Marcell Jacobs parla la mamma: la genesi di un campione.

Dietro alla straordinaria impresa di Marcell Jacobs a Tokyo c’è sicuramente l’impegno di Viviana Masini, sua madre: lui dal palco e lei dalla platea offrono un messaggio meraviglioso alle mamme.

Il fenomeno Marcell Jacobs dopo le olimpiadi viene raccontato dai suoi allenatori, dai tecnici che lo hanno accompagnato poco per volta fino in cima al mondo. Ma le parole più belle sono quelle di sua madre. Ascoltiamola in questa breve video intervista.

La mamma dell’uomo più veloce del mondo

Viviana Masini ha accompagnato Marcell sulla pista di atletica di Desenzano, per un annetto finché il ragazzino voleva giocare a calcio. E poi agli allenamenti di atletica. Oggi suo figlio è un simbolo, un esempio: e lei sta al centro della scena con molta umiltà e compostezza, in modo quasi schivo. E si capisce da dove Marcell abbia imparato tanta umanità: “É sempre stato un ragazzo entusiasta, pieno di vita, solare, anche nei suoi momenti più bui e negativi dopo qualche infortunio o qualche gara non buona. Ha avuto un grande spirito di adattamento e ha sempre fatto di testa sua, nel bene e nel male”.

Mamma Viviana racconta Marcell Jacobs

Quando raccontano di Marcell che da solo si presentava sulla pista di atletica chiedendo esplicitamente di fare sport sua madre Viviana spiega… “Marcell ha sempre avuto una feroce determinazione. E un grandissimo coraggio. Non si è mai spaventati di fronte alle novità, alle cose da imparare. E alla fine credo che la sua più grande conquista sia stata conoscere se stesso e crescere come persona ancora più che come sportivo”.

Il messaggio di Viviana alle altre mamme è molto bello: “Io non sono un simbolo, è mio figlio al centro della scena, e io sono contenta per lui. Posso solo dire che i nostri ragazzi devono avere la libertà di fare le cose, tentarle e sbagliarsi. Marcell ha sbagliato tante volte e la sua vita è stata piena di ostacoli: ma senza gli errori e gli ostacoli non sarebbe quello che è oggi”.

Related Posts

Ben tornato!