Partita LIVE Ferencvaros-Juve 1-4 Champions League 2020

Partita Ferencvaros-Juventus Champions League 2020/2021. Diretta LIVE

Partita Live Ferencvaros-Juventus – Terza partita del girone G di Champions League per la Juve che vola a Budapest, ospite dei campioni ungheresi del Ferencvaros. Dopo la sconfitta per 0-2 contro il Barcellona, i bianconeri sono a quota tre punti, mentre i padroni di casa, reduci dal pareggio in extremis con la Dinamo Kiev, sono fermi a uno.

La notizia è sicuramente il ritorno da titolare di Cristiano Ronaldo, costretto a saltare la gara coi blaugrana a causa della positività al Covid. Dopo i due gol in poco più di mezz’ora contro lo Spezia, sarà il portoghese a guidare l’attacco bianconero dal primo minuto. Fischio d’inizio alle ore 21,00, alla Groupama Arena di Budapest, per Ferencvaros-Juventus.

                    CLICCA QUI PER VEDERE IL LIVE IN TEMPO REALE

FERENCVAROS-JUVENTUS TERMINA 1-4. Vittoria facile per gli uomini di Pirlo che calano il poker (doppietta di Morata, primo sigillo stagionale di Dybala e autogol di Dvali) prima di subire – a tempo quasi scaduto – la rete di Boli. Quasi mai pericolosi gli ungheresi, mentre per i bianconeri l’unica nota dolente è l’ennesimo infortunio di Aaron Ramsey. Nell’altra partita del girone, il Barca batte per 2-1 la Dinamo Kiev e rimane a punteggio pieno, a quota 9 punti. Segue proprio la Juventus, volata a 6, mentre il Ferencvaros e la Dinamo restano ferme a 1. Per i bianconeri, il prossimo avversario in campionato sarà la Lazio, domenica 8 novembre, alle ore 12,30. In Champions League, invece, bisognerà pazientare fino al 24 novembre quando la Juve ospiterà proprio il Ferencvaros: con una vittoria, gli uomini di Pirlo potrebbero conquistare con due gare di anticipo il matematico passaggio del turno.

90’+3 – FINISCE QUI: LA JUVENTUS VINCE IN SCIOLTEZZA 1-4 CON LA DOPPIETTA DI MORATA, IL GOL DI DYBALA E L’AUTOGOL DI DVALI. I BIANCONERI VANNO A 6 PUNTI NEL GIRONE, DIETRO AL BARCELLONA A 9. 

90′ – Il direttore di gara assegna tre minuti di recupero.

89′ – Franck Boli è il più lesto ad avventarsi su una palla vagante al centro dell’area. Il suo primo tentativo viene deviato da Szczesny, ma sulla respinta il pallone torna all’ivoriano che non sbaglia. Secondo gol di fila in Champions League per l’attaccante del Ferencvaros. 

89′ – SEGNA IL FERENCVAROS: GOL DI BOLI!

87′ – Bernardeschi colpisce di testa, ma non inquadra lo specchio della porta. Si rimane sullo 0-4.

84′ – Ci prova anche McKennie, ma il suo tentativo è troppo centrale: blocca, stavolta senza problemi, Dibusz.

82′ – FERENCVAROS VICINO AL GOL! Sbaglia un retropassaggio anche Chiellini che lancia Boli: l’attaccante viene ipnotizzato da Szczesny che mantiene la porta inviolata.

80′ – Altra incredibile disattenzione del portiere Dibusz che sbaglia il passaggio e serve Dybala: Dvali prova a evitare la rete con un tentativo disperativo, ma finisce per buttare la palla in porta. 

80′ – AUTOGOL DI DVALI, 0-4 PER LA JUVENTUS!

79′ – Altro cambio per il Ferencvaros: esce Zubkov ed entra Uzuni.

77′ – Intanto al Camp Nou, la Dinamo Kiev accorcia con Tsygankov, è 2-1.

75′ – Girandola di cambi. Per la Juventus fuori Chiesa e Cuadrado, dentro Bernardeschi e Frabotta, all’esordio assoluto in Champions League. Per gli ungheresi, escono uno spento Isael e Nguen, entrano Boli e l’ex Zenit Mak. 

72′ – Errore clamoroso del Ferencvaros. Blazic offre un difficile retropassaggio a Dibusz che pasticcia e serve Dybala: da pochi metri, l’argentino non può proprio sbagliare. È 0-3 col primo gol stagionale per la Joya. 

