Controlli spostamenti tra comuni Dpcm

Controlli spostamenti tra comuni e regioni. Rafforzati i controlli in vista delle festività di Natale. Ecco il piano del governo nelle città e non solo.

Controlli rafforzati sugli spostamenti tra comuni e regioni, ma anche per evitare assembramenti nelle città, dallo shopping alle zone della movida. Ci saranno droni, pattuglie anti assembramento, posti di blocco in città, ai caselli autostradali, nelle stazioni ferroviarie e in altri luoghi.

controlli spostamenti

Queste le intenzioni del governo in base alle ultime notizie. Cerchiamo quindi di capire quali saranno i controlli sugli spostamenti degli italiani nelle prossime festività.

Vedi anche: Conte nuovo dpcm regole e restrizioni

Nuovo dpcm natale spostamenti tra comuni e regioni, controlli

Il nuovo decreto ha stabilito per le giornate del 25 e 26 dicembre spostamenti vietati tra comuni. Stesso discorso per la giornata di Capodanno. Inoltre, è previsto il divieto di spostamenti tra regioni, dal 21 dicembre al 6 gennaio 2021.

Per garantire il rispetto di queste restrizioni, il governo è al lavoro su un piano di rafforzamento dei controlli. Quindi già dal ponte dell’Immacolata ci sarà un’intensificazione delle verifiche.

Verranno utilizzati elicotteri in volo su autostrade, strade e centri abitati, ma anche droni per individuare assembramenti nelle vie dello shopping o della movida in città. Ad esempio a Roma ci saranno controlli mirati a Trastevere e all’Eur, zone dove si sono verificati i maggiori assembramenti di recente.

Per evitare gli spostamenti non necessari, ci sarà un maggior numero di posti di blocco, nelle città e sulle autostrade, ma anche in stazioni, porti, aeroporti eccetera. Rafforzati anche i controlli sull’orario di chiusura degli esercizi commerciali, bar e ristoranti.

Insomma, gli italiani saranno sottoposti a controlli serrati durante le prossime festività.

Regione Lombardia spostamenti

Intanto per quanto riguarda le regioni, il governatore Fontana teme che nell’ultimo week end prima del blocco agli spostamenti tra regioni, ci sia un esodo come quello dello scorso marzo. Si tratta dei giorni del 19 e 20 dicembre, a ridosso del 21, cioè quando partirà il blocco alla mobilità interregionale anche tra zone gialle.

Infine, il presidente Veneto Zaia chiede un ravvedimento del provvedimento al blocco dello spostamento tra comuni nei giorni di festa. Ma per ora il governo non sembra intenzionato ad accontentarlo e prepara controlli rafforzati.

Questo il quadro della situazione attuale per quanto riguarda i controlli sugli spostamenti tra comuni e regioni, sulla base delle ultime news.

Vedi anche: 

 

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!