Nazionale, Azzurri di nuovo al lavoro in vista della UEFA Nations League

Venerdì e martedì prossimo le ultime due partite della Nazionale in UEFA Nations League, contro Inghilterra e Ungheria: la vittoria è d’obbligo

Gli Azzurri si sono riuniti oggi a Coverciano per quello che di fatto sarà l’ultimo raduno stagionale. L’ultimo atto sono le due partite ancora in programma nel girone di qualificazione di UEFA Nations League. L’Italia è in corsa con la Germania per il primo posto, ma vincere due partite non basterà: bisogna sperare anche in un mezzo passo falso della squadra tedesca che affronterà prima l’Ungheria, in casa e poi l’Inghilterra, in trasferta.

Nazionale Mancini
Roberto Mancini, due partite per chiudere la UEFA Nations League (Foto Federcalcio)

Nazionale, novità tra i convocati

L’ultimo turno di campionato di Serie A, che consegna agli archivi le sconfitte del Milan e della Roma, ma anche una crisi evidente di Inter e Juventus, costringe Mancini a qualche ripensamento rispetto alle convocazioni che inizialmente avrebbe ipotizzato. Non c’è Lorenzo Insigne, che ora gioca in Canada. Il dramma familiare dell’attaccante del Toronto, la moglie Jenny ha perso il figlio che aspettava da circa sei mesi. Restano a casa anche Spinazzola e Zaniolo, affaticato il primo al rientro dopo un infortunio alla spalla il secondo. Infortunio al polpaccio per Verratti nell’ultimo match del Paris Saint Germain contro l’Olympique Lione, anche lui escluso dalle convocazioni.  Potrebbe sostituirlo Frattesi ma la convocazione non è ancora stata ufficializzata. Tonali, anche lui reduce da una botta nel match con il Napoli, è regolarmente aggregato al gruppo e sarà valutato in settimana. A casa Politano e Pellegrini, acciaccati. Richiamati all’ultimo istante Frattesi, Esposito e Gabbiadini.

Questo l’elenco dei convocati:
Portieri: Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli), Ivan Provedel (Lazio), Guglielmo Vicario (Empoli);
Difensori: Francesco Acerbi (Inter), Alessandro Bastoni (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Federico Dimarco (Inter), Emerson Palmieri (West Ham), Federico Gatti (Juventus), Luiz Felipe (Betis Siviglia), Pasquale Mazzocchi (Salernitana), Rafael Toloi (Atalanta);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Salvatore Esposito (Spal), Davide Frattesi (Sassuolo), Jorginho (Chelsea), Tommaso Pobega (Milan), Sandro Tonali (Milan);
Attaccanti: Matteo Cancellieri (Lazio), Manolo Gabbiadini (Sampdoria), Wilfried Gnonto (Leeds), Vincenzo Grifo (Friburgo), Ciro Immobile (Lazio), Giacomo Raspadori (Napoli), Gianluca Scamacca (West Ham), Alessio Zerbin (Napoli).

Le parole di Roberto Mancini

Queste le parole del CT Roberto Mancini al momento di prendere in consegna la squadra: “Sarà importante il risultato, nel girone può ancora accadere di tutto. Dobbiamo provare a vincere entrambe le partite per cercare di arrivare primi. Saranno mesi difficili fino a dopo il Mondiale, dobbiamo ritrovare un po’ di entusiasmo. Credo che la spinta debba darcela la vittoria dell’Europeo. Bisogna ripartire da questo, ricominciare a costruire una squadra per fare altri quattro anni straordinari come quelli appena conclusi”.

Chiusa l’esperienza della vittoria di Londra all’Europeo bisogna metabolizzare l’esclusione dal Mondiale. Mancini apre alle novità, da Scamacca a Casadei, senza chiudere la porta a nessuno: “Nessuno è escluso. Le porte sono aperte a tutti. Non escludo nemmeno l’ipotesi di cambiare modulo. Ma deve esserci una motivazione per farlo”.

Il programma dell’Italia prevede il trasferimento da Coverciano a Milano per la partita di venerdì a San Siro (ore 20.45) contro l’Inghilterra. Poi il rientro al centro tecnico della Nazionale in vista del trasferimento a Budapest per la partita di martedì contro l’Ungheria (sempre 20.45) che chiuderà il ritiro. Poi il rompete le righe fino al collegiale di novembre che riaprirà un nuovo ciclo. Nella speranza che faccia dimenticare la delusione per il Mondiale, il secondo consecutivo, che vede l’Italia grande assente.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!