72′ – STAVOLTA DYBALA TROVA IL GOL, È 0-3!

71′ – DYBALA VICINO ALL’EUROGOL! L’argentino si libera dal limite e prova il pallonetto, fuori di poco.

70′ – Continua a buttare via troppi palloni il Ferencvaros. Al momento, davvero modesta la prestazione degli ungheresi.

68′ – Cambio anche per i padroni di casa: fuori Botka, già ammonito, e dentro Heister. 

66′ – Eccolo il cambio annunciato: esce Morata ed entra, con la maglia numero 10, Paulo Dybala.

64′ – Juventus in pieno controllo del match, mentre in panchina si prepara Paulo Dybala.

61′ – Intanto anche il Barcellona, nell’altra partita del girone, ha raddoppiato sulla Dinamo Kiev: in gol Piqué.

59′ – Ronaldo suggerisce per McKennie che fa sfilare. Il pallone arriva a Morata che, di prima intenzione, trova un gol spettacolare con un destro a giro. Quarto gol in questa Champions League per l’ex Atletico Madrid!

59′ – 0-2 JUVENTUS! ANCORA ALVARO MORATA!

57′ – RONALDO SCIUPA LO 0-2! Errore in disimpegno del Ferencvaros, con CR7 che si trova a tu per tu con Dibusz: il portoghese ignora Morata e prova il tiro senza trovare lo specchio della porta.

55′ – Provano a duettare Cuadrado e Chiesa, ma l’ex Fiorentina tocca con la mano: sfuma una potenziale occasione da gol per la Juve.

52′ – SECONDO CAMBIO FORZATO PER LA JUVE. Fuori Ramsey, che ha accusato un problema fisico, e dentro Weston McKennie.

51 – Davvero bassi i ritmi in questa prima frazione della ripresa. Troppo timidi gli ungheresi che accompagnano le azioni offensive con pochi uomini.

48 – Secondo tempo iniziato sulla falsariga del primo: si difende basso il Ferencvaros, che prova a pungere in contropiede. La Juve in pieno possesso, alla ricerca del gol del ko.

46 – Ronaldo si conquista una punizione dai 25 metri: parte proprio il portoghese, ma il suo tentativo viene bloccato da Dibusz.

46 – RIPARTITI! Nella Juventus esce Arthur Melo ed entra Rodrigo Bentancur. 

FERENCVAROS-JUVENTUS 0-1 ALL’INTERVALLO – I bianconeri hanno sbloccato la partita dopo pochi minuti, grazie alla terze rete in questa Champions League di Alvaro Morata. Lo spagnolo sta vivendo davvero un momento magico sottoporta e, in questa prima frazione, è stata ottima la sua intesa con Ronaldo. Il Ferencvaros sta provando a sfondare sulla destra, ma per ora ha creato pochi problemi alla porta di Szczensy. Nell’altra partita del girone G, il Barca sta vincendo per 1-0 sulla Dinamo Kiev grazie alla rete di Lionel Messi. Al momento, Barcellona capolista a 9 punti, Juventus a quota 6, Dinamo Kiev e Ferencvaros ferme a 1.

45+1 – FINISCE IL PRIMO TEMPO. La Juve conduce per 0-1 grazie alla rete di Alvaro Morata su assist di Cuadrado. 

45+1 – Si rialza, un po’ zoppicando, Leonardo Bonucci. Vedremo se riuscirà a continuare la gara.

45+1 – Brutta palla persa da Arthur che innesca Somalia. Piomba su di lui Cuadrado: nella carambola, il brasiliano del Ferencvaros cade addosso a Bonucci che rimane a terra.

45 – Il direttore di gara ha assegnato un minuto di recupero.

44 – È calato il ritmo in questo finale di primo tempo. Il Ferencvaros difende nella sua metà campo, mentre la Juve prova a stanare gli ungheresi col possesso palla.

42 – Ramsey serve Ronaldo dai 25 metri: il portoghese non ci pensa su e prova la conclusione, murata da Blazic.

39 – Il Ferencvaros continua a insistere sulla destra, ma la difesa bianconera è attenta e allontana il cross.

36 – Rischia ancora il Ferencvaros! Cuadrado imbuca per Morata che, davanti al portiere, manca l’aggancio per poco.

