Home»Economia»Economia News»Bonus bebè 40 euro: dal 2019 ridotto e solo per un anno

Bonus bebè 40 euro: dal 2019 ridotto e solo per un anno

1
Shares
Pinterest Google+

Bonus bebè: 40 euro al posto degli 80 dal 2019. Ma per il 2018 dovrebbe restare tutto come ora. Le ultime news.

bonus bebe

Continua la telenovela sul bonus bebè da 80 euro che con tutta probabilità diventerà bonus bebè 40 euro. In un primo momento sparito dai radar della Legge di stabilità e cancellato per ragioni di budget, poi annunciato come riconfermato da ampie parti della maggioranza, ora ritornato, “assicurato” per il futuro, anche se in una versione parecchio modificata. Vediamo le ultime news.

Il bonus bebè 2018 diventerà strutturale

Prima notizia importante: se ogni anno in questo periodo stiamo ad assistere al balletto di quali bonus potranno restare e quali non saranno più confermati, per quanto riguarda il bonus bebè abbiamo avuto la notizia ormai sicura che la misura di sostegno diventerà strutturale.

Quindi il percorso sarà il medesimo accaduto per gli 80 euro in busta paga: non più misura una tantum ma aiuto fisso per chi ha i requisiti di reddito richiesti (Isee ricompreso entro i 25 mila euro l’anno).

Vedi anche: Bonus 2018: quelli che restano e quelli che probabilmente non ci saranno più.

Il bonus bebè 40 euro: fisso sì, ma dimezzato

L’attuale bonus bebè vale 80 euro al mese e per il 2018 pare non ci saranno problemi. L’emendamento alla legge finanziaria, o almeno la sua ultima versione, presenta il bonus nella identica modalità del bonus bebè 2017: 80 euro mensili che raddoppiano a 160 per i redditi Isee sotto i 7000 euro l’anno.

L’aiuto prosegue per tre anni dalla nascita del bambino o per tre anni dal momento dell’adozione.

Bonus bebè da 40 euro per solo un anno dal 2019

Quindi la buona notizia è che il bonus almeno ci sarà e che per i nati, o adottati nel corso del 2018, resterà invariato in entità e durata. La cattiva notizia è che il bonus bebè 2019 sarà dimezzato e varrà 40 euro al mese.

Seconda brutta notizia è che la sua durata non sarà più triennale ma solamente annuale. Quindi un massimo di 480 euro per il primo anno di vita del piccolo o per il primo anno successivo all’avvenuta adozione. Le soglie Isse per accedere all’aiuto non dovrebbero subire variazioni.

Vi terremo prontamente aggiornati sulle prossime news.

Vedi anche: Rei 2018, reddito di inclusione. Come e quando averlo.

No Comment

Leave a reply

Previous post

Le attrici più pagate al mondo sono sempre le stesse

Next post

Tutti contro tutti: le rivalità tra le città italiane