Champions League Femminile, Servette-Juventus 0-3: dominio delle bianconere

Gran partita della Juventus femminile all’esordio della fase a gironi di Champions League debutto vincente contro il Servette

Meglio di così non poteva cominciare il cammino della Juventus nella fase a gironi di Champions League femminile: impegnata a Ginevra contro il Servette la Juventus women ha vinto nettamente, 0-3.

Juventus femminile Caruso
Caruso, istantanea sul tiro del gol del vantaggio (Juventus Official Twitter)

Servette-Juventus 0-3

La vittoria della Juventus femminile va ben al di là del risultato finale tale e tanto è stato il dominio delle bianconere sul campo. Servette mai pericoloso, se non in un paio di occasioni sporadiche. A conti fatti la Juventus ha segnato tre gol e creato non meno di una dozzina di occasioni da gol, alcune delle quali clamorose, costringendo il portiere avversario Pereira ad numerosi interventi decisivi. Il primo miracolo del portiere delle granata è sul calcio di rigore concesso per un atterramento in area ai danni della Bonfantini.

VEDI ANCHE: Juventus femminile giocatrici. Rosa 2021 2022

Il tiro di Staskova è debole, centrale, non è nemmeno la parata più impegnativa del portiere delle elvetiche. Da lì in poi la Juve colleziona una quantità impressionante di tiri verso la porta avversaria. Il vantaggio è di Caruso (nella foto copertina al momento del tiro) , che festeggia nel modo migliore il rinnovo del suo contratto fino al 2024. Juve subito vicinissima al raddoppio con Hurtig. Poi nel secondo tempo arrivano in rapida successione il raddoppio di Hurtig su assist di Staskova, il terzo gol di Cernoia con una gran conclusione da fuori area e almeno altre cinque palle gol clamorose in un crescendo notevole.

Bianconere in splendide condizioni anche da un punto di vista fisico, veloce e arrembante fino al fischio finale. Missione compiuta, la prima vittoria è in archivio. La Juve femminile mercoledì prossimo (ore 20.45 a Vinovo) ospiterà il Chelsea.

Il tabellino

SERVETTE – JUVENTUS 0-3
36′ Caruso, 64′ Hurtig, 71′ Cernoia
Juventus Women (4-3-3): Peyraud-Magnin; Lundorf, Salvai, Lenzini (81′ Hyyrynen), Boattin; Rosucci (81′ Nilden), Zamanian, Caruso (68′ Pedersen); Bonfantini (68′ Cernoia), Staskova, Hurtig (87′ Pfattner).
Servette (4-2-3-1): Pereira; Soilard, Felber, Hurni, Mendes; Serano (63′ Padilla Bidas), Nakkach; Boho Sayo (88′ Tamplin), Maendly (77′ Spalti), Fleury (63′ Bourma); Peiro Gimenez (77′ Sebayang).
Ammonite: 6′ Fleury, 19′ Bonfantini, 39′ Maendly, 50′ Caruso

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!