34 – JUVE PERICOLOSISSIMA! Duettano Ronaldo e Morata, con lo spagnolo che, con un’eccessivo di altruismo, non tira a tu per tu con Dibusz e prova a servire CR7: salva tutto Blazic.

33 – Zubkov riceve palla sulla trequarti campo e punta la porta della Juve: Ramsey lo abbatte e Grinfled fischia la punizione.

30 – Chiesa supera Lovrencsics e crossa in mezzo: il pallone viene deviata, in maniera quasi involontaria, da Morata. Blocca Dibusz.

28 – Dopo un avvio timido, sta reagendo bene il Ferencvaros, vicinissimo al pareggio.

25 – RISPONDE SUBITO IL FERENCVAROS! Lovrencsics sfonda a destra e serve un cioccolatino a Zubkov, libero a centro area: solo alto il suo tentativo.

24 – JUVE VICINA AL RADDOPPIO! Chiesa se ne va via a centrocampo e serve Ronaldo sull’esterno. Il portoghese chiude il triangolo con l’ex Fiorentina, ma il suo tiro viene murato sulla linea.

21 – Partono in contropiede i bianconeri. Ronaldo aspetta un attimo di troppo a servire Chiesa che finisce in offside.

20 – Costruisce bene il Ferencvaros che porta Nguen al tiro dal limite: troppo debole il tentativo.

18 – Cuadrado intercetta un passaggio e parte in contropiede: Botka lo stende e prende il primo giallo del match.

16 – Buona reazione del Ferencvaros ora: Somalia si libera di Rabiot e va al tiro. Nessun problema per Szczensy.

14 – Buona percussione di Lovrencsics che prova il cross, deviato da Danilo. Primo calcio d’angolo per il Ferencvaros

11 – Prima azione pericolosa del Ferencvaros che sfonda a destra: provvidenziale la deviazione di Rabiot.

10 – Dominano i bianconeri! Ramsey si libera all’interno dell’area e prova la conclusione, ma il pallone viene respinto.

9 – Chiesa suggerisce per Morata a centro area, ma lo spagnolo manca l’aggancio. Pericolosissima la Juve in questo avvio.

7 – Bonucci imbuca alla perfezione per Cuadrado che crossa al centro. Non ci arriva Ronaldo sul primo palo, Morata sì. Terzo centro per lo spagnolo in questa Champions League.

7 – JUVE IN GOL! HA SEGNATO MORATA

6 – Pressa in avanti la Juventus, ma gli ungheresi se la cavano. Intanto, nell’altra partita del girone, Lionel Messi su rigore porta avanti il Barcellona contro la Dinamo Kiev.

3 – Morata riceve dai 25 metri e prova la conclusione, nessun pericolo per Dibusz.

2 – Juan Cuadrado prova a sfondare a destra e cade dopo un contrasto con Botka: per l’arbitro Grinfeld non c’è nulla.

1 – FISCHIO D’INIZIO, PARTE FERENCVAROS-JUVENTUS

Ferencvaros-Juve formazioni ufficiali

FERENCVAROS (4-5-1): Dibusz; Lovrencsics, Blazic, Dvali, Botka; Zubkov, Siger, Kharatin, Somalia, Nguen; Isael (All. Rebrov).

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Chiellini, Danilo; Chiesa, Arthur, Rabiot, Ramsey; Morata, Cristiano Ronaldo (All. Pirlo).

Ferencvaros-Juventus: la partita

Ferencvaros-Juventus è una partita che potrebbe già decidere molto del futuro del girone. In caso di vittoria e di contemporanea sconfitta della Dinamo Kiev al Camp Nou di Barcellona, infatti, i bianconeri si porterebbero a +5 punti sia sugli ungheresi che sugli ucraini, con entrambi i match di ritorno da giocare all’Allianz Stadium.

La Juventus, dopo la sconfitta contro i blaugrana (quando ha schierato una squadra dall’età media di 26 anni e 325 giorni, la più giovane scesa in campo in Champions League negli ultimi diciotto anni) deve evitare il secondo ko di fila. Un filotto negativo che, in questa competizione, non si verifica dall’ottobre 2014, quando i bianconeri persero contro Atletico Madrid e Olympiakos. E, fatalità, proprio l’attuale tecnico bianconero, Andrea Pirlo, era in campo nel ko in Grecia.

