I migliori fondotinta del 2013 per un make up perfetto

Da quello liquido a quello minerale, il fondotinta è la base del make up perfetto. Ma come funziona? E come scegliere la tonalità giusta? Ecco i migliori fondotinta scelti da Donne sul Web.

Un viso perfetto, uniforme nella grana ed omogeneo nel colorito è anche merito del fondotinta. E’ il cosmetico che più di tutti aiuta a minimizzare le imperfezioni, rendendo la pelle del viso uniforme e levigata. Lo sanno bene le celebs che non ne fanno mai a meno. L’attrice Sienna Miller ha dichiarato: “una donna non dovrebbe mai uscire senza fondotinta , una base perfetta è il segreto del make up perfetto“.

La bella Catherine Zeta Jones, invece, preferisce il fondotinta minerale, che negli Usa ha registrato un vero boom, le vendite sono cresciute del 70%, mentre l’attrice  Kim Kardashian, usa quello liquido che applica correttamente con una spugnetta.

Il fondotinta su misura per il tuo viso

In questi ultimi anni il fondotinta è diventato sempre più performante. Le formule sono ipersofisticate tanto da aderire alla pelle come una calza. Nei fondotinta di ultima generazione sono inseriti elastomeri siliconici o polimeri (sintetici o di origine vegetale) in grado di rendere la struttura elastica proprio come una rete.

Sfatato anche il luogo comune che lo giudicava “pesante” e di difficile stesura. Le moderne texture sono super fini e sottili in grado di svolgere la loro performance quasi senza strato visibile. Non c’è lettura del fondotinta, è pura qualità ottica. Inoltre sono facilissime da stendere, sia con il pennello, la spugnetta e addirittura con le dita.

Fondotinta antirughe

La ricerca ha messo a punto dei fondotinta che oltre a coprire le imperfezioni riescono a svolgere un’azione antirughe. E’ il caso del nuovo Perfecting Supreme Foundation Cream di Transvital che grazie a un particolare mix di attivi ridensifica la pelle e Terrybly Densiliss by Terry, il primo fondotinta in siero rassodante che tratta tutti i segni dell’invecchiamento. «Il risultato di una pelle perfetta viene dato dai pigmenti auto adattabili che svolgono un’azione biomimetica», spiega la make up artist Terry de Gunzbur.

«La luce esterna viene prima assorbita, quindi diffusa su tutta la superficie del viso per contrastare il grigiore della pelle. Queste formule, però, hanno anche una parte “attiva” che liberano sostanze antiage nell’arco della giornata per correggere le rughe sia profonde che superficiali. Sono indicate dopo i 30 anni dove occorre un’azione rigenerante».

Fondotinta come scegliere la tonalità

Scegliere una tonalità sbagliata, in contrasto con la propria pelle, rovina tutte le proprietà benefiche del fondotinta. «Pigmentazione e colorazione sono sempre più self control, si adattano alla riflessione del colore della pelle e questo facilita la scelta del colore», spiega Rayan Tolomei, make up artist International per Max Factor .

«Molti fondotinta hanno addirittura all’interno dei pigmenti che riflettono i colori della madreperla per dare all’incarnato una tridimensionalità e una colorazione unica nel suo genere. Per non sbagliare nella scelta bisogna farlo alla luce del sole ed effettuare la prova sulla giuntura mandibola-collo, al lato del viso».

La tecnologia però viene in aiuto, Sephora e Pantone hanno messo a punto un particolare servizio “Color Profile” che si avvale di un dispositivo in grado di eseguire una perfetta scansione del colore della pelle, su tre punti del viso, grazie a 17 flash incorporati. Dopo questa analisi si troverà il colore perfetto del fondotinta.

Vedi anche: Unghie smalti tendenze 2013

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!