Home»Cucina»Alimentazione e salute»Salvia: gli effetti benefici, uso in cucina e in gravidanza

Salvia: gli effetti benefici, uso in cucina e in gravidanza

3
Shares
Pinterest Google+

In cucina è ottima ma come tutte le erbe aromatiche anche la salvia ha le sue proprietà, vediamole tutte tra salute cosmesi gravidanza e menopausa.

Salvia

Salvia: proprietà

Parente del timo e della menta, la salvia condivide con esse la duplice natura di aroma culinario e medicamento naturale. Dal punto di vista erboristico viene sfruttata, sotto forma di decotto, per le sue virtù digestive, diuretiche, corroboranti. Ha inoltre proprietà antinfiammatorie e cicatrizzanti: le foglie semplicemente pestate e inserite in una garza possono contribuire a risolvere gengiviti, ascessi e piccole piaghe. Alla pianta si attribuisce la capacità di contrastare la depressione e migliorare concentrazione e memoria.

Salvia in cucina

Pianta aromatica assai amata nella gastronomia italiana, si accompagna a moltissime preparazioni tipiche della cucina casalinga, per esempio la classica scaloppina di maiale o i saltimbocca alla romana. Gli involtini di carne sono spesso guarniti con una foglia di salvia prima di essere fermati con lo stecchino. Non si dimentichi però il gusto gradevole che la salvia può dare a primi piatti e zuppe: la pasta e ceci come si prepara in Toscana, per esempio, prevede che tutto cominci con un soffritto a base di aglio e salvia, cui si aggiungeranno i ceci per metà interi (con l’acqua di cottura necessaria a diluire il tutto) e per metà passati al passaverdura, un poco di estratto di pomodoro e, infine, la pasta. Burro e salvia rappresentano il condimento classico per gnocchi e ravioli, ma anche l’intingolo in cui cucinare il pesce, specie quello di lago. Come stuzzichino si possono provare i biscotti salati alla salvia, che esistono anche in versione dolce, o la salvia impastellata e fritta. E per concludere un bicchierino di liquore casalingo alla salvia!

Vedi anche: Cucina salute e bellezza tutto quello che puoi fare con il basilico

Salvia e menopausa

Tradizionalmente la salvia fresca o sotto forma di tisana è usata per contrastare le cosiddette “caldane” e in generale i disturbi della menopausa, tanto da meritare il nome di “estrogeno naturale”. Per la stessa ragione interviene sull’equilibrio ormonale limitando l’eccessiva sudorazione (l’olio essenziale può, a questo proposito, essere utilizzato anche come deodorante sui piedi).

Salvia in gravidanza: la salvia è abortiva?

Come per tutte le erbe commestibili, il consumo moderato di salvia fresca non ha alcun effetto negativo dimostrato sulla gravidanza e l’allattamento. Bisogna tenere conto del fatto che la sua carica aromatica può “dar sapore” al latte materno, con la possibilità che il piccolo possa momentaneamente non gradirne il gusto. Meglio evitare, invece, di assumere direttamente l’olio essenziale o di utilizzarlo puro per i massaggi.

Salvia e denti

Masticata fresca, grazie al suo intenso aroma costituisce un supporto contro i problemi di alitosi. Sfregarla sui denti può essere un’alternativa valida se ci si dovesse trovare privi di spazzolino: ha una blanda azione sbiancante e previene le infiammazioni delle gengive. Due gocce di olio essenziale diluite in acqua costituiscono un buon collutorio in caso di irritazione della bocca e della gola.

Salvia: proprietà cosmetiche

Grazie alla salvia capelli e cuoio capelluto possono trovare un piccolo aiuto contro alopecia e calvizie precoce: l’olio essenziale o il decotto, frizionati su cute e capelli, purificano la pelle e stimolano la crescita.

Vedi anche: Prezzemolo propietà gravidanza e uso in cucina

© RIPRODUZIONE RISERVATA

No Comment

Leave a reply

Previous post

Amal Clooney: come indossare un vestito corto ed essere perfetta

Next post

5 straordinarie coppie di artisti del passato