Il Ferencvaros, definita la “Cenerentola” del girone, non ci sta però a fare la parte della vittima sacrificale. Gli ungheresi si sono qualificati alla Champions League vincendo il loro 31° titolo nazionale e, in casa, vantano uno score di tutto rispetto: su tredici gare interne, infatti, hanno perso soltanto in due occasioni (contro il Leeds nel 1969 e contro l’Ajax nel 1995).

Il punto debole del Ferencvaros è – sicuramente – la fragilità difensiva. Gli uomini dell’allenatore Rebrov hanno infatti subito 26 gol in otto partite di Champions League (3,3 a partita), la seconda media più alta nella storia del torneo, dietro soltanto al Nordsjaelland (22 in sei partite, 3,7 a gara).

La sfida si giocherà a porte aperte, ma con ingressi contingentati. Per la Juve, sarà comunque una trasferta da pre-pandemia, una partita a cui il nostro calcio non è più abituato. Il pubblico di casa, infatti, è conosciuto per essere tra le frange più calde (e anche violente) del tifo ungherese. Alla Groupama Arena di Budapest, confluiranno così circa 20mila spettatori, la maggior parte – naturalmente – di fede Ferencvaros.

La gara sarà arbitrata dall’israeliano Orel Grinfeld che sarà coadiuvato dagli assistenti Hassan e Yarkoni e dal quarto uomo Laibovitz. Al VAR, invece, ci saranno i fischietti Dankert e Osmers.

Ferencvaros-Juventus: i precedenti

Sono sette i precedenti fra Ferencvaros e Juventus. Le sfide, nell’arco di tempo tra il 1932 e il 1965, sono tutte avvenute, però, in competizioni internazionali non Uefa che ormai non esistono più: quattro nella Coppa europea centrale, due nella Mitropa Cup e uno nella Coppa delle Fiere (quando, nel 1965, il Ferencvaros sconfisse la Juve a Torino per 1-0 con gol di Máté Fenyvesi).

Questo, invece, sarà il loro incontro in Champions League. I bianconeri hanno già incrociato un’altra squadra ungherese nel torneo, quando però si chiamava ancora Coppa dei Campioni. Nella stagione 1972/73, infatti, la Juve superò l’Ujpest nei quarti di finale con un 2-2 complessivo tra andata e ritorno, passando il turno per la regola dei gol in trasferta. Il Ferencvaros, invece, non affronta un club italiano dalla Coppa dei Campioni 1965/66, quando fu eliminato ai quarti di finale dall’Inter (5-1 complessivo fra andata e ritorno).

Probabili formazioni Ferencvaros-Juve

La Juventus dovrebbe scendere in campo con la novità tattica mostrata contro lo Spezia: una variante del solito 4-4-2, ma con un centrocampista in più a dare solidità al reparto. Dopo il turno di riposo in campionato, fra i pali torna Szczesny.

Con Demiral squalificato e de Ligt ancora non al meglio e non convocato, davanti al polacco giocheranno Bonucci e un recuperato Giorgio Chiellini. Sulle fasce, spazio a Cuadrado e all’insostituibile Danilo, passato da oggetto misterioso durante l’esperienza Sarri a giocatore più utilizzato, invece, sotto la gestione Pirlo.

A centrocampo, dopo la buona prova contro la Spezia, va verso la riconferma Arthur Melo. Al suo fianco, dovrebbero esserci Adrien Rabiot e, come detto, un centrocampista in più rispetto al solito: Aaron Ramsey. Sull’esterno, Federico Chiesa dovrebbe essere schierato dall’inizio, mentre va di nuovo verso la panchina Dejan Kulusevski.

Davanti, la notizia è il ritorno dal primo minuto di Cristiano Ronaldo che, dopo essere subentrato nel secondo tempo in campionato, guiderà l’attacco bianconero insieme ad Alvaro Morata, uno degli uomini in forma. Perde il ballottaggio con lo spagnolo Paulo Dybala, apparso in netto ritardo di condizione dopo i tanti giorni lontano dai campi.

FERENCVAROS (4-5-1): Dibusz; Lovrencsics, Blazic, Dvali, Botka; Zubkov, Siger, Kharatin, Somalia, Nguen; Isael (All. Rebrov).

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Chiellini, Danilo; Chiesa, Arthur, Rabiot, Ramsey; Morata, Cristiano Ronaldo. All. Pirlo.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!