Detrazione IRPEF per il lavoro dipendente 2013, le novità della Legge di stabilità

detrazioni_irpef_legge_stabilita
Ci sono delle novità: diminuisce la soglia massima per avere la detrazione IRPEF per il lavoro dipendente: da 55 mila a 32 mila euro.

Un emendamento della Commissione Bilancio del Senato alla Legge di Stabilità 2013 modifica il limite massimo entro cui è valida la detrazione IRPEF per il lavoro dipendente. La soglia si sposta da 55 mila a 32 mila euro e in questo modo gli sconti fiscali si concentrano sulle fasce di reddito più deboli.

Vedi anche: Detrazioni fiscali 50% e 65% fino al 2014, la guida aggiornata

L’emendamento all’ex Finanziaria prevede infatti che i redditi fra 15 e 20 mila euro abbiano i maggiori benefici, con una detrazione massima di 225 euro, che significa all’incirca 19 euro al mese.

La prima versione del Dl Stabilità prevedeva un aumento delle detrazioni IRPEF per i redditi fino a 26 mila euro, con uno sgravio massimo di 172 euro per i redditi sino a 15.000 € l’anno e fino a 130 euro per i redditi fra 16.000 € e 26.000 €. Ora l’aumento a 225 euro della soglia massima di sgravio consentirà maggiore respiro ai redditi meno abbienti.

Leggi anche: Detrazione IRPEF per il lavoro dipendente 2013, come si fa il calcolo?

Ricordiamo che la detrazione diminuisce l’importo dell’IRPEF che deve essere versato all’erario, fino all’azzeramento per i redditi più bassi e con una soglia massima che è ora di 32 mila euro. Non cambia invece il metodo di calcolo e gli aumenti già previsti per il 2013, che valgono per i redditi sino a 28 mila euro.

 

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!