Champions League, la Juventus femminile contro il Servette. Quando si gioca

Inizia la fase a gironi di Champions League femminile, la Juventus gioca la sua prima partita in Svizzera contro il Servette di Ginevra. Data e orario della partita

Champions femminile – Non sarà facile: la Juventus woman per quanto sia la squadra italiana di gran lunga più quotata e tecnicamente attrezzata, è pur sempre una esordiente. Il girone delle bianconere è proibitivo. Il colosso Chelsea, il Wolfsburg, squadra storicamente fortissima. E il Servette.

Juventus Servette
Una immagine dell’amichevole tra Juventus e Servette (Foto Juventus.com)

 Servette Ginevra – Juventus quando si gioca

Ed è proprio dalla squadra di Ginevra che inizia il percorso europeo della Juve donne. Si gioca allo Stade de la Praille di Lancy (mercoledì alle 18.45). Il Servette ha una discreta tradizione nel calcio femminile svizzero ed è uno dei serbatoi della nazionale elvetica. Ma come la Juventus è di fatto quasi una esordiente. Ha vinto per la prima volta la Super League, campionato svizzero femminile che da tempo punta a una riforma ma che di fatto coinvolge soltanto sette squadre.

Le granata sono arrivate al secondo round delle qualificazioni di questa stagione grazie alla vittoria per 1-0 contro i Glentoran dell’Irlanda del Nord e i finlandesi Åland United nel triangolare di ammissione allo spareggio decisivo. Ma la vera impresa l’hanno compiuta eliminando il Glasgow City. Lo scorso anno furono eliminate dall’Atletico Madrid.

Chi sono le giocatrici del Servette

Tre sono le giocatrici internazionali di una certa esperienza in forza alle granata. Jade Boho Sayo, 35 anni, è arrivata al Servette questa estate dopo tre anni in Spagna con il Logroño. Torna in Champoions League dopo averla giocata una decina di anni fa con il Rayo Vallecano. É un’attaccante forte ed esperta, smaliziata e tecnicamente molto dotata. E poi c’è Alyssa Lagonia, 32 anni, da due anni al Servette e in passato al Verona, con cui giocò prima della riforma dei campionati nel 2013 arrivando quarta nella vecchia Serie A.

Un’altra giocatrice che in Italia ricordano è Sandy Maendly: prima alla Torres, poi anche lei all’AGSM Verona, per quattro anni nel nostro paese.

Juventus e Servette si sono già incontrate quest’anno, a Vinovo, prima dell’inizio della stagione, prima delle qualificazioni di Champions League. La squadra elvetica non era ancora al completo e la forma non è certo quella di oggi. Ma la Juve inflisse alle svizzere una severa sconfitta: 4-1, con doppietta di Bonansea e gol di Girelli e Berti.

Vedi anche: Juventus femminile chi sono le giocatrici

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!