Turismo in Italia: cinque miti degli stranieri finalmente sfatati

Italia piena di borseggiatori? Tutti mangiano, ogni giorno, pasti pantagruelici da antipasto a dessert? Le donne è meglio che circolino sempre accompagnate perché le molestie sono dietro l’angolo? Sono tanti i miti diffusi all’estero sul nostro Paese, miti che poi sono quasi sempre sfatati dalla realtà delle cose.

Ischia, spiaggia Sant Angelo

Italia vista dall’estero: miti, esagerazioni in bene e in male, pregiudizi. La percezione del nostro Paese all’estero è ondivaga: stima per le grandi bellezze artistiche e paesaggistiche, critiche per la nostra gestione pubblica e a volte per il nostro “carattere”.

Ma spesso gli stranieri si creano dei miti sull’Italia che poi, una volta nello Stivale, vedono smentiti dalla realtà dei fatti. UsToday con un articolo a firma Everett Potterm ha elencato 5 di queste credenze fantasiose che un turista che arriva nel Bel Paese non vedrà realizzarsi.

Vedi anche: turismo in Italia, gli stranieri creano la guida anti fregatura.

Non visitate le mete più famose perché incontrerete solo turisti

Ebbene, come la redattrice di Us Today, confermiamo. A Piazza di Spagna non ci sono solo turisti ma anche cittadini romani. C’è chi lavora nel centro di Roma, chi fa jogging ai giardini di Villa Borghese, chi si gode le bellezze locali da locale.

Ma poi perché mai un turista che magari può venire qui solo una volta in vita non dovrebbe vedere le cose più belle di una città, anche se queste sono, appunto, “turistiche”? Magari, aggiungiamo noi, dovrebbe avere l’accortezza di non andare ai Fori e al Colosseo alla domenica pomeriggio e scegliere un giorno differente e un periodo dell’anno meno affollato, potendo.

Mito correlato, il terrore di pagare tantissimo: ovviamente in Piazza San Marco si paga il servizio e la posizione ma se si esce dall’immediato centro di Venezia, restando all’esempio, direzione Piazza Roma o stazione ferroviaria, si troveranno bar con prezzi normali e anche ristoranti con menù fisso a tariffe assolutamente abbordabili.

Le donne non possono uscire da sole

Chi scrive questo articolo un giorno vide al cinema un film romantico. Il film era uscito una decina di anni fa e mostrava una coppia di stranieri che si conosceva in Italia, si innamorava ecc. Ebbene: pur essendo ambientato “in tempo reale”, cioè non negli anni Cinquanta me nel 2000 circa, per strada c’erano solo auto di almeno 20-30 anni prima. Antiche Cinquecento, maggioloni, come se il nostro stato si dovesse conformare all’idea della Dolce Vita, di quel paesone pittoresco e fermo nel tempo cui credono ancora molti stranieri.

Uguale discorso per il nostro apprezzamento delle donne: saremo anche dei “latin lover”, avremo un carattere “mediterraneo” ma le donne possono uscire e circolare liberamente da sole, senza essere molestate. Usa Today spiega molto bene anche il fatto che lo stupore di una donna straniera potrebbe derivare dal concetto italiano un po’ estensivo di “complimento” che spesso viene preso male da qualche vacanziera.

Ma nelle intenzioni di chi fa il complimento quasi sempre non c’è malizia o eccessiva insistenza.

Pieno di borseggiatori

Statistiche alla mano non si corrono più rischi di quanti se ne corrono nelle grandi città estere. Il vostro redattore una volta subì un furto di uno zainetto a Barcellona. Tale zainetto conteneva solo i rifiuti del pasto appena consumato…

In Italia una volta perse il portafoglio in un parco e, prima ancora che se ne accorgesse, un gentile ragazzo glielo riportò senza toccare un Euro. Ovviamente ci potrebbero essere numerosi esempi opposti e ladri e borseggiatori esistono anche da noi, ma nulla di così tremendo come molti pensano fuori dai confini patrii.

Mangiare sano è impossibile con 4 portate a pasto!

A meno di matrimonio o cerimonie o feste nessuno mangia in Italia pasti dall’antipasto al dessert. Se ci sono turisti che temono questo, come riporta la testata Usa, si può facilmente capire che però le portate italiane sono più piccole, meno caloriche e quasi tutti fanno un piatto unico, al massimo seguito da antipasto o dessert.

La pizza italiana è uguale a quella che si mangia negli Usa

Avete mai mangiato in una di quelle grandi catene di pizza fast food che ci sono all’estero? Ecco vi sarete fatti un’idea su come immaginano che sia la pizza italiana molti all’estero. Certo ci sono varie pizzerie gestite da italiani anche fuori dalle Alpi ma la pizza mangiata in Italia resta un’altra cosa.

Meno condimenti, meno formaggio, materie prime solitamente migliori, la cottura nel forno a legna: insomma se persino in Italia spesso le differenze tra pizza buona e pizza così così si notano subito, immaginate per un turista…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!