Roma, Lazio e Fiorentina in campo in Europa: le avversarie, dove vedere le partite

Ultimo turno anche per la fase a gironi di Europa League e Conference League, in campo giovedì nell’ordine Fiorentina, Lazio e Roma. Le probabili formazioni. Quando giocano le squadre italiane e la programmazione TV

Anche Conference League ed Europa League vivono il loro atto finale della fase a gironi con la sesta e ultima partita. L’unica squadra già certa di avere l’accesso garantito agli ottavi di finale è la Fiorentina, ancora in corsa per il primo posto.

Fiorentina
Kouamé, parte da riserva nel match di Riga (Fiorentina Ufficiale)

Così come la Lazio, in trasferta sul difficilissimo campo di Rotterdam contro il Feyenoord, può puntare al miglior piazzamento del suo gruppo. Ma potrebbe anche essere clamorosamente esclusa in una ipotesi di risultati molto ampia e incerta. Anche la Roma, impegnata all’Olimpico contro i bulgari del Ludogorets è obbligata a vincere.

Questo il calendario delle gare di giovedì, in ordine cronologico.

RFS-Fiorentina, le formazioni

La Fiorentina di Vincenzo Italiano si è sicuramente rilanciata nel corso delle ultime settimane dopo un avvio di stagione piuttosto complicato anche in considerazione di parecchi infortuni. Il destino europeo della squadra viola, indipendentemente dall’ultimo risultato sul campo dei lettoni dell’RFS, è già consolidato. Il secondo posto è certo. E vedrebbe la Fiorentina affrontare nel primo turno eliminatorio della seconda fase una delle squadre provenienti dall’Europa League, terze del loro gruppo.

Viola che per evitare il rischio e piazzarsi prima devono vincere a Riga, ma anche sperare in un passo falso, molto improbabile per la verità, del Basaksehir, impegnato in casa con gli scozzesi dell’Hearts of Midlothian. Ma la cosa più importante per la Viola, indipendentemente dal prossimo abbinamento, era comunque quello di andare avanti sia per motivi di prestigio, che di ranking europeo che di introiti economici.

Nel ballottaggio tra portieri torna titolare Gollini protetto da una difesa a quattro con Dodo titolare. Turno di riposo per Kouamé con Jovic riconfermato al centro dell’attacco e Saponara in appoggio.

RFS (3-4-3): Steinbors; Maksimenko, Lipuscek, Stuglis; Sorokins, Saric, Panic, Mares; Simkovic, Ilic, Santana.
FIORENTINA (4-3-3): Gollini; Dodo, Martinez Quarta, Igor, Terzic; Barak, Amrabat, Mandragora; Ikoné, Jovic, Saponara.

RFS-Fiorentina, dove vederla in TV e in streaming

La Fiorentina è la prima squadra a scendere in campo in un giovedì lungo e con ben 32 partite in programma in tutta Europa. Si gioca a Riga alle 16.30: arbitra il georgiano Kikacheishvili. Diretta televisiva su Sky e in streaming su DAZN oltre che sulle applicazioni Sky Go e NOW TV. La classifica vede Basaksehir (in vantaggio negli scontri diretti) e Fiorentina 10, Hearts of Midlothian 6 ed RFS 2.

Lazio
Zaccagni, prende la mira dopo il suo decimo gol con la Lazio

Feyenoord-Lazio, le probabili formazioni

In quello che è sicuramente il girone più incerto e combattuto di tutta l’Europa League, la Lazio è padrona del proprio destino. Ma deve vincere. Non è bastata la vittoria in casa contro i danesi del Midtjylland. Ora serve anche una grande impresa sul campo più difficile, quello del Feyenoord, a Rotterdam. In uno degli stadi più caldi d’Europa contro una delle tifoserie in assoluto più turbolente. Una partita a rischio anche sotto l’aspetto dell’ordine pubblico proprio per quanto accaduto a Roma, sia quest’anno che tempo fa, quando gli olandesi affrontarono i giallorossi, e a Istanbul, dove nella scorsa stagione il Feyenoord affrontò sempre la Roma nella finalissima di Conference League.

Al momento la Lazio di Maurizio Sarri è prima. Ma gli ultimi 90’ del girone possono stravolgere completamente la classifica relegando i biancocelesti addirittura al terzo posto.

