Home»Economia»Economia News»Bonus 18 anni 2018: finalmente attivo per i 1999

Bonus 18 anni 2018: finalmente attivo per i 1999

11
Shares
Pinterest Google+

Il bonus 18 anni 2018 dà 500 euro da utilizzare per acquisti culturali. Finalmente è attivo anche per i nati nel 1999

bonus 18 anni

Il bonus 18 anni 2018 è cosa fatta: con la promulgazione in Gazzetta Ufficiale abbiamo la definitiva sicurezza che il bonus da 500 euro per i neomaggiorenni sarà esteso anche alla classe 1999.

Bonus 18 anni 2018: cos’è e chi ne ha diritto

Il bonus 18 anni, noto anche come bonus cultura, è una dotazione di 500 Euro che viene concessa ai ragazzi che compiono la maggiore età, i 18 anni. Partita nel 2016 con la classe 1998, ed entrata effettivamente a regime quasi a fine anno con molto ritardo, non se ne conosceva il futuro e c’erano molti dubbi che potesse rientrare tra i bonus 2018 confermati.

I ragazzi della classe 1999 possono dunque stare tranquilli: i 500 euro li vedranno anche loro e con una rosa di scelta ben più vasta rispetto al passato. Tutti i neomaggiorenni dell’anno 2017 potranno dunque spendere 500 euro in beni e attività culturali.

Come si richiede e si utilizza il bonus 18 anni 2018?

Occorre prima di tutto avere un’identità digitale Spid che certifichi il possesso del requisito anagrafico dei 18 anni (da richiedersi a uno dei certificatori autorizzati: Poste Italiane, Tim, Infocert, Sielte). Si può eseguire tutta la procedura online o andando in una sede fisica di queste società.

Una volta in possesso dello SPID si può accedere al sito 18app.italia.it o scaricare la app 18 app sul proprio smartphone che reindirizzerà al gestore che ha rilasciato lo Spid per l’autentificazione.

Dalla app o sul portale web si possono poi cercare i gestori e i rivenditori presso cui utilizzare il bonus, creando il buono con l’entità monetaria corrispondende all’acquisto da fare. Il bonus infatti non consta di denaro liquido ma è materialmente un buono fisico o digitale che può essere stampato o portato con sé sul cellulare o utilizzato negli store web e che dà la possibilità di entrare in musei, a concerti, spettacoli di teatro, al cinema, di acquistare libri, di visitare parchi naturali.

La nostra guida per il bonus cultura 2017 spiegava accuratamente tutti i passaggi per richiedere lo Spid e i documenti necessari a tale scopo.

Fino a quando sono spendibili i buoni?

I buoni sono creabili e utilizzabili fino al 31 dicembre 2018. Possono già essere creati da ora, salvo chiaramente aver eseguito tutti i passaggi di autenticazione e di iscrizione al sito o alla app che va fatta entro il limite massimo del 30 giugno 2018.

I buoni possono essere spesi in diverse soluzioni nel tempo o anche tutti insieme (es. per acquistare uno strumento musicale).

Si potranno acquistare anche Cd e corsi di lingua

Come detto è stata ampliata la possibilità di scelta entro cui utilizzare i buoni. La novità che riscuoterà maggiore successo è certamente quella di poter creare buoni per comprare dischi fisici e per scaricare musica dal web.

Inoltre si potranno utilizzare i soldi anche per lezioni di teatro, di strumenti musicali e per corsi di lingue straniere. Il tutto sempre in enti abilitati che si trovano elencati nel motore di ricerca all’interno del sito. Per fare alcuni esempi: per la musica registrata compare attualmente solo Amazon. Per i concerti ci sono i due maggiori rivenditori Ticketone e Bookingshow. Sul sito 18app.italia.it trovate comunque l’elenco di tutti gli store fisici e virtuali convenzionati, divisi per categoria (cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei e monumenti, teatro e danza, formazione, musica registrata).

Vedi anche: 44 bonus in Italia nel 2017, ecco quali. Guida completa.

No Comment

Leave a reply

Previous post

Bonus famiglie numerose 2017

Next post

Scioperi ottobre 2017