Recovery plan, cos’è e come funziona

Recovery plan significato. Cos’è e come funziona il recovery plan e come il governo intende spendere i soldi del recovery fund europeo.

Recovery plan, il governo Draghi ha stilato la bozza del Pnrr, ovvero il documento da presentare a Bruxelles entro fine mese. Si tratta di un passaggio fondamentale per avere accesso agli oltre 200 miliardi del recovery fund e alle ulteriori risorse stanziate dall’Unione Europea. Per questo il premier ne ha illustrato i punti salienti in Parlamento.

UNIONE-EUROPEA

Proviamo quindi a capire cos’è e come funziona il recovery plan italiano in parole semplici e cosa prevede in base all’ultima versione disponibile.

VEDI ANCHE: AIUTI UE ALL’ITALIA

Recovery Plan cosa significa

Il recovery plan è un dettagliato programma relativo ad investimenti, piani e riforme che il governo intende realizzare per rilanciare il paese. Il contenuto di questo documento programmatico è determinante per ottenere le risorse del Recovery Fund (o Next Generation EU).

Questo cronoprogramma, infatti, dovrà essere presentato alla commissione UE entro il 30 aprile 2021. Successivamente in base alla bontà dei progetti presentati l’Unione conferirà le varie tranche di aiuti all’Italia, già a partire dai prossimi mesi.

Nel complesso le risorse a disposizione per l’Italia sono circa 248 miliardi di euro, come dichiarato dal Presidente del Consiglio nel suo intervento in Parlamento. Di questi 191,5 miliardi rientrano nel Next Generation EU, mentre i restanti 30,5 da un fondo complementare. A questi si aggiungono ulteriori 26 miliardi “da destinare alla realizzazione di opere specifiche” entro il 2032.

Delle risorse destinate all’Italia dal recovery fund, oltre la metà di queste sono prestiti a tassi vantaggiosi, mentre buona parte sono contributi a fondo perduto. Tuttavia i fondi verranno assegnate di volta in volta dall’UE in base alla sostenibilità dei progetti presentati.

Recovery plan, cosa contiene

Per realizzare un programma in grado di ottenere i finanziamenti europei, il governo ha realizzato il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). Al suo interno sono contenute le area di intervento e le cifre mobilitate per ogni voce.

Ecco, in base alla tabella di sintesi del piano, le sei missioni individuate nel recovery plan e le relative risorse previste:

  • Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura: 49,2 miliardi
  • Rivoluzione verde e transizione ecologica: 68,6 miliardi.
  • Infrastrutture per una mobilità sostenibile: 31,4 miliardi.
  • istruzione e ricerca: 31,9 miliardi.
  • Inclusione e coesione: 22,4 miliardi.
  • Salute: 18,5 miliardi.

Recovery plan pdf

Ricordiamo che parte delle risorse sarà destinata all’attuazione di 4 riforme:

  • pubblica amministrazione
  • giustizia
  • semplificazione normativa
  • concorrenza.

Di seguito alleghiamo il pdf da scaricare, per chi volesse leggere il testo integrale del nuovo Pnrr approvato dal governo.

Pnrr superbonus e altre misure

Come ha spiegato il premier Draghi lo scopo principali degli interventi contenuti nel Pnrr è quello di: “riparare i danni economici e sociali della crisi pandemica, contribuire a risolvere le debolezze strutturali dell’economia italiana“.

Ma oltre alle missioni riportate il Pnrr prevede anche l’impegno per la proroga del Superbonus al 2023. Il premier Draghi ha indicato che sono stati stanziati oltre 18 miliardi tra Pnrr e Fondo complementare per la misura.

Inoltre, sono previsti investimenti ad hoc per giovani, donne e cittadini del mezzogiorno. In particolare per quanto riguarda l’occupazione, il gap di genere e gli investimenti in infrastrutture per il sud.

Ricordiamo che il piano contiene programmi che rispecchiano le linee guida definite dall’Unione Europea, per conseguire la crescita economica dopo l’emergenza causata dal covid. Infatti, sui punti elencati la commissione e i paesi europei vigileranno affinché le risorse siano spesi in modo adeguato. Per esempio non sarà possibile aumentare i fondi destinati alla previdenza italiana.

E’ tutto per quanto riguarda cos’è e cosa contiene il recovery plan. Un documento fondamentale, vista la portata enorme di soldi che può garantire per la ripresa del nostro paese. Tuttavia per riuscirci bisognerà fare i conti con le linee guida e i controlli da parte dell’UE.

VEDI ANCHE:

Related Posts

Ben tornato!