Slot, il tecnico del Feyenoord, può contare su una squadra riposata che, proprio in considerazione di questo impegno europeo, si è vista rinviare il turno di campionato previsto nell’ultimo fine settimana contro il Cambuur. Sicuro il temibile tridente offensivo degli olandesi con Pereira al centro dell’attacco. Sarri dal canto suo sa di non avere Immobile e di non poter contare su un Luis Alberto al top per tutta la gara. Lo spagnolo parte dunque dalla panchina: in attacco Pedro, Felipe Anderson e Zaccagni.

FEYENOORD (4-3-3): Bijlow; Geertruida, Trauner, Hancko, Lopez; Timber, Szymanski, Kokcu; Jahankabakhsh, Pereira, Dilrosun.
LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari, Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi, Basic; Pedro, Felipe Anderson, Zaccagni. All. Sarri

Feyenoord-Lazio, dove vederla

La partita Feyenoord-Lazio si gioca alle 18.45 al de Kuip di Rotterdam, si prevede il tutto esaurito. Arbitra il bosniaco Peljto. La classifica è davvero incertissima. Lazio certa del primo posto solo vincendo perché se anche lo Sturm dovesse vincere i biancocelesti avrebbero comunque una migliore differenza reti globale degli austriaci. Ma se la Lazio dovesse perdere con due gol di scarto sarebbe sicuramente scavalcata in classifica dal Feyenoord, che avrebbe la meglio negli scontri diretti.

Così come, in caso di sconfitta della squadra di Sarri, la vincente di Sturm Graz e Midtjylland guadagnerebbe comunque la qualificazione al secondo turno a spese dei capitolini. In caso di pareggio la Lazio avrebbe se non altro la certezza di un secondo posto. Diretta televisiva su Sky e in streaming su DAZN oltre che sulle altre applicazioni on line di Sky Go e NOW TV. La classifica dice: Lazio e Sturm Graz 8, Feyenoord e Midtjylland 5.

Roma
Maglia da titolare per El Shaarawy con il Ludogorets (Roma Official)

Roma-Ludogorets, le probabili formazioni

Calcoli meno complicati per la Roma di José Mourinho in una partita, per la verità, tutt’altro che semplice. Sconfitta in Bulgaria e ormai matematicamente alle spalle del Betis Siviglia, sicuramente primo del girone comunque vada l’ultimo turno del gruppo, la Roma non ha alternative. Deve vincere e farlo con almeno due gol di scarto considerando il risultato di Ratzgrad (1-2). In caso di pareggio o sconfitta la Roma sarebbe terza, e dunque ripescata in Conference League per difendere il trofeo vinto lo scorso anno.

Zaniolo è squalificato. La Roma aveva presentato ricorso ma il giocatore è comunque uscito dal campo con un problema muscolare. Mourinho è dunque costretto a effettuare parecchi cambi rispetto alla squadra che nella 12^ di Serie A ha faticosamente vinto negli ultimi minuti sul campo del Verona. Attacco a due punte con Belotti e Abraham e Pellegrini in posizione di trequartista. Probabile maglia da titolare per El Shaarawy e Zaleswki, incaricati di trovare spazi e profondità sulle due fasce.

ROMA (3-4-1-2): Rui Patricio; Vina, Smalling, Kumbulla; El Shaarawy, Camara, Cristante, Zalewski; Pellegrini; Belotti, Abraham. All. Mourinho.
LUDOGORETS (4-2-3-1): Padt; Witry, Verdon, Nedyalkov, Cicinho; Piotrowski, Pedrinho; Tekpetey, Cauly, Rick; Thiago. All. Gencev.

Roma-Ludogorets, dove vederla in TV

La partita tra Roma e Ludogorets si gioca alle 21 all’Olimpico e sarà trasmessa in chiaro su TV8. Arbitra il montenegrino Dabanovic. Live anche su SKY e in streaming su Sky Go e NOW TV. La classifica dopo cinque giornate: Betis Siviglia (aritmeticamente primo) 13, Ludogorets e Roma 7, HJK 1.

VEDI ANCHE: Napoli e Inter, sconfitte in trasferta in Champions League ma qualificate agli ottavi

La sfida tra Roma e Lazio è uno splendido confronto a distanza in vista del prossimo turno di Serie A, 13^ giornata, nel quale spicca proprio il derby capitolino.

Con queste tre partite si chiude definitivamente il fittissimo calendario della prima fase europea di Coppa. Come per la Champions anche i sorteggi di Europa League e Conference League sono in programma lunedì prossimo, 7 novembre. il primo turno di gare per la fase a eliminazione diretta è in calendario il 16 febbraio 2023.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!