Dichiarazione Iva 2020 proroga, presentazione date scadenza

Dichiarazione Iva, date proroga, scadenza e istruzioni sulla dichiarazione Iva 2020

Le date di presentazione della dichiarazione Iva 2020, hanno subito una proroga dopo il varo del decreto liquidità recentemente deciso dal governo.

Le nuove date e scadenze però non riguardano tutti, ma solo quei liberi professionisti che possiedono particolari requisiti. Scopriamo allora quali sono, come cambia il calendario per la presentazione della dichiarazione Iva e le istruzioni per tale operazione.

Vedi anche: Aprire la partita Iva quanto costa e quanto conviene

Proroga dichiarazione Iva 2020, date

Le dichiarazioni Iva 2020 sono state prorogate al 30 giugno 2020, rispetto alle scadenze fiscali inizialmente previste per il 16 aprile e il 16 maggio. Come detto però, tale cambiamento non riguarda tutti i titolati di partita iva, ma solo quelli che hanno registrato:

  • una perdita pari almeno al 33% in caso di ricavi o compensi inferiori ai 50 milioni di euro.
  • Almeno il 50% di perdite per ricavi oltre i 50 milioni.

Per quanto riguarda le province più colpite dal covid-19, ossia Bergamo, Lodi, Cremona, Brescia e Piacenza, la sospensione dell’iva spetta chi ha subito un calo del fatturato di almeno il 33% senza soglie di ricavi.

Possono fruire di questa proroga gli esercenti che hanno iniziato ad operare a partire dal 1 aprile 2019. Inoltre, al 30 giugno i contribuenti potranno scegliere fra il pagamento in soluzione unica o in 5 rate mensili a partire proprio da giugno.

Vedi anche: Come calcolare la percentuale Iva da mettere in fattura.

Agenzia delle entrate, chiarimenti proroga scadenze fiscali

L’agenzia delle entrate ha fornito dei chiarimenti relativi alla proroga delle scadenze fiscali di aprile e maggio 2020.

In particolare, relativamente al calo di fatturato, bisognerà determinarlo in modo separato per ogni mese. In particolare:

  • per la scadenza di aprile si dovrà verificare la differenza tra marzo 2019 e marzo 2020.
  • Per quella di maggio, bisogna calcolare la perdita confrontata fra i mesi di aprile 2019 e quello del 2020.

L’Agenzia specifica che per le date sulle fatture bisogna fare riferimento a quelle riportate sui documenti.

Infine, oltre alla dichiarazione Iva, nel nuovo decreto sono state rinviate anche le ritenute alla fonte e il versamento dei contributi.

Istruzioni dichiarazione Iva 2020

Detto del rinvio al 30 giugno delle scadenze fiscali, vi ricordiamo che le istruzioni per effettuare la dichiarazione Iva 2020 sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle entrate.

In particolare, nella sezione dei documenti di agenziaentrate.gov.it, una è dedicata all’Iva e spiega come procedere step by step. Si tratta di un pdf di 81 pagine che potrete scaricare e leggere con calma, in cui vengono illustrate:

  • le avvertenze.
  • La modulistica da adottare in base alla tipologia di contribuente.
  • Le istruzioni per la compilazione dei moduli e dei vari quadri presenti in dichiarazione.

Questa la prima pagina del documento.

Dichiarazione precompilata

Per chi deve presentare la dichiarazione iva, dal mese di luglio arriva quella precompilata, che sarà messa a disposizione dall’Agenzia delle entrate. In questo modo i contribuenti potranno farla in autonomia, avvalendosi di una serie di dati che, una volta inseriti, saranno disponibili anche nelle dichiarazioni successive.

Per farlo sarà necessario accedere al sito dell’agenzia delle entrate ed essere in possesso delle proprie credenziali di accesso, ossia nome utente, password e pin.

Tale procedura inizialmente sarà disponibile in via sperimentale e diventerà obbligatoria a partire dal 2021, per favorire i controlli delle agenzia delle entrate. I contribuenti possono comunque delegare la presentazione della dichiarazione iva al commercialista o ad altri intermediari autorizzati.

Bene, ora è davvero tutto per quanto riguarda la dichiarazione iva 2020. Il rinvio delle scadenze di aprile e maggio, concede una tregua ai contribuenti che però a giugno potrebbero ancora trovarsi in difficoltà, se l’economia del paese non dovesse rimettersi in moto velocemente.

Vedi anche:

Proroga tasse il calendario scadenze 2020

Tipi di partita Iva

Related Posts

Ben tornato!