo di Gianna Nannini negli anni

Siamo così giunto al termine di questa raccolta di brani d’autore firmata da Gianna Nannini. La cantante ad oggi può vantare ben 20 album incisi, tante raccolte e un numero e un numero di fan in continuo aggiornamento, riuscendo a mettere d’accordo persone di ogni età.

Forse questo è uno dei suoi segreti, parlare a tutti, di sentimenti e di altri argomenti in modo diretto, ma anche sottile quando necessario. D’altra parte gli 11 brani che abbiamo scelto per voi dimostrano tutto questo, anche se ce ne sono tanti altri degni di nota.

Related Posts

Ben tornato!