Agevolazioni assunzioni 2019: bonus per donne, uomini, sud, giovani

Agevolazioni assunzioni 2019: donne, neolaureati, cassaintegrati, persone che vivono al Sud. Sono tante le categorie che potranno usufruire dei bonus assunzione 2019

Agevolazioni assunzioni 2019: che tipo di aiuti concede lo stato per gli imprenditori che vogliono inserire nuovo personale, in particolare le donne? Vediamo più nel dettaglio una materia non sempre semplice ma che anche i candidati devono conoscere, per sapere se possono usufruire di qualche “incentivo” lato imprenditore per spingere la propria candidatura.

Vedi anche:  Agevolazioni assunzioni over 40 e over 50

Agevolazioni assunzioni 2019 donne

Già operativo con la legge Fornero e confermato dalla Legge di stabilità 2019: le aziende che inseriranno donne disoccupate da almeno 6 mesi e che abitano in regioni con svantaggio occupazionale avranno una riduzione del 50% della quota Inps e Inail per 12 mesi (con contratti a tempo determinato) o per 18 mesi (con contratti a tempo indeterminato o passaggi a tempo indeterminato).

Vedi anche: Bonus asilo nido 2019

Agevolazioni assunzioni 2019 giovani

Il datore di lavoro che assume, con contratto regolare e a tempo indeterminato, giovani con massimo 34 anni ha diritto alla riduzione del 50% della quota contributiva Inps per la durata del primo triennio di contratto.

L’agevolazione ha un massimale di 3 mila Euro per ogni annualità. L’azienda può usufruire di questa riduzione Inps solo se non ha effettuato licenziamenti nello stesso stabilimento o nella stessa sede nei sei mesi che precedono l’assunzione; inoltre il neoassunto non dovrà essere lasciato a casa per almeno sei mesi. L’agevolazione durerà per tutto il biennio 2019-2020 e dal 2021 cambieranno i requisiti di età: sarà riservata solo agli under 30 (salvo future modifiche). 

Questo bonus per le assunzioni, se non è interamente utilizzato da un datore di lavoro (cioè se il lavoratore assunto viene lasciato a casa prima dei 3 anni) potrà essere utilizzato da un altro principale.

Vedi anche: Bonus 18 anni 2019. Come si richiede e come si spende.

Agevolazioni assunzioni 2019 Meridione

Chi abita nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna ha diritto al bonus lavoro 2019 Meridione: se si è nella fascia di età tra 16 e 34 anni, o anche se si ha più di 35 anni ma non si ha uno stipendio regolare da un semestre si può accedere ad agevolazioni per assunzioni a tempo indeterminato o come apprendisti. Per un anno il datore di lavoro non pagherà integralmente l’Inps con un massimale di 8.060 euro. Attualmente il bonus è previsto finire al 31 dicembre 2019, salvo proroghe.

Agevolazioni assunzioni 2019 Neet

Neet è un acronimo che indica quei giovani sotto i 29 anni che non cercano lavoro e non studiano. Per loro lo stato riserva una cancellazione integrale dei contributi previdenziali per la durata di un anno. Questa agevolazione può essere sommata al bonus assunzioni per gli under 35 di cui abbiamo sopra parlato.

Questo bonus però ha un monte generale di fondo di 160 milioni di Euro che una volta finiti segnaleranno lo stop a poterne usufruire da altri teorici beneficiati.

Agevolazioni per laureati con lode

Chi nel 2019 assumerà con contratto a tempo indeterminato chi ha raggiunto la laurea con lode avrà l’esonero integrale dai contributi previdenziali per un anno con un massimale di 8 mila euro.

Naturalmente le agevolazioni non varranno per tutti i laureati ma solo per chi si è laureato, senza andare fuoricorso, dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019 e lo abbia fatto prima dei 30 anni.

Bonus Ires 2019

Le aziende che assumono a tempo determinato o indeterminato potranno avere una riduzione dell’Ires al 15% (al posto del 24%). L’assunto dovrà lavorare in Italia.

Agevolazioni 2019 per assunzioni di cassaintegrati

Le imprese che inseriscono cassintegrati avranno una riduzione del 50% dei contributi per il primo anno e mezzo di contributi (o anno se il contratto è a termine) con un massimale di 4.030 euro l’anno.

Agevolazioni per chi assume lavoratori in Naspi

Il datore di lavoro che assume persone in Naspi avrà diritto a ricevere il 20% della Naspi non ancora percepita e prevista se il lavoratore non avesse trovato nuova occupazione.

Vedi anche: Reddito di cittadinanza, chi ne ha diritto e come si può spendere.

© copyright (09/01/2019)

Related Posts

Ben